Ottenendo le Tecnologie Quale Nanotecnologia Dalle Università

da Dott. Thierry Bontoux

Dott. Thierry Bontoux, Fondatore e Direttore, TBx Consultanti Srl, REGNO UNITO.
Autore Corrispondente: thierry.bontoux@tbx-consulting.com

Che Cosa è il ruolo delle università e del centro di ricerca pubblico nella fornitura delle tecnologie all'Industria? Ciò è una domanda con molte risposte possibili che non raggiungeranno mai un consenso se in primo luogo non consideriamo chi i Academics sono e che cosa è il loro scopo da raggiungere.

I Academics/rinvio delle università deve nè effettuare ricerca e sviluppo industriali, nè sono per capire i risultati industriali della ricerca che hanno realizzato. Sanno meglio di chiunque che cosa sono le sfide scientifiche e le risposte il loro lavoro fornisce, ma ottiene a mala pena interessato nei brevi ed utili che finanziari potrebbero ottenere dalla commercializzazione del loro lavoro. Alcuni fanno, ma quei sono l'eccezione. La vasta maggioranza di loro non è gli imprenditori. Molti di quelli che ho lavorato con erano semplicemente impauriti dall'idea di occuparsi dell'industria, se non contro il principio nudo di agire in tal modo. Tuttavia, dicendo così, si potrebbe domandarsi perché le aree quale intorno a Cambridge nel REGNO UNITO o la Stanford in U.S.A. hanno generato tante riuscite partenze.

Che Cosa è accaduto su quei due che città universitaria è certamente una combinazione delle università incoraggiando i rotazione-outs combinati con un gruppo di ingegneri pronti a saltare da un datore di lavoro ad alto rischio ad un altro se il loro popolare originale della società. Ma quella seconda componente è associata con l'università? Non oltre il fatto che le università potrebbero prepararle bene. Questa “razza„ degli ingegneri ha piccolo in comune con i academics. Entrambi costituiscono due gruppi distinti che mettono una volta insieme sono capaci di più grandi successi industriali. Perché? Poiché guardano ai problemi nel modo molto differente. C'è così un modo lasciare le PMI e le partenze approfittare della tecnologia ed il IP sviluppato all'interno delle università; un modo non applicabile soltanto a Cambridge ed a Stanford.

La Maggior Parte delle università hanno sviluppato alcuni trattamenti per vendere o concedere una licenza al loro IP, ma hanno agito in tal modo nel modo più inefficiente che considerano la quantità di risorse che hanno ed il numero reale di riusciti rotazione-outs che emergono da loro.

A mio parere, ci sono due ragioni per questa situazione: 1) l'accesso al IP è a disposizione praticamente soltanto dei academics; e 2) gli uffici del trasferimento di tecnologia sono diretti dalle persone senza conoscenza reale di impresa e chi in molti casi non sono stati esposti mai alla realtà di imprenditorialità. Perché resterebbero in posto se fossero imprenditori reali con tutto il potenziale che una latta dell'università offre in termini di sviluppo di impresa?

La soluzione potrebbe essere un'alternativa al modello classico della Rotazione-Fuori cioè un sistema di Perdere con cui un imprenditore interno o esterno ha potuto usare gli impianti delle università ed il finanziamento allo scopo di generare una tecnologia commerciabile. È stato ritenuto in un'indagine che recente ho fatto sulle sfide che affrontano la ricerca nel REGNO UNITO1 che più academics ed iniziano aumenta sarebbero preparati correre il rischio se fosse diviso, con le vittorie potenziali sul IP e sui redditi comuni. Nel caso dove questo approccio ha venuto a mancare il IP ancora avrebbe risieduto con le università ed in loro sia libero di venderlo sopra o di provare a svilupparlo e commercializzare con qualcun altro.

Un modello di Perdere ha molto vantaggio per sia le università che gli imprenditori:

1) porta le competenze che di affari l'istituzione accademica sta mancando di in generale
2) diminuisce il rischio finanziario per i quei volere rischiarsi in un affare di impresa. L'università fornisce loro un contributo finanziario se non uno stipendio; e
3) le università ridurranno i loro costi investendo negli imprenditori reali e così massimizzando il numero di riuscita impresa potenziale.

Dappertutto, le università sono piene della gente molto intelligente con una comprensione fantastica della scienza. Meritano un sistema di trasferimento di tecnologia efficiente permettendo a loro o ad altre di portare le loro idee fuori al mondo reale. Il sistema di Perdere dovrebbe permettere che questo accada perché conta sulle diverse competenze e non solo sulla protezione dei Capitali Di Rischio.


Riferimenti

1. Strategia BRITANNICA per Nanotecnologia (strategia di http://tbx-consulting.com/images/document/UK per nanotechnology.pdf)

Copyright AZoNano.com, Dott. Thierry Bontoux (TBx che Consulta Srl)

Date Added: Apr 8, 2010 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 14. June 2013 01:28

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit