Dispositivo Speciale - Nanotecnologia nello Spazio Con il Microscopio Atomico della Forza di Nanosurf che Cerca Vita su Marte come componente della Missione di Phoenix Marte

 

Aggiornamenti

22 settembre - Se il braccio robot sul Lander di Phoenix Marte della NASA può toccare col gomito una roccia da parte oggi, gli scienziati sul gruppo di Phoenix vorrebbero vedere che cosa è sotto.

Gli Ingegneri che sviluppano i comandi per il braccio robot hanno elaborato una pianificazione per provare a spostare una roccia sul lato nord del lander. Questa roccia, approssimativamente la dimensione e la forma di una videotape di VHS, senza formalità è nominata “Senza Testa.„

“Non sappiamo se possiamo fare questo finché non proviamo,„ abbiamo detto Ashitey Trebi Ollennu, un ingegnere di robotica al Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California “che L'idea è di muovere la roccia con perturbazione minima verso la superficie sotto. Dovete ottenere sotto abbastanza per sollevarlo come la spingete e non frana appena fuori il mestolo.„

16 settembre 2008 - la NASA ha consegnato un altro campione nel laboratorio di chimica bagnato della Microscopia del Lander di Phoenix Marte, dell'Elettrochimica e dell'Analizzatore della Conducibilità (MECA).

La consegna è stata effettuata il 12 settembre, 2008, che era Solenoide 107 (il 107th giorno Marziano) della missione, che ha atterrato il 25 maggio 2008.

Il Laboratorio di Chimica Bagnato mescola il terreno Marziano con una soluzione acquosa da Terra come componente di un trattamento per identificare le sostanze nutrienti solubili ed altri prodotti chimici nel terreno. L'analisi Preliminare di questo terreno conferma che è alcalina e composto di sali e di altri prodotti chimici quali il perclorato, il sodio, il magnesio, il cloruro ed il potassio. Questi dati convalidano i risultati priori da quella stessa posizione, hanno detto Michael Hecht del Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California, lo scienziato del cavo per MECA.

Nei prossimi giorni, il gruppo di Phoenix egualmente riempirà i quattro definitivi di otto forni monouso su un altro strumento dell'terreno-analisi, il Termale e l'Analizzatore di Gas Mutevole, o TEGA. La strategia del gruppo è di consegnare altrettanti campioni poichè possibile prima della potenza prodotta dai declini dei pannelli solari di Phoenix dovuto la conclusione dell'estate Marziana.

11 settembre 2008 - Mentre il Lander di Phoenix Marte della NASA si avvicina all'estremità è vita quando l'inverno Marziano la congela, il Lander beffeted da parecchi diavoli di polvere che ballano attraverso lo spazio artico questa settimana.

Questi vortici polvere-mandare in aria erano stati preveduti nell'area, ma nessuno erano stati individuati più presto.

La macchina fotografica Stereo Di Superficie del Toner su Phoenix ha catturato 29 immagini dell'orizzonte occidentale e sudoccidentale l'8 settembre, durante le ore di mezzogiorno giorno Marziano del lander del 104th. Il giorno successivo, dopo che le immagini erano state trasmesse a Terra, il gruppo di scienza di Phoenix ha notato un diavolo di polvere subito.

“Era una sorpresa per avere un diavolo di polvere così visibile che è stato con appena il trattamento che normale facciamo,„ ha detto il Segno Lemmon della Texas A&M University, College Station, scienziato del cavo per la macchina fotografica stereo. “Una Volta Che vedessimo una coppia che il modo, noi ha fatto un certo trattamento supplementare e trovato ci sono diavoli di polvere in 12 delle immagini.„

Il gruppo di Phoenix non è si è preoccupato per alcun danneggiamento del veicolo spaziale da questi venti di turbine. “Con l'atmosfera sottile su Marte, i caricamenti che di vento potremmo sperimentare dal diavolo di polvere i venti sono in conformità alla progettazione del veicolo,„ ha detto Ed Sedivy, Phoenix program manager alla Società dei Sistemi Spaziali di Lockheed Martin, Denver, che ha fatto il veicolo spaziale. “Il lander è molto rigido ad eccezione delle schiere solari, che hanno spiegato una volta, chiuse nella posizione e si è trasformato in in una struttura di tensione.„

29 agosto 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA, completante la sua missione primaria dei 90 giorni, sta continuando le sue attività della raccolta di scienza. I gruppi di assistenza tecnica e di Scienza stanno guardando in avanti almeno ad un altro mese di prospezione Marziana.

dovuto la capacità sufficiente della potenza e dell'esperimento del veicolo spaziale, NASA ha annunciato il 31 luglio che la missione avrebbe continuato le operazioni con il 30 settembre. Una Volta Che il lander rifinisce raccogliere i dati di scienza, i gruppi di missione continueranno l'analisi delle misure e delle osservazioni.

“Siamo riusciti oltre i miei sogni più selvaggi e non siamo ancora l'apprendimento fatto da Marte circa i sui segreti,„ ha detto Peter Smith, il ricercatore principale dall'Università dell'Arizona, Tucson di Phoenix.

“Ancora stiamo lavorando per capire i beni e la cronologia del ghiaccio alla nostra piattaforma di atterraggio sugli spazi nordici di Marte. Mentre il sole ha cominciato ad immergere sotto l'orizzonte, ancora abbiamo il potere di continuare le nostri osservazioni ed esperimenti. E stiamo sperando di vedere un cambiamento graduale nel tempo Marziano nelle prossime settimane,„ ha detto.

Fra le domande critiche il gruppo di scienza di Phoenix sta provando a rispondere è se la regione settentrionale di Marte potrebbe essere una zona abitabile.

Phoenix già ha confermato la presenza di sorbetto, determinato il terreno è magnesio, sodio, potassio, cloruro e perclorato alcalini ed identificati nel terreno. Le analisi Chimiche continuano proprio mentre il braccio robot di Phoenix raggiunge fuori affinchè più campioni fiuti e per avere un sapore.

26 agosto 2008 - Il campione seguente di terreno Marziano che è afferrato per l'analisi sta venendo da una fossa circa tre volte più profonda del Lander di Phoenix Marte di qualunque altra NASA della fossa ha scavato.

Martedì 26 Agosto, il veicolo spaziale rifinirà i 90 giorni Marziani (o “i sol„) originalmente pianificazione come sua missione primaria e continuerà in un'estensione di missione fino a settembre, come annunciato dalla NASA a luglio. Phoenix ha atterrato il 25 maggio.

“Come ci avviciniamo a che cosa originalmente abbiamo invitare ad essere gli integrali della missione, tutti siamo entusiasmati con come la missione sta andando,„ ha detto il Progetto Manger Barry Goldstein di Phoenix del Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California.

Il compito principale di Phoenix per il Solenoide 90 è di scavare su un campione di terreno dal fondo di una fossa chiamata “Minestra Di Pietra,„ che è di circa 18 centimetri, o profondo 7 pollici. Su un solenoide successivo, il braccio robot del lander spruzzerà il terreno dal campione nella terza cella del laboratorio di chimica bagnato. Questo laboratorio piattaforma-montato, la parte della Microscopia di Phoenix, l'Elettrochimica e l'Analizzatore della Conducibilità (MECA), precedentemente ha usato due delle sue quattro celle di terreno-prova.

“Nelle prime due celle abbiamo analizzato i campioni dalla superficie e dall'interfaccia del ghiaccio ed i risultati sembrano simili. Il Nostro obiettivo per la Cella 3 è di usarlo come cella esplorativa per esaminare qualcosa che potrebbe essere differente,„ ha detto il Michael Hecht, scienziato di JPL del cavo per MECA. “L'appello di Minestra Di Pietra è che questa area profonda può raccogliere e concentrare i generi differenti di materiali.„

22 agosto 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha scavato su un campione del terreno da una profondità intermedia fra la superficie al suolo e un livello ghiacciato sotto la superficie. Il campione gli è stato consegnato ad un forno del laboratorio sul veicolo spaziale.

Il braccio robot su Phoenix ha raccolto il campione, “Carboni Brucianti definiti,„ da una fossa nominata “Ustione 3." Vivo Il campione consistito di circa un quarto - a metà di cucchiaino da caffè di terreno sciolto scavato da profondità (a 1.2 pollici) circa 3 centimetri sotto la superficie della terra e (a 0.4 pollici) di circa 1 centimetro sopra un livello in sotterraneo duro e ghiacciato.

I Dati ricevuti da Phoenix Giovedì in anticipo hanno confermato che il braccio aveva consegnato alcuno di quel campione attraverso le porte della cella 7 sul Termale del lander e Mutevole l'Analizzatore di Gas (TEGA) e che abbastanza materiale ha attraversato uno schermo e si scolano un imbuto quasi per riempire il forno minuscolo delle cellule. I comandi pronti gruppo Giovedì di Phoenix avere TEGA vicino il forno e cominciare a riscaldare il campione alla bassa temperatura (35 gradi di Celsius, o 95 gradi di Fahrenheit).

Lo scopo del riscaldamento di bassa temperatura è di cercare il ghiaccio nel campione. Il punto seguente è un trattamento medio della temperatura, che riscalda il campione Centigrado a 125 gradi (257 gradi di Fahrenheit) per asciugare completamente il campione. L'ultimo riscaldamento preleva il campione Centigrado a 1000 gradi (1832 gradi di Fahrenheit). I gas emanati durante queste fasi del riscaldamento aiutano il gruppo di scienza a determinare i beni del terreno Marziano.

“Stiamo invitare il campione per sembrare simile ai campioni precedenti,„ ha detto William Boynton dell'Università dell'Arizona, scienziato del cavo per TEGA. “Una delle cose che cercheremo è una versione dell'ossigeno indicativa del perclorato.„

20 agosto 2008 - gli scienziati e gli ingegneri del Lander di Phoenix Marte della NASA stanno continuando a scavare nell'area intorno al lander con il braccio robot del veicolo spaziale, cercante i nuovi materiali per analizzare ed esaminante il terreno e per ghiacciare la struttura sotto la superficie.

Le Nuove fosse aperte recentemente includono “l'Ustione 3" Vivo fossa nell'area di scavatura “del Paese delle meraviglie„ nella parte orientale dell'area lavoro raggiungibile del braccio. I Ricercatori scelgono senza formalità tali nomi per aiutare la discussione.

Il gruppo sta scavando un lato dell'Ustione 3 Vivi giù al livello ed alle pianificazioni del ghiaccio per lasciare (a 0.4 pollici) circa 1 centimetro di terreno sopra il ghiaccio dall'altro lato. Questa profondità intermedia, situata centimetri di una coppia (a 0.8 pollici) sopra il limite Marziano del ghiaccio-terreno, dà al gruppo di scienza il profilo verticale desiderato per “i Carboni Brucianti definiti un campione,„ progettato essere il materiale seguente consegnato al Termale di Phoenix ed all'Analizzatore di Gas Mutevole (TEGA).

La superficie della terra in tutto lo spazio artico in cui Phoenix ha atterrato è modellata nelle forme del poligono come quelli delle aree dello strato di ghiaccio permanente su Terra, in cui la terra passa durante i cicli del gonfiamento e di restringimento. Alcuna della scavatura recente e prevista da Phoenix approfitta dell'atterraggio all'interno dell'estensione del braccio sia dei centri dei poligoni che delle depressioni fra i poligoni. Per esempio, “la fossa della Minestra Di Pietra„ è stata scavata in una depressione nell'area dello scavo “dell'Armadietto„, vicino all'estremità ovest dell'area lavoro del braccio. Il gruppo pianificazione scavare in questa zona in profondità come possibile studiare i beni del terreno e ghiacciare in profondità in una depressione del poligono.

Un campione dall'area dell'Armadietto può essere consegnato al laboratorio di chimica bagnato del lander, alla parte della Microscopia, all'Elettrochimica ed all'Analizzatore della Conducibilità (MECA). La posizione per ottenere un campione dipenderebbe dai risultati da ulteriore scavatura “nell'Armadietto Superiore,„ e nell'uso della sonda di conduttività elettrica e del termale sul braccio, inserito in terreno ghiacciato all'interno dell'Armadietto Superiore per provare a presenza di sali.

14 agosto 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha catturato l'immagine mai vista di singola particella della polvere onnipresenta di Marte, facendo uso del suo microscopio atomico della forza.

La particella -- indicato ad più alto ingrandimento che qualche cosa veduto mai da un altro mondo -- è una particella arrotondata circa un micrometro, o un milionesima di un metro, attraverso. È una macchietta della polvere che maschera Marte. Tali particelle di polvere colorano il rosa Marziano del cielo, tempeste dell'alimentazione che avvolgono regolarmente il terreno rosso distintivo di Marte dei prodotti e del pianeta.

“Questa è la prima maschera di una particella argilla di taglia su Marte e la dimensione è d'accordo con le previsioni dai colori veduti nelle scadenze sul Pianeta Rosso,„ ha detto il co-ricercatore Urs Staufer di Phoenix dell'Università di Neuchatel, Svizzera, che piombo un consorzio Svizzero che ha fatto il microscopio.

“Catturare questa immagine ha richiesto il microscopio più di alta risoluzione di gestione fuori da Terra e un substrato specialmente progettato per tenere la polvere Marziana,„ ha detto Tom Pike, membro di gruppo di scienza di Phoenix dall'Istituto Universitario Imperiale Londra. “Abbiamo saputo sempre che stava andando essere tecnicamente molto provocatoria alle particelle di immagine questo piccolo.„

10 agosto 2008 - la Vibrazione dello schermo sopra un forno del laboratorio sul Lander di Phoenix Marte della NASA il Sabato è riuscito a entrare abbastanza terreno nel forno per cominciare l'analisi. I Comandi sono stati inviati per il Termale del lander e l'Analizzatore del Evolvere-Gas per cominciare l'analisi del campione del terreno da una fossa ha chiamato “il Rosso Ottimistico.„

8 agosto 2008 - gli scienziati di missione di Phoenix Marte hanno parlato oggi sulla ricerca in corso riguardo ad un'indagine in corso sui sali del perclorato individuati in terreno analizzato dal laboratorio di chimica bagnato a bordo del Lander di Phoenix della NASA.

“Trovare i perclorati è nè buona nè cattiva per vita, ma ci incita a rivalutare come pensiamo a vita su Marte,„ ha detto Michael Hecht del Jet Propulsion Laboratory della NASA, di Pasadena, della California, dello scienziato del cavo per la Microscopia, dell'Elettrochimica e dell'Analizzatore della Conducibilità (MECA), lo strumento che include il laboratorio di chimica bagnato.

Se confermato, il risultato è emozionante, Hecht ha detto, “perché i tipi differenti di sali del perclorato hanno beni interessanti che possono riguardare il modo che le cose lavorano a Marte se -- e quello è un grande “se “ -- i risultati dai nostri due cucchiaini da caffè di terreno sono rappresentante di tutto il Marte, o almeno una parte significativa del pianeta.„

Il gruppo di Phoenix ha avuto ha voluto controllare l'individuazione con un altro strumento del lander, il Termale e l'Analizzatore del Evolvere-Gas (TEGA), che riscalda il terreno ed analizza i gas eliminati. Ma come quell'esperimento di TEGA era la settimana scorsa in corso, rapporti di notizie speculativi è affiorato reclamando il gruppo stava tenendo indietro un'individuazione importante per quanto riguarda il habitability su Marte.

“Il progetto di Phoenix ha deciso di intraprendere un'azione insolita„ nel parlare della ricerca quando i sui scienziati sono soltanto circa a metà strada della fase della raccolta di dati e non ancora sono avuti tempo di completare l'analisi di dati o di realizzare il lavoro di laboratorio necessario, ha detto il ricercatore principale Peter Smith di Phoenix dell'Università dell'Arizona, Tucson. Gli Scienziati sono ancora nella fase in cui stanno esaminando le ipotesi multiple, data la prova che il terreno contiene il perclorato.

“Abbiamo deciso di mostrare la scienza pubblica nell'atto a causa dell'interesse estremo nella missione di Phoenix, che sta cercando un ambiente abitabile sugli spazi nordici di Marte,„ Smith abbiamo aggiunto. “Ora, non sappiamo se trovare il perclorato è buone notizie o cattive notizie per vita possibile su Marte.„

4 agosto 2008 - gli Scienziati stanno analizzando i risultati dai campioni del terreno consegnati parecchie settimane fa agli strumenti di scienza sul Lander di Phoenix Marte della NASA per capire la chimica del terreno della piattaforma di atterraggio e la mineralogia.

Entro l'ultimo mese, due campioni sono stati analizzati dal Laboratorio di Chimica Bagnato della Microscopia del veicolo spaziale, dell'Elettrochimica e dell'Analizzatore della Conducibilità, o MECA, suggerente uno dei componenti del terreno può essere perclorato, una sostanza altamente d'ossidazione. Il gruppo di Phoenix sta aspettando i risultati complementari dall'Analizzatore del Evolvere-Gas e del Termale, o TEGA, che egualmente è capace di rilevazione del perclorato. TEGA è una serie di forni e di analizzatori che “fiuti„ i vapori rilasciati dalle sostanze in un campione.

La NASA terrà una teleconferenza di media martedì 5 agosto, alle 11 di mattina PDT (2 del pomeriggio EDT), per discutere queste attività recenti di scienza.

3 agosto 2008 - Internet è stato inondato con la speculazione che gli strumenti, compreso il Microscopio Atomico della Forza da Nanosurf, tenuto nella serie di MECA sul Lander di Phoenix Marte ha trovato la vita su Marte. La Speculazione è abbondante che il Lander ha trovato i campioni che potrebbero soltanto essere un modulo delle feci. Più probabilmente è l'individuazione di un composto del carbonio che è in qualche modo animale o pianta riguardante. Sebbene la NASA abbia negato le voci hanno trovato qualcosa. Il gruppo di MECA era la settimana scorsa assente da un'istruzione Della Casa Bianca dove la prova è stata presentata al Presidente che prova l'esistenza dell'acqua su Marte. A quel tempo hanno detto che il gruppo di MECA non ha avuto risultati da discutere - ma ora fanno.

31 luglio 2008 - Tutta La prova precedente certamente ha indicato che il modo ma gli scienziati della NASA ha confermato appena che Marte effettivamente ha acqua. L'Analisi Termica è risultato che l'acqua è presente su Marte - e gli scienziati egualmente hanno commentato che piuttosto che essendo una toppa isolata, immagini della superficie di Marte mostri il paesaggio per essere “da terreno dominato da ghiaccio„.

“Abbiamo acqua,„ ha detto William Boynton dell'Università dell'Arizona, dello scienziato del cavo per l'Analizzatore del Evolvere-Gas e del Termale, o di TEGA. “Abbiamo veduto prima la prova per questo sorbetto nelle osservazioni in orbita di Odissea di Marte ed in bei pezzi di scomparsa osservati il mese scorso da Phoenix, ma questa è la prima volta l'acqua Marziana è stata toccata ed avuto stata un sapore.„

Con i risultati attiranti finora ed il veicolo spaziale nella buona forma, la NASA egualmente ha annunciato che il finanziamento operativo per la missione estenderà con il 30 settembre. La missione principale originale di tre mesi di conclusioni alla fine d'agosto. L'estensione di missione aggiunge cinque settimane ai 90 giorni della missione principale.

ventisettesimo al 29 luglio 2008 - il Mestolo sul lander di Phoenix Marte sta avendo difficoltà consegnare i campioni esattamente alla strumentazione per l'analisi. Sembra che il ghiaccio misto con il terreno stia rendendogli derivare appiccicoso la difficoltà che versa il campione dal mestolo. Gli ingegneri della NASA stanno provando un intervallo delle tecniche differenti per superare questo problema.

25 luglio 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha governato il fondo di una fossa bassa per preparare per la raccolta del campione da analizzare da un livello sotto la superficie duro in cui il terreno può contenere l'acqua congelata.

23 luglio 2008 - Phoenix Martedì in anticipo ha rifinito il suo turno di lavoro più lungo della missione. Il lander è restato sveglio per 33 ore, completando le mansioni che raspatura inclusa e raschiare dal braccio robot, oltre alle osservazioni dell'atmosfera in coordinazione con le osservazioni simultanee da Mars Reconnaissance Orbiter della NASA.

“La Nostra prova di raspatura ieri ci ha dati che abbastanza fiducia che ora pianificazione per l'uso seguente della raspa essere per l'acquisto del campione da consegnare a TEGA,„ ha detto il project manager Barry Goldstein di Phoenix del Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California TEGA è Analizzatore del Termale e del Evolvere-Gas di Phoenix, uno strumento che riscalda i campioni in piccoli forni ed utilizza uno spettrometro di massa per studiare i vapori eliminati dal riscaldamento.

20 luglio 2008 - la NASA ha rilasciato le immagini qualche 3D di Marte. Avrete bisogno di un insieme dei vetri Rosso-Blu e le immagini sono qui.

18 luglio 2008 - La vita è stata trovata su Marte? Qui è una maschera da Nanosurf che mostra la loro mascotte Marziana Surfi con la prima immagine del AFM da Marte.

17 luglio 2008 - Non molta attività sta accendendo con il AFM nell'unità di MECA a bordo del Lander di Marte durante la settimana passata. Indietro su terra i gruppi scientifici stanno bombardandi con le quantità enormi di dati e stanno preparando le presentazioni dei risultati preliminari.

Su Marte c'era un momento drammatico in cui il Lander ha trascurato i comandi dalla NASA e parzialmente si è chiuso giù. La Scavatura stava continuando su Marte quando la NASA ha inviato i comandi per un manouvre che il Lander ha reputato pericoloso. Costruito nel software ha identificato un difetto nei comandi che avrebbero indotto il braccio del robot ad usare troppa forza ed a rompere la sua propria manopola. Così il Lander ha interrotto automaticamente il braccio del robot per impedire tutto il danno.

10 luglio 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA definitivo ha utilizzato il microscopio atomico a bordo della forza da Nanosurf. Terreno Marziano di Atomictouched con una sonda del tipo di forcella per la prima volta e cominciato facendo uso di un microscopio che esamina le forme delle particelle minuscole secondo il contatto loro.

La prima Immagine Atomica del Microscopio della Forza da Marte

Ciò microscopio Svizzero-Fatto sviluppa un'immagine della superficie di una particella percependola con un suggerimento marcato all'estremità di una sorgente, interamente microfabricated da un nastro di silicio. Il sensore guida su e giù quanto segue il contorno della superficie, fornente informazioni

Il primo tocco di suggerimento atomico del microscopio della forza ad un substrato sulla ruota della campione-presentazione della stazione di microscopia ha servito da prova di convalida. Il substrato sarà usato per giudicare le particelle del terreno sul posto per ispezione dal microscopio. La prima rappresentazione del microscopio ha cominciato Mercoledì ed ha prodotto un'immagine di calibratura di un substrato scanalato. “È solo stupefacente quando pensate che l'intera area nelle misure di questa immagine su un ciglio. Sto guardando in avanti alle cose emozionanti per venire,„ Hecht ha detto.

Con questi sviluppi nei due giorni scorsi, il veicolo spaziale ha messo per usare tutte le capacità della suo Microscopia, Elettrochimica ed Analizzatore della Conducibilità, o MECA, serie degli strumenti. I Ricercatori hanno cominciato ad analizzare i dati che questa settimana dal secondo campione di terreno ha provato dal laboratorio di chimica bagnato di MECA.

Nel Frattempo, il gruppo di Phoenix sta controllando per vedere se c'è il migliore metodo per riunire un campione di ghiaccio Marziano per analizzare facendo uso del Termale del lander e dell'Analizzatore del Evolvere-Gas, che riscalda i campioni ed identifica i vapori loro. I Ricercatori stanno utilizzando il braccio robot di Phoenix per annullare fuori da una toppa di materiale duro scoperta in una fossa bassa “Biancaneve senza formalità chiamato.„ Pianificazione nei prossimi giorni cominciare a per mezzo di una raspa motorizzata sul retro del mestolo del braccio per allentare i bit del materiale duro, che si pensa che sia ricco in acqua congelata.

8 luglio 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha utilizzato il suo Braccio Robot per consegnare un secondo campione di terreno per l'analisi dal laboratorio di chimica bagnato del veicolo spaziale, dati ricevuti da Phoenix domenica sera confermata.

I Risultati dalle prove del questo campione saranno confrontati nei prossimi giorni ai risultati dal primo terreno Marziano analizzato dal laboratorio di chimica bagnato due settimane fa. Quel laboratorio fa parte della Microscopia di Phoenix, dell'Elettrochimica e dell'Analizzatore della Conducibilità.

L'attività principale sul programma del lander per l'oggi sta verificando un metodo a raschio su del campione di materiale ghiacciato e ad entrarlo nel mestolo all'estremità del Braccio Robot. La Fotografia prima, durante e dopo il trattamento permetterà la valutazione di questo metodo. Se la prova va bene, il gruppo di scienza pianificazione usare questo metodo per riunire il campione seguente da consegnare allo strumento dell'cuocere-e-annusata di Phoenix, al Termale ed all'Analizzatore del Evolvere-Gas.

3 luglio 2008 - Il campione seguente ha consegnato al Termale del Lander di Phoenix Marte della NASA e l'Analizzatore del Evolvere-Gas (TEGA) sarà ricco di ghiaccio, ma problemi è preveduto. Un gruppo degli ingegneri e degli scienziati montati per valutare TEGA dopo che un cortocircuito è stato scoperto nello strumento ha concluso che un altro cortocircuito potrebbe accadere quando il forno è usato ancora. “Poiché non c'è modo valutare la probabilità di un altro cortocircuito che accade, stiamo adottando la maggior parte del approccio conservatore e stiamo trattando il campione seguente a TEGA come possibilmente nostro duri,„ ha detto Peter Smith, il ricercatore principale di Phoenix.

1° luglio 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha ingrandetto la fossa “Bianca Come La Neve„ ed ha raschiato sui piccoli pilastri di terreno ghiacciato sabato 28 giugno, del trentatreesimo giorno Marziano, o del solenoide, della missione. Gli Scienziati dicono che la raschiatura è ideale per gli strumenti analitici del lander. Gli scopi globali di Phoenix sono: scavi all'acqua congelata sotto terreno sotto la superficie, tocchi, esamini, vaporizzi e fiuti il terreno e ghiacci per scoprire la cronologia dell'acqua su Marte, determini se il terreno artico Marziano potesse supportare la vita e studi il tempo Marziano da una prospettiva polare.

26 giugno 2008 - Il gruppo scientifico del Lander di Phoenix Marte riferisce che gli esperimenti bagnati di chimica eseguiti in precedenza in settimana hanno consegnato i risultati di promessa. Gli esami hanno provato che il fango Marziano ha contenuto un intervallo delle sostanze nutrienti ed era alcalino con un pH di 8 - 9. Una combinazione perfetta per harbouring vita su Marte.

24 giugno 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha riposizionato leggermente oggi il suo braccio robot ed è ora sospeso consegnare il terreno Marziano al suo laboratorio di chimica bagnato. La consegna e l'analisi è attribuita accadranno domani. I experiements saranno fatti nella serie di MECA degli strumenti e comprenderanno le prove del terreno a sali, ad acidità e ad altre caratteristiche.

21 giugno 2008 - il campione del Terreno è stato consegnato al microscopio ottico per l'analisi. Più terreno rimane nel mestolo del braccio robot pronto affinchè gli scienziati dia il comando al Lander di Phoenix Marte consegnarlo a MECA. Attualmente il Microscopio Atomico della Forza di Nanosurf può essere utilizzato per la prima volta su Marte.

19 giugno 2008 - gli scienziati della NASA ritengono che il Lander di Phoenix Marte abbia trovato il sorbetto su Marte. Sebbene il campione esaminato nel TEGA sia trovato per non contenere alcun ghiaccio, la rappresentazione da Marte indica che il ghiaccio è presente appena sotto la superficie Marziana. La Scavatura il 15 giugno ha scoperto un certo bianco luminoso, taglia gli oggetti a cubetti graduati. Il Sale era uno dei possibilites iniziali di cui il materiale potrebbe essere. Quegli oggetti bianchi luminosi ora sono scomparso e gli scienziati della NASA sono convinti che siano stati bei pezzi di ghiaccio che ora sono evaporato.

18 giugno 2008 - gli Scienziati hanno eseguito alcune prove sulla memoria flash a bordo del lander di Phoenix Marte dopo la perdita degli alcuni dati scientifici non critici. “Il veicolo spaziale è sano e completamente commandable, ma stiamo continuando prudentemente finché non capiamo la causa di origine di questo evento,„ abbiamo detto il Project Manager Barry Goldstein di Phoenix del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

17 giugno 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha cominciato a scavare in un'area chiamata “il Paese delle meraviglie„ Martedì in anticipo, catturante il suo primo mestolo di terreno da una funzionalità di superficie poligonale all'interno della regione “del parco nazionale„ che gli scienziati di missione stanno conservando per scienza.

Il Braccio Robot del lander ha creato la nuova fossa della prova chiamata “Biancaneve„ il 17 giugno, il ventiduesimo giorno Marziano, o solenoide, dopo il veicolo spaziale di Phoenix atterrato il 25 maggio. Durante la vangata di Martedì, il braccio non ha raggiunto il materiale bianco duro, possibilmente ghiaccia, che Phoenix esponesse precedentemente nella prima fossa che ha scavato nel terreno Marziano.

16 giugno 2008 - Uno dei forni sul Lander di Phoenix Marte della NASA ha continuato a cuocere il suo primo campione di terreno Marziano durante il fine settimana, mentre il Braccio Robot ha scavato più profondo nel terreno per imparare più circa materiale bianco precedentemente scoperto nell'ambito della superficie di Marte.

“Il forno sta funzionando molto bene e vivendo fino alle nostre aspettative,„ ha detto il co-ricercatore Bill Boynton dell'Università dell'Arizona, Tucson di Phoenix. Boynton piombo l'Analizzatore del Evolvere-Gas e del Termale (TEGA), o lo strumento del forno, per Phoenix.

13 giugno 2008 - le Nuove osservazioni dal Lander di Phoenix Marte della NASA forniscono la visualizzazione ingrandetta veduta mai di terreno Marziano, mostrando le particelle che si agglutinano insieme anche al più piccolo disgaggio visibile.

“È stato più di 11 anno poiché abbiamo avuti l'idea inviare un microscopio a Marte ed assolutamente gobsmacked che ora stiamo esaminando il terreno di Marte una risoluzione di cui non è stato veduto mai prima,„ ha detto Tom Pike dell'Istituto Universitario Imperiale Londra. È un co-ricercatore di Phoenix che lavora alla Microscopia del lander, all'Elettrochimica ed all'Analizzatore della Conducibilità.

Il campione include alcune più grandi, particelle nere e vetrose come pure quelle rossastre più piccole. “Possiamo esaminare una cronologia del terreno,„ ha detto Pike. “Sembra che le particelle originali di vetro vulcanico abbiano basso stagionato alle più piccole particelle con più alta concentrazione di ferro.„

12 giugno 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha spruzzato una cucchiaiata di terreno Marziano Mercoledì sulla ruota del campione della stazione robot del microscopio del veicolo spaziale, immagini ricevute Giovedì in anticipo ha confermato.

“Assomiglia alle copie bianche e quello è appena che cosa abbiamo voluto. Il gruppo Robot del Braccio ha fatto un grande processo,„ ha detto Michael Hecht del Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California. È lo scienziato del cavo per lo strumento di Microscopia, dell'Elettrochimica e dell'Analizzatore (MECA) della Conducibilità su Phoenix.

Scavi mettere il campione del terreno nella casella che contiene le parti fondamentali di Microscopia di Phoenix, l'Elettrochimica ed Analizzatore della Conducibilità, o MECA, serie dello strumento

11 giugno 2008 - il Lander di Phoenix Marte della NASA ha riempito il suo primo forno di terreno Marziano.
“Abbiamo un forno in pieno,„ il co-ricercatore Bill Boynton dell'Università dell'Arizona, Tucson di Phoenix, ha detto oggi. “Ha richiesto 10 secondi per riempire il forno. La terra mobile.„ Boynton piombo lo strumento dell'Analizzatore del Evolvere-Gas e del Termale, o TEGA, per Phoenix. Lo strumento ha otto forni minuscoli separati per cuocere e fiutare il terreno per valutare i sui ingredienti volatili, quale l'acqua.

10 giugno 2008 - Spruzzare il metodo prova che riuscito e un piccolo livello di particelle fini è stato collocato sulla superficie superiore della serie dello strumento che include il microscopio, la Microscopia, l'Elettrochimica e l'Analizzatore della Conducibilità, o di MECA.

“Questa è buone notizie,„ ha detto la Razza Arvidson dell'Università di Washington a St. Louis, scienziato del cavo per il Braccio Robot. Ha detto che la tendenza d'agglutinamento di terreno Marziano al sito di Phoenix e ad alcune piattaforme di atterraggio più in anticipo viene dalle particelle estremamente fini che riempiono nelle lacune fra più grezzo, particelle di sabbia-dimensione, forse insieme ad un ingrediente agente per cementare insieme le particelle. I campioni Futuri del terreno possono essere preparati prima della consegna tagliandole e raschiando a pezzi con le alette sul mestolo.

Particelle Fini spruzzate sulla cima di MECA

8 giugno 2008 - Metodi per l'agitazione e la spruzzatura dei campioni negli strumenti di Phoenix collaudati. Questi metodi comprendono una prova di spruzzatura dei campioni nell'unità di MECA che alloggia il AFM da Nanosurf.

7 giugno 2008 - il Lander tenta di mettere il terreno nell'Analizzatore del Evolvere-Gas e del Termale, o TEGA. Nessuno del campione fornisce la camera del forno per l'analisi

6 giugno 2008 - il microscopio Ottico sul Lander restituisce le immagini più di alta risoluzione catturate mai della superficie di Marte. Le Immagini sono di polvere soffiata sul lander durante l'atterraggio stesso.

Questa immagine mostra un obiettivo (a 0.12 pollici) del silicone del diametro da 3 millimetri dopo che è stata esposta a polvere calciata dall'atterraggio. È l'immagine più di alta risoluzione di polvere e della sabbia acquistate mai su Marte. Credito: NASA/JPL-Caltech/University dell'Arizona

5 giugno 2008 - Prova completata con successo sul mestolo del braccio del robot. Lander che continua a fotografare automaticamente la regione intorno mentre la NASA fissa un problema con i relè di comando a e dall'orbita di Marte. Una Volta Che fissato il lander metterà il terreno a bordo negli strumenti per provare.

3 giugno 2008 - il braccio del Robot scava il terreno nelle prove per preparare per mettere i campioni del terreno dentro i instuments all'interno del lander

29 maggio 2008 - il lander di Phoenix sta restituendo le immagini dalla superficie di Marte e sta preparando utilizzare il braccio robot

25 maggio 2008 - il Lander di Phoenix è arrivato con successo e sicuro sulla superficie della regione artica di Marte

NASA, JPL, immagine dell'Università dell'Arizona catturata da Mars Orbiter di atterraggio di Phoenix con i paracaduti spiegati

Video

La sezione dei video di AZoNano ha una selezione aumentante dei video connessi con Microscopia Atomica della Forza e la Missione di Phoenix Marte

Questo video è una generalità di alcune delle immagini contenuto i primi giorni della Missione di Phoenix Marte

Il video qui sotto dalla NASA è una generalità della Missione di Phoenix Marte

La Missione di Nanosurf al Podcast di Marte

In questa intervista, lo Ian che di AZoNano Birkby parla all'Ola Modinger di Nanosurf di un nanotech incontra la storia di viaggio nello spazio. L'Ola ci dice circa il AFM che Nanosurf ha progettato per il progetto Marte e lo stato attuale del progetto che segue il viaggio di 10 mesi e come potevano inviare così strumento delicato attraverso il sistema solare. Il Podcast è disponibile qui.

Generalità di Missione

Il lander di Missione di Phoenix Marte la continua un pice molto importante di strumentazione. Di A Microscopio Atomico funzionale della Forza completamente -. Il AFM da Nanosurf è una parte integrante della missione per studiare la composizione della superficie di Marte ed è probabile svolgere un ruolo importante nella determinazione se Marte harboured mai qualunque lifeforms. Il AFM è stato FAMARS definito o “Primo AFM su MARTE„.

Figura 1. lander di Missione di Phoenix Marte

Il Nanosurf AFM realmente è fissato forte alla missione di Phoenix e perfino è nome. La creatura mitica conosciuta come Phoenix poteva a ressurect stesso dalle ceneri di è incarnazione precedente. La missione di Phoenix così è nominata perché parzialmente è sviluppata intorno a due missioni infruttuose di Marte. Il Lander Polare di Marte ed il Lander 2001 dell'Ispettore di Marte. Quando il Lander Polare di Marte è arrivato a Marte all'inizio del dicembre 1999 tutte le comunicazioni sono state perse e mai non sono state recuperate. Né ha rappresentazione, nella regione dove il lander si è pensato che abbia trovato, revealled tutto il rottame. La seconda missione, il Lander 2001 dell'Ispettore di Marte, è stata smantellata come decisione amministrativa. Fortunatamente per scienza, la strumentazione dal Lander 2001 dell'Ispettore di Marte è stata messa in archiviazione protettiva e una certa strumentazione questa e dalla missione precedente è stata adottata o ricostruito stata per la Missione di Phoenix Marte.

Figura 2. Microscopio Atomico della Forza di FAMARS da nanoSurf

Fra la vecchia strumentazione dal Lander 2001 dell'Ispettore di Marte era uno strumento conosciuto come MECA (Microscopia, Elettrochimica ed Analizzatore di Conducibilità). MECA è stato costruito dal Jet Propulsion Laboratory e da un consorzio Nanosurf, IMT Neuchâtel e IFP Basilea consistenti. È destinato per provare il terreno marziano in vista della valutazione i pericoli e dell'idoneità a sfruttamento umano in futuro. È Incluso all'interno di MECA il Microscopio Atomico della Forza di FAMARS da Nanosurf. Il AFM è incaricato con la fornitura delle immagini molto dettagliate dei granuli della superficie e del ghiaccio del terreno che si pensano che trovino su Marte.

Collegamenti

Per informazioni sulla missione della NASA Phoenix catturi gli sguardi ai seguenti collegamenti:

Sorgente: AZoNano.com, Nanosurf e NASA.

Date Added: Jun 6, 2008 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 13. June 2013 21:03

Comments
  1. iqra ali iqra ali Islamic Republic of Pakistan says:

    what is the role of AFM in mars summation??

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of AZoNano.com.
Ask A Question

Do you have a question you'd like to ask regarding this article?

Leave your feedback
Submit