Contando, Incollatura ed Aggregazione di Visualizzazione in Proteine Facendo Uso di Analisi Tenente La Carreggiata di Nanoparticella

Da AZoNano

Argomenti Coperti

Introduzione
Cumuli della Proteina di Rappresentazione
Coprire l'Intervallo di Grandezza del Cumulo della Proteina
Sottomarino 30 Cumuli di nanometro
Intervallo di 1000 - di 30 nanometro

Introduzione

La Caratterizzazione dello stato dell'aggregazione in proteine è di capitale importanza quando prova a capire la stabilità e l'efficacia del prodotto. La qualità del Prodotto, sia in termini di latta dell'immunizzazione che di attività biologica, altamente è influenzata dallo stato dell'aggregazione della proteina. L'aggregazione della Proteina può accadere a tutti i punti nel processo di fabbricazione (coltura cellulare, depurazione e formulazione) e quindi, determinando lo stato dell'aggregazione, la modifica/ottimizzazione del trattamento può essere raggiunta.

Una nuova nanoparticella basata sul laser che tiene la carreggiata il sistema di analisi è ora disponibile che permette le particelle del nanoscale, quale proteina cumula, per essere liquido direttamente e determinato visualizzato e incluso in tempo reale, da cui i profili ad alta definizione di distribuzione di dimensione delle particelle possono essere ottenuti. La tecnica è basso costo veloce, robusto, accurato e che rappresentano un'alternativa attraente o un complemento ai metodi attuali di analisi di nanoparticella quale lo Scattering Leggero Dinamico, DLS (anche conosciuto come la Spettroscopia di Correlazione del Fotone, PCS) o Microscopia Elettronica (EM).

Cumuli della Proteina di Rappresentazione

Lo strumento di NanoSight offre la comprensione unica nell'aggregazione della proteina nell'ordine di 30 nm-1000 nanometro.

Figura 1. Un'immagine tipica ha prodotto dalla tecnica di NanoSight. L'immagine permette che gli utenti immediatamente riconoscano determinate funzionalità circa il loro campione.

Figura 2. distribuzione di dimensione delle Particelle (distribuzione di numero) prodotta dal campione come appare Figura 1.

Coprire l'Intervallo di Grandezza del Cumulo della Proteina

Una serie di tecniche sono state usate Storicamente per caratterizzare le proteine e l'aggregazione della proteina. Le tecniche di separazione sono usate Spesso per discriminare le proteine ed i cumuli della proteina, con ulteriore analisi eseguita su un campione separato.

Tecniche Analitiche:

Tecniche di Separazione:

  • Cromatografia di Esclusione di Dimensione (SEC)
  • Frazionamento di Flusso di Campo (FFF)
  • Elettroforesi Capillare. (CE)
  • Ultracentrifugazione Analitica (AUC)

Sottomarino 30 Cumuli di nanometro

È comune trovare SEC accoppiata con DLS, i CENTRI COMMERCIALI o la spettroscopia UV. La Cromatografia di Esclusione di Dimensione può essere usata per separare i monomeri della proteina dai cumuli. L'analisi Successiva facendo uso di DLS per esempio, può elaborare la dimensione accurata/l'analisi peso molecolare per le frazioni depurative. Sopra il limite di esclusione della colonna di SEC non c'è la separazione e quindi ammassa sistemi di analisi quale DLS è meno ben adattato. L'analisi dei CENTRI COMMERCIALI può contribuire a diminuire l'effetto di più grandi cumuli in campioni non frazionati ma la tecnica richiede l'interpretazione.

Intervallo di 1000 - di 30 nanometro

La tecnica di NanoSight permette che i cumuli della proteina all'interno dell'intervallo di grandezza di 30 - 1000 nanometro siano determinato imaged e graduati tenendo la carreggiata il loro moto Browniano su una base della particella-da-particella. l'analisi della Particella-da-Particella permette che le distribuzioni di alta risoluzione di numero siano generate. Questa regione spesso è servita male da DLS con alta concentrazione di monomero della proteina ed il numero basso di grandi, cumuli luminosi che dominano spesso il segnale.

Mentre il frazionamento può essere eseguito quale con FFF all'analisi dell'aiutante DLS, la diluizione che è richiesta spesso per FFF può rendere questo undesirable dell'itinerario dovuto il potenziale per ulteriore aggregazione. Ancora, la diluizione di questi cumuli “di taglia media„ li cattura spesso sotto il limite della sensibilità per DLS. La tecnica di Nanosight non richiede frequentemente diluizione mentre i 30-1000 cumuli della proteina di nanometro fanno parte spesso dell'intervallo di concentrazione ottimale per questa tecnica.

Il limite tagliato della tecnica di NanoSight (30 nanometro per i cumuli della proteina) significa che è ben adattato complementare SEC/DLS o SEC/UV sopra il limite di esclusione di SEC. Il limite superiore della tecnica di NanoSight rappresenta il punto a cui le singole tecniche convenzionali della rappresentazione/oscuramento della particella diventano applicabili.

Senza la separazione priore di cumuli, DLS fornirebbe tipicamente un risultato bimodale per il campione cumulato come appare Figura 3. Il picco primario vicino formato dal grande numero di particelle monomeriche, mentre il picco secondario sarebbe costituito dai cumuli molto grandi che spargono le intensità significative di indicatore luminoso. Un'analisi male risolta di DLS mostrerebbe che nessuna particella fra questi punti malgrado la loro esistenza come le particelle monomeriche primarie ed i pochi più grandi cumuli avrebbe dominato il segnale.

La Figura 3. Immagine ha prodotto dallo strumento di Nanosight LM10-HS che mostra un campione molto cumulato della proteina.

Mentre la tecnica di NanoSight non potrebbe misurare la dimensione monomerica primaria poichè le particelle sarebbero sceso sotto il limite di segnalazione della tecnica, superiore a 30 nanometro, la tecnica fornisce l'analisi della particella-da-particella dei cumuli della proteina, formante unicamente una distribuzione ad alta definizione di numero delle particelle cumulate.

Figura 4. Una rappresentazione della distribuzione delle dimensioni delle particelle che possono essere contenute all'interno di un campione cumulato della proteina.

Questi informazioni sono state originarie, esaminate ed adattate dai materiali forniti da NanoSight.

Per più informazioni visualizzi prego NanoSight.

Date Added: Dec 22, 2009 | Updated: Mar 7, 2013

Last Update: 7. March 2013 09:27

Ask A Question

Do you have a question you'd like to ask regarding this article?

Leave your feedback
Submit