Stampa e Strizzacervelli: Una Nuova Strategia per Elettronica Stampabile?

dal Professor Michelle Khine

Il Professor Michelle Khine, Reparto di Assistenza Tecnica Biomedica, Università di California, Irvine
Autore Corrispondente: mkhine@uci.edu

L'attrattiva di elettronica di stampa sopra gli approcci più convenzionali si trova nel suo potenziale di modellare a buon mercato le ampie aree e le unità flessibili sui substrati di plastica.1 Tali tecnologie hanno potuto provare critico per tali applicazioni come le visualizzazioni e le antenne flessibili.2,3 Mentre la schermo-stampa e la stampa del getto di inchiostro sono limitate nella risoluzione, forniamo i mezzi per migliorare sopra il limite inerente di risoluzione di stampa stampando sulle lamiere sottili di plastica rilevate in anticipo. Con un rapporto di riproduzione di 95% dell'area, possiamo raggiungere le strutture di alta risoluzione ed alte di allungamento.

Il Professor Khine dall'Università di California, Irvine ha proposto un semplice, ultrarapido e dal metodo robusto per creare le ampie aree dei nanowrinkles come pure di alti nanostructures bimetallici marcati di area, nanopetals punzonati, in un polimero di memoria di forma. Modellando alla larga scala, che è facile ed economica, contiamo sul rilassamento provocato dal calore delle lamiere sottili rilevate in anticipo del polimero di memoria di forma per raggiungere le nostre strutture desiderate.4-6

Figura 1. Ultrarapida, processo di fabbricazione di basso costo dei nanostructures integrati in plastica. Nanowrinkles si è formato dal restringimento isoptropic (a) modellando via la maschera e poi restringendosi isotropically (b), restringendosi anisotropically (c) e nanopetals creati incrinando i nanowrinkles.

I nanostructures risultanti -- quel servire da efficaci nano-antenne -- auto-sono montati facendo leva il disadattamento nella rigidezza fra la lamiera sottile rilevata in anticipo di ritiro del polimero e le pellicole sottili metalliche. Questi nanopetals forniscono i punti caldi minuscoli alle loro barriere che esibiscono gli effetti plasmonic estremamente forti, limitanti l'emissione ai piccoli volumi di eccitazione (10L-18) e miglioranti l'intensità della fluorescenza dei fluorophores vicini da parecchi mille-popolare.

I forti effetti di superficie del plasmon di questi nanopetals nelle vicinanze di fluorescina eccitate dalla mostra di microscopia del due-fotone oltre 4000 potenziamenti della volta nell'intensità di fluorescenza. Questi nanostructures facilmente e ultrarapidly sono creati e possono robusto essere integrati nelle lamiere sottili di plastica. Con questo approccio, possiamo fare varie strutture compreso gli alti elettrodi di area come pure le strutture waveguiding ottiche.

I Nostri lavori precedenti con i film restringibili hanno messo a fuoco sulle applicazioni di un giocattolo del polistirolo chiamato “Shrinky-Dinks„.7 Recentemente, abbiamo dimostrato che una pellicola sottile degli strizzacervelli della poliolefina esibisce un rapporto di riproduzione di 95% dell'area per i modelli di alto-aspetto per la litografia morbida.8 Combinandoci con una tagliatrice digitale a basso costo del mestiere, potevamo anche raggiungere i canali microfluidic completi relativamente costanti e coerenti con le superfici regolari, i muri laterali verticali e gli alti canali di allungamento con le risoluzioni laterali ben oltre lo strumento utilizzato per tagliarle.9 Una Volta combinati con gli inchiostri o i metalli conduttivi, possiamo creare le strutture interessanti utili per nano-elettronica stampata.


Riferimenti

  1. B.Y. Ahn, E.B. Duoss, M.J. Motala, X. Guo, S.Park, Y. Xiong, J. Yoon, R.G. Nuzzo, J.A. Rogers, J.A. Lewis, Scienza, 2009, 323,1590-1592.
  2. J.A. Rogers et al., Proc. Nazionale. Acad. Sci, 2001, 98, 4835.
  3. R.A. Potyrailo, W.G. Morris, Anale. Chim., 2007, 79, 45.
  4. K. Sollier, C.A. Mandon, K.A. Heyries, L.J. Blum e C.A. Marquette, Chip del Laboratorio, 2009, 9, 3489-3494.
  5. M. Lungamente, M.A. Sprague, A.A. Grimes, B.D. Rich e M. Khine, Appl Phys Lett, 2009, 94,
  6. C.S. Chen, D.N. Breslauer, J.I. Luna, A. Grimes, W.C. Chin, L.P. Leeb e M. Khine, Chip del Laboratorio, 2008, 8, 622-624.
  7. A. Grimes, D.N. Breslauer, M. Long, J. Pegan, L.P. Lee e M. Khine, Chip del Laboratorio, 2008, 8, 170-172.
  8. D. Nguyen, D. Taylor, K. Qian, N. Norouzi, J. Rasmussen, S. Botzet, K.H. Lehmann, K. Halverson e M. Khine, Chip del Laboratorio, 2010, 10, 1623-1626.
  9. D. Taylor, D. Dyer, V. Lew, M. Khine, Chip del Laboratorio, 2010, DOI: 10.1039/c0047

Copyright AZoNano.com, MANCEF.org

Date Added: Nov 25, 2010 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 14. June 2013 04:16

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit