Salubrità e Rischi Ambientali di Nanomaterials

Dott. Michael Riediker, Coordinatore NanoImpactNet; Testa, Gruppo Di Ricerca “Particelle e Salubrità„, Istituto per Lavoro e Salubrità, Losanna, Svizzera
Autore Corrispondente: Michael.Riediker@hospvd.ch

Anche gli importi minuscoli di nanosilver proteggono dalla crescita batterica, le nanoparticelle in cosmetici bloccano efficientemente la luce ultravioletta e grazie ai nanopaints, superfici sono sempre perfettamente puliti. Il segreto dietro questi effetti si trova nei beni fisico-chimici alterati comuni al nanoscale.

Ogni giorno, nuovi prodotti che contengono i nanomaterials compare sul servizio (materiali con i più piccoli di 100 nanometri delle strutture). Questi prodotti novelli molto stanno promettendo. La Vita sarà più facile, i materiali diventano più solidi e più leggeri, i trattamenti medici hanno meno effetti secondari, le unità sono più efficienti e consumano meno energia quindi che contribuisce a proteggere l'ambiente.

Tutti guardiamo in avanti al bello mondo promesso dalle nanotecnologie. Allo stesso tempo, vogliamo assicurarci che non generiamo la salubrità novella o i problemi ambientali. Gli stessi beni che sono così utili per le applicazioni tecniche novelle potrebbero provocare le cattive conseguenze se non gestiamo correttamente che cosa accade a questi nanomaterials.

Per esempio, accogliamo favorevolmente la caratteristica delle nanoparticelle per vagare liberamente nel nostro organismo se stiamo parlando delle particelle nanomedical. Tuttavia, riteniamo difficili circa la prospettiva delle particelle tecniche che entrano nella nostra aria e nell'ambiente. Che Cosa accade se i lavoratori inalano le nanoparticelle? Che Cosa sono le conseguenze ecologiche delle nanoparticelle che sono rilasciate da un prodotto? Quindi, per ogni nano-caratteristico, dobbiamo valutare come possiamo trarre giovamento da, ma anche che cosa potrebbe essere le conseguenze potenzialmente indesiderate a salubrità ed all'ambiente.

La Ricerca in materia sta richiedendo e richiede la combinazione di gran numero di competenza. NanoImpactNet è stato creato a questo fine. NanoImpactNet è una rete Europea della ricerca sulla salubrità e sull'impatto ambientale dei nanomaterials. È supportato da una concessione dalla Commissione Europea. Ciò mostra il riconoscimento dell'EC di importanza per una valutazione dinamica del rischio del nanomaterial.

NanoImpactNet è una piattaforma per lo scambio ed il dibattito sulle idee della ricerca. Aiuta gli scienziati a coordinare la loro ricerca, ad armonizzare le metodologie e creare un consenso sulle aree di ricerca di priorità e di best practice. Gli istituti del partner dell'iniziale 24 della rete sono stati fatti parte di vicino oltre 300 ricercatori da 40 paesi attraverso Europa ed il mondo. Più Di 600 lettori seguono le loro discussioni nel bollettino di NanoImpactNet.

Un dispositivo speciale di NanoImpactNet è che attivamente comprende le industrie, le organizzazioni non governative e le agenzie governative nelle discussioni circa i bisogni e le domande della ricerca. Questo scambio fra i ricercatori ed i consegnatari piombo alle discussioni molto costruttive sulle strategie per assicurare lo sviluppo sicuro e responsabile dei nanomaterials.

I Timori circa le conseguenze negative delle nuove tecnologie sono rari. Nel Passato, i rischi sono stati valutati solo dopo lo sviluppo tecnologico, durante il più ampia diffusione della tecnologia. La rivoluzione di nanotecnologia è la prima volta forse quella ricercatori, l'industria ed i governi hanno funzionato insieme per valutare e gestire i rischi prima dell'approvazione diffusa di una tecnologia.

Questo cambiamento del paradigma promette di essere molto redditizio e di portare la considerevole salubrità ed i vantaggi ambientali. Tuttavia, è un paradigma provocatorio perché i rischi ed i vantaggi stimati di queste nuove tecnologie cambiano continuamente. Quindi, il bilanciamento del rischio-vantaggio è un bersaglio mobile. Richiede che le responsabilità si assumano seriamente e possiamo dovere accettare che le tecnologie siano messe sulla tenuta se i rischi associati sono considerati troppo grandi ad un momento dato. In cambio, se un rischio risulta essere più basso di quanto temuto, dobbiamo permettere una continuazione dello sviluppo tecnologico associato.

speriamo per un grande futuro con i nanomaterials!

Copyright AZoNano.com, Dott. Michael Riediker (Istituto per Lavoro e Salubrità)

Date Added: Dec 6, 2009 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 13. June 2013 23:17

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit