Solenoide-Gel Ibridi - Funzionalità Novella nei Rivestimenti Ibridi del Solenoide-Gel Impostati Per Offrire Maggior Resistenza della Corrosione da MERI

Argomenti Coperti

Sfondo
Introduzione
Innovazione nello Sviluppo dei Solenoide-Gel Ibridi
Beni e Prestazione di Valutazione dei Rivestimenti Ibridi del Solenoide-Gel
Riassunto

Sfondo

MERI (precedentemente MRI) è stato un centro per eccellenza della ricerca in materiali dal 1990. Questa eccellenza è stata riconosciuta nel 2001 quando l'Esercizio di Valutazione di Ricerca (RAE) ha assegnato i 5 che valutano alla ricerca effettuata a MRI. Ciò rende a MERI il più alto dipartimento stimato del suo digitare dentro il nuovo settore dell'università e stimato accanto ai dipartimenti dei materiali delle università quali Liverpool e Queen Mary.

Le attività della ricerca e della consulenza di MERI sono supportate da una gamma bassa della grande strumentazione avanzata dai microscopi elettronici ultimi al hardware di computer a alto rendimento.

Introduzione

La Corrosione contagia l'industria dell'edilizia e costa all'economia BRITANNICA circa il 3-4% del P.I.L. Una strategia comune usata per impedire la corrosione è di applicare i rivestimenti. Alcuni di sistemi di rivestimento più efficaci per i metalli (pretrattamenti compresi, mani di fondo e superiore cappotti) contengono Storicamente il Cromo cancerogeno VI (Cr)6+ della sostanza. La legislazione ambientale Corrente è ora diminuente o imponente un divieto totale all'uso dei sistemi basati (vi) del Cr. Ciò piombo alla ricerca dei sistemi alternativi che offrono i beni resistenti alla corrosione uguali.

Un pretrattamento/mano di fondo alternativi potenziali, una che sta guadagnando l'interesse e la popolarità, è quello “del solenoide-gel„, dove “il solenoide„ è particelle (fra 0,0001 e 0.001mm nella dimensione) disperse e sospese in un liquido e dove “il gel„ può essere pensato come a liquido e ad un solido dispersi “presso a vicenda„.

Fin qui la vasta maggioranza delle applicazioni dei solenoide-gel è stata basata sopra le formulazioni puramente inorganiche; tipicamente la silice o basati a alluminio che, rispettivamente, produce le reti molecolari della silice/ossigeno e dell'alluminio/ossigeno. Questi sistemi richiedono i molti tempi della maturazione o un'alta temperatura della maturazione (spesso superiore a 300°C), che finora ha limitato l'intervallo delle domande di questo tipo di rivestimento. Più d'importanza, hanno uno spessore di rivestimento limitato (meno di 0.001mm per un sistema del unico cappotto) e sono inflessibili, così spesso crepa.

Innovazione nello Sviluppo dei Solenoide-Gel Ibridi

Recentemente i ricercatori ai Materiali & all'Istituto di Ricerca Tecnica All'Università di Sheffield Hallam hanno fatto un'innovazione nello sviluppo dei solenoide-gel ibridi, che contengono sia le componenti inorganiche che organiche. La componente organica è in genere basata a carbonio - e le obbligazioni risultanti del silicio-carbonio e dell'silice-ossigeno permettono che un intervallo dei beni sia sviluppato, compreso i vari livelli di hydrophilicity/hydrophobicity (la capacità di assorbire o rifiutare acqua rispettivamente), di flessibilità e dell'abilità a functionalise il rivestimento incapsulando i materiali con i beni specifici.

L'intervallo dei rivestimenti ibridi corrente sviluppati è flessibile, più densamente (fino a 0.015mm) e, secondo rapporto inorganico/organico, può essere fatto maturare relativamente alle basse temperature a volte giù ai dieci dei secondi. Ciò ha creato la possibilità di usando i rivestimenti del solenoide-gel per le applicazioni in-linea in grande quantità.

Alternativamente, se più tempo è maturazione disponibile è possibile alla temperatura ambiente, che ha fatto i rivestimenti “biologicamente attivi„ possibili; e qui, la componente biologicamente attiva impedisce tutti i microbi naturali nell'ambiente che colonising la superficie e che produce “una bio--pellicola„, cioè, biofouling, che può piombo “da a corrosione indotta da microbica„ altamente localizzata.

Inoltre, variare le componenti e rapporti inorganici/organici introduce altre possibilità interessanti. Per esempio, l'aggiunta di determinati inibitori di corrosione della terra rara (quale il nitrato del cerio) fornisce la resistenza della corrosione migliore e le qualità “autorigeneranti„. Cioè una superficie graffiata può vedere una piccola quantità di corrosione localizzata seguita da passività del metallo esposto al sito del graffio ma non traccerebbe l'inizio di corrosione più diffusa.

Beni e Prestazione di Valutazione dei Rivestimenti Ibridi del Solenoide-Gel

Un intervallo delle prove di laboratorio è stato condotto per valutare i beni e la prestazione di questi rivestimenti, compreso le prove neutrali dello spruzzo e di prohesion di sale, l'immersione a lungo termine semplice, la spettroscopia elettrochimica dell'impedenza, le prove della curvatura della flessibilità e di aderenza e le prove di corrosione della taglio-barriera.

Inoltre, una serie di messe a punto presso il cliente sono state condotte - il più notevole di quale finora sono state alla Barriera del Tamigi a Londra.

Una nuova variante del rivestimento del solenoide-gel ora sta producenda. Questo sistema è senza solventi (100% a base d'acqua) ed ha il vantaggio ambientale aggiunto che i composti organici non volatili (VOCs) sono rilasciati durante il trattamento di maturazione.

Riassunto

Riassumendo, i sistemi del solenoide-gel hanno applicazioni potenziali nelle numerose aree compreso pretrattamento e le mani di fondo. Inoltre, il solenoide-gel può essere usato in una vasta gamma di applicazioni della costruzione ed architettoniche, come un superiore cappotto protettivo per impedire la corrosione superficiale che altera l'estetica o come mano primaria per supportare un intervallo dei cappotti superiori definitivi.

Sorgente: MERI - Materiali ed Istituto di Ricerca Tecnica

Per ulteriori informazioni su questa sorgente visualizzi prego MERI - Materiali ed Istituto di Ricerca Tecnica.

Date Added: Oct 12, 2008 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 13. June 2013 21:03

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit