Il Servizio Sfida l'Affronto della Ricerca Accademica nella Commercializzazione delle Unità Impiantabili Nano-Permesse a per l'Analisi Biomedica in vivo

dal Professor Esteve Juanola-Feliu

E.a Juanola-Feliu*, J. Colomer-Farraronsa, P. Miribel-Catalàa, J. Samitiera,b,c, CEMIC-Dipartimento del J.d
a
Valls-Pasola del Gruppo Di Ricerca di Elettronica, di Bioelettronica e Di Nanobioengineering (SIC-BIO), Università di Barcellona

b IBEC-Istituto per Bioingegneria della Catalogna, µnanosystems Costruente per il Gruppo Di Ricerca Biomedico di Applicazioni
cCentro CIBER-BBN-Biomedico della Rete di Ricerca nella Bioingegneria, in Biomateriali e in Nanomedicine
dDipartimento dell'Organizzazione di Affari e di Economia, Università di Barcellona
Autore Corrispondente: ejuanola@el.ub.es

Argomenti Coperti

Nanotecnologia ed Economia
Convergenza delle Tecnologie in Nanomedicine
L'Unità Biomedica per Analisi in vivo
     Unità Biomedica Innovatrice avanzata
     Architettura dell'Unità Impiantabile
     La Scelta del Nanobiosensor
Nanobiotecnologia e Nanomedicine
     Documenti In relazione con nana e Brevetti
     Criteri Scientifici ed Investimento Globale
     Sfide di Ricerca per le Nanobiotecnologie
Conclusioni e Raccomandazioni Definitive

Nanotecnologia ed Economia

Ampiamente è riconosciuto che il benessere delle economie più avanzate è al rischio e che il solo modo affrontare questa situazione è gestendo le economie della conoscenza. Per raggiungere questo scopo ambizioso, dobbiamo migliorare la prestazione di ogni dimensione “nel triangolo di conoscenza„: formazione, ricerca ed innovazione. Effettivamente, il punto recente di risultati all'importanza delle strategie del aggiungere-valore e la vendita durante il R+D elabora in modo da colmare la lacuna fra il laboratorio ed il servizio ed in modo da assicuri la riuscita commercializzazione di nuovi prodotti basati sulla tecnologia. Inoltre, in un'economia globale in cui la fabbricazione convenzionale è dominata dalle economie di sviluppo, il futuro dell'industria nelle economie più avanzate deve contare sulla sua capacità di innovare in quelle attività alta tecnologie che possono offrire un valore aggiunto differenziale, piuttosto che sul miglioramento le tecnologie attuali e dei prodotti. Sembra abbastanza chiaro, quindi, che la combinazione di salubrità (medicina) e di nanotecnologia in una nuova unità biomedica sia molto capace di riunione dei questi requisiti.

La Nanotecnologia fornisce le innovazioni che supportano le sorgenti senza fine di innovazione e di creatività all'intersezione fra medicina, biotecnologia, assistenza tecnica, le scienze fisiche e la tecnologia dell'informazione e la disciplina sta aprendo le nuove direzioni in R+D, nella gestione delle conoscenze e nel trasferimento di tecnologia. Una serie di prodotti del nanotech sono già in uso e gli analisti invitare i servizi per svilupparsi dalle centinaia di miliardi di euro durante la decade attuale. Dopo un periodo di incubazione lungo di R+D, parecchi segmenti industriali già stanno emergendo presto come adottanti dei prodotti nanotech-permessi a1 (Fuji-Keizai, 2007); in questo contesto, la crescita sorprendente rapida del mercato è preveduta e le opportunità di mercato della messa solenne sono prevedute per i sotto-segmenti mirati a della ricerca. I Risultati suggeriscono che il servizio di Bio&Health fornisca alcuni di più grandi avanzamenti nel corso di prossimi anni e che, di conseguenza, le applicazioni del nanoscience e della tecnologia a medicina avvantaggieranno i pazienti fornendo le nuove analisi di prevenzione, la diagnosi precoce, il video del nanoscale ed il trattamento efficace via le strutture mimetiche. Indubbiamente, ci sono considerevoli sfide nella progettazione dei nanostructures che possono gestire le scale cronologiche attendibilmente sovraestese nell'organismo.

La riduzione di lunghezza della scala che è stata raggiunta con il nanosynthesis (la tecnologia dal basso) e nanomachining (tecnologia dall'alto in basso) ha il potenziale di interagire con il mondo biologico come mai prima. Le bio--nanotecnologie funzionano all'interfaccia fra i nanostructures e le biomolecole organizzati, che sono itinerari chiave di controllo per il raggiungimento delle innovazioni nuove nella medicina; odontoiatria e terapeutica; in alimento dell'origine vegetale animale e; e nei prodotti quotidiani di cura quali i cosmetici. Secondo il GENNESYS White paper (2009), questo nuovo campo di ricerca fornirà le innovazioni significative nell'immediato futuro nei regni dei bioreattori, dei materiali biocompatibili e delle tecnologie del laboratorio-su-chip.

Convergenza delle Tecnologie in Nanomedicine

il nanomedicine è definito come l'applicazione di nanotecnologia a salubrità. Sfrutta il fisico medica migliore e spesso novello, il prodotto chimico ed i beni biologici dei materiali al disgaggio nanometric. Nanomedicine ha un impatto potenziale sulla prevenzione, presto e diagnosi affidabile ed il trattamento delle malattie. Nel caso di nanomedicine, ci sono una vasta gamma di tecnologie che possono applicarsi agli apparecchi medici, ai materiali, alle procedure ed alle modalità del trattamento. Uno sguardo più attento al nanomedicine introduce le tecniche nanomedical emergenti quali il nanosurgery, l'assistenza tecnica del tessuto, i sistemi diagnostici nanoparticella-permessi a e la consegna mirata a della droga. Ancora nella sua infanzia, gran parte del lavoro nella disciplina comprende R+D ed è, quindi, cruciale che le istituzioni sanitarie, gli istituti di ricerca ed i produttori lavorano insieme efficientemente.

In particolare, i gruppi di ricerca e gli uffici pluridisciplinari del trasferimento di tecnologia stanno svolgendo un ruolo chiave nello sviluppo di nuove unità biomediche impiantabili nano-permesse a con una comprensione avanzata della relazione beni/della microstruttura per i materiali biocompatibili e del loro effetto sulla struttura/prestazione di queste unità. Per continuare più ulteriormente, una struttura generale è richiesta che può facilitare una comprensione dei requisiti tecnici e medici in modo che i nuovi strumenti ed i metodi abbiano potuto essere messi a punto. Inoltre, nella medicina c'è una necessità urgente assicurare la stretta collaborazione fra l'Università-Ospedale-Industria-Amministrazione mentre gli strumenti specifici e le procedure sono elaborati ad uso dei clinici. Attingendo l'esperienza negli autori, in questo caso studici cercano di dimostrare l'importanza della cooperazione e della collaborazione fra questi quattro consegnatari ed i cittadini addetti al processo innovativo che piombo allo sviluppo di nuovi prodotti biomedici pronti per il servizio.

L'interazione fra medicina e la tecnologia permette che lo sviluppo dei dispositivi diagnostici individui o rifletta gli agenti patogeni, gli ioni, le malattie, Ecc. Oggi, l'integrazione di rapida avanza nelle aree quale le microelettroniche, microfluidics, i microsensors ed i materiali biocompatibili permette lo sviluppo dei biodevices impiantabili quali il Laboratorio-su-Chip e le unità di Punto-de-Cura2,3. Di conseguenza, i sistemi di controllo continui sono a disposizione per sviluppare le mansioni cliniche più veloci e più economiche - particolarmente in paragone ai metodi standard. È in questo contesto che presentiamo un'architettura a fine frontale integrata per rilevazione in vivo.

L'Unità Biomedica per Analisi in vivo

Il sistema introdotto in questo documento è destinato per essere impiantato sotto l'interfaccia umana. La potenza e la comunicazione fra questa unità e un trasmettitore primario esterno sono basate su un collegamento induttivo. L'architettura presentata è progettata per due approcci differenti: definendo un sistema falso allarme/vero basato sui nano-biosensori di impedenza o amperometrici. Fra le malattie che potrebbero essere riflesse dall'analisi in vivo, è lo scopo di questo documento da mettere a fuoco sul diabete poichè la sue incidenza e prevalenza sta aumentando universalmente, lo stile di vita di riflessione cambia e le popolazioni di invecchiamento. Specificamente, questa prevalenza crescente è collegata molto attentamente a quella dell'obesità, creando le opportunità di mercato significative come riportato nell'Analisi di Mercato 2010-2025 del Diabete del Mondo4e, in particolare, perché l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il numero dei diabetici superi da ora al 2030 350 milioni.

Per questa unità biomedica impiantabile in vivo, egualmente esaminiamo un approccio ambizioso che copre l'intera catena di valori (da ricerca di base, con assistenza tecnica e tecnologia, ad industria), l'infrastruttura richiesta e le implicazioni per la società dei questi e di simili sfide correnti del mercato. In questa istanza, l'intera catena di valori è ospitata dal sistema universitario, che evidenzia il volume d'affari sociale dell'investimento pubblico della ricerca. Egualmente consideriamo le dimensioni a cui le innovazioni tecnologiche recenti nell'industria biomedica sono state basate sulla ricerca accademica ed i ritardi fra l'investimento in tali progetti di ricerca accademici e l'applicazione industriale dei loro risultati - cioè, in modo da stimare il tasso di rendimento sociale dalla ricerca accademica. Poiché i risultati della ricerca accademica così ampiamente sono diffusi ed i loro effetti così fondamentali, sottili e diffusi, è spesso difficile da identificare e misurare i collegamenti fra la ricerca accademica e l'innovazione di industriale. Tuttavia, c'è prova in modo convincente, specialmente dalle industrie quali le droghe, strumenti e elaborazione delle informazioni, che il contributo della ricerca accademica ad innovazione industriale è stato considerevole.5

Unità Biomedica Innovatrice avanzata

Molti problemi differenti devono essere superati nell'ottenere l'unità impiantabile ideale6. In primo luogo, l'unità deve essere biocompatibile evitare le reazioni sfavorevoli all'interno dell'organismo. Secondariamente, l'apparecchio medico deve fornire la stabilità a lungo termine, selettività, calibratura, miniaturizzazione e ripetizione come pure potenza downscaled in ed in un dispositivo portatile. In termini di sensori, i biosensori elettrici contrassegni contrassegno sono candidati ideali a causa del loro basso costo, potere basso e facilità di miniaturizzazione. Gli sviluppi Recenti in nanobiosensors forniscono le soluzioni tecnologiche adatte nel campo del video del glucosio7, della gravidanza e della prova del DNA8. La misura Elettrica, quando l'analito dell'obiettivo è catturato dalla sonda, può sfruttare le tecniche voltmetric, amperometriche o dell'impedenza. Nel Migliore Dei Casi poi l'unità dovrebbe potere individuare non appena un'agente o patologia dell'obiettivo, ma gli agenti piuttosto differenti e dovrebbero essere capaci di lavoro in un feedback a circuito chiuso, come descritto da Wang9 nel caso del video del glucosio.

Parecchie unità biomediche per il video in vivo corrente stanno sviluppande. Quindi, i biosensori impiantabili intramuscolari altamente stabili e accurati per il video continuo simultaneo del lattato del tessuto ed il glucosio recentemente sono stati prodotti, compreso un cella-su-un-chip elettrochimico completo. Inoltre, con lo sviluppo parallelo del trattamento del potentiostat e del segnale del su chip, il progresso sostanziale è stato realizzato verso un glucosio/lattato impiantabili wireless che percepisce il biochip10. Altrove, i sistemi bio--micro-elettromeccanici impiantabili (bio--MEMS) per il video in situ del flusso sanguigno sono stati progettati. Qui, lo scopo era di sviluppare un'unità di percezione wireless astuta per rilevazione iniziale non invadente di stenosi negli innesti di esclusione del cuore11. Interessante, questo studio esamina l'uso dei rivestimenti di superficie relativamente alla biocompatibilità e l'non aderenza delle piastrine e dei componenti. In questo caso, la nanotecnologia si presenta come essendo uno strumento utile per il miglioramento della biocompatibilità di bio--MEMS strutture del silicio quando i livelli di titanio metallici del nanoscale sono utilizzati, poiché migliora la biocompatibilità.

Il punto seguente comprende sviluppare un circuito integrato caratteristico dell'applicazione configurabile (ASIC) che funziona con una schiera multiplexata dei nanosensors destinati per essere reattivo per un insieme degli agenti dell'obiettivo (enzimi, virus, molecole, elementi chimici, molecole, Ecc.). I sensori Multipli della schiera possono poi essere utilizzati per un obiettivo specifico, mentre altre schiere possono essere preparate per gli altri obiettivi, mentre però cercando una risposta ridondante. Quindi, un comitato dei biomarcatori deve essere sviluppato. In questo modo, la riproducibilità e l'accuratezza possono essere migliorate per ogni obiettivo e gli obiettivi differenti possono essere analizzati simultaneamente. La capacità di configurazione di ASIC dovrebbe anche essere definita in termini di tipo di misura che deve essere condotta, come negli studi intrapreso da Hassibi e Lee12 e Spiaggia et al.13: potrebbe essere le variazioni correnti amperometriche e di misurazioni ed individuare i valori di soglia14, o potrebbe essere l'impedenza elettrochimica spettroscopica, per un a frequenza fissa, individuando sia le variazioni dell'impedenza attraversare i valori di soglia che le anomalie. La combinazione di entrambe le tecniche di misura ha potuto essere usata per ottenere un metodo attendibile di rilevazione. La Potenza e le comunicazioni sono egualmente caratteristiche fondamentali nella progettazione delle unità impiantabili. Il precedente è interessato dei metodi di trasferimento dell'energia sufficiente alle unità, mentre l'ultimo comprende l'integrazione di elettronica di comunicazione e di strumentazione per gestire i sensori e per inviare le informazioni fornite dai sensori attraverso interfaccia umana. Tuttavia, se la rilevazione delle funzioni vitali o le rilevazioni di soglia è sufficienti per il video dello scopo, non è necessario da misurare ed inviare i dati grezzi con un alto livello di accuratezza dall'utente ad un'unità dell'elaborazione dei dati esterna. Effettivamente, il trattamento locale all'interno dello stesso sensore diminuirebbe i requisiti di comunicazione e di potenza.

La potenza di RF che raccoglie attraverso l'accoppiamento induttivo è un'alternativa sempre più usata per energia di trasmissione all'unità impiantata, rispetto a usando le batterie o i collegare15,16. Ancora, questa alternativa permette una comunicazione bidirezionale di essere stabilita fra l'unità impiantata e una base o un lettore esterna. Una serie di circuiti impiantabili di telemetria basati sull'accoppiamento induttivo possono essere trovati nella letteratura17,18,19. Al Contrario, parecchi studi hanno sviluppato l'elettronica integratable per il video in vivo. Gli Esempi di questo sono forniti negli studi da Gore et al.20, dove le domande della femtoampere-sensibilità di biosensore conduttometrico sono usate e da Haider et al.21, dove un'unità di elaborazione del segnale basata su un moltiplicatore di focale di corrente--frequenza e su un protocollo di comunicazione è presentata.

Architettura dell'Unità Impiantabile

A questo proposito, l'architettura presentata rappresenta un approccio iniziale per lo sviluppo delle applicazioni basate sui biosensori puntati su individuando la presenza o l'assenza di determinati livelli di proteine, di anticorpi, di ioni, di ossigeno, di glucosio, Ecc. Questi circuiti di rilevazione in vivo, o allineano/applicazioni false20, lavoro come allarme. Quando il livello di concentrazione nell'ambito dell'analisi cade fuori di un intervallo dei valori accettati, un valore di soglia attiva l'allarme. Per esempio, nel caso del video del glucosio, la rilevazione di una diminuzione della soglia nei livelli del glucosio sarebbe obbligatoria per la prevenzione delle situazioni critiche quale l'ipoglicemia21,22. Tale rilevazione sarebbe raggiunta quando l'ampiezza del segnale misurato scende sotto un valore di soglia specificato.

I Vari approcci sono stati sviluppati per il video continuo del glucosio23. Questi variano dalle soluzioni commerciali quale il tester del glucosio di sangue di marketing da Cygnus Inc. a Minimed Medtronic sottocutaneo e soluzioni di Abbott Inc. che gestiscono il livello del glucosio ogni 3-5 minuti. Queste unità, collocate appena sotto l'interfaccia, hanno un controllo a circuito chiuso per consegnare l'insulina e godere di un'autonomia dei 3-5 giorni. Le Soluzioni che cercano l'impatto biologico minimo in modo da resistere a biofouling includono un inibitore (ossido di azoto)24 oltre ai sensori elettrochimici ago di stampa tipi rivestiti25,26,27.

L'architettura impiantabile e a fine frontale generica è basata sull'accoppiamento induttivo per il video in vivo della presenza o dell'assenza di agenti patogeni, di ioni, di livelli del tenore in ossigeno, Ecc.

Fig.1. Concezione dell'unità impiantabile

Il sistema in Fig.1 mostra una piattaforma con un vero/falso allarme per il video degli obiettivi differenti. I dati sono trasferiti ad un database centrale in cui tutti gli input possono essere personalizzati per ogni paziente. I dati raccolti possono essere misurati negli scenari differenti: quando il paziente è a riposo, intraprendere certo tipo di attività fisica, Ecc., secondo l'interesse medico particolare e quindi una prognosi e una diagnosi accurate può essere ottenuta28. Il sistema ha un'applicazione della ricerca nel video costante dei pazienti mentre svolgono le loro attività quotidiane nelle circostanze normali (all'aperto) e in questo modo gli effetti secondari quali le alterazioni psicologiche causate dallo sforzo di essere in un ospedale, con la gente sconosciuta, Ecc. possono essere evitati. L'architettura proposta (vedi Fig.2) in questa fase è analizzata come rivelatore della soglia per un sensore, lavorando amperometrico e comprende la polarizzazione del su chip, il potentiostast per guidare il biosensore, un modulo di condizionamento ed il blocchetto dell'elaborazione dei dati e di modulazione. Il modulo di condizionamento è destinato per adattarsi al livello dei segnali misurati. La rilevazione degli obiettivi facendo uso della metodologia della soglia deve garantire il livello di segnale sufficiente in modo da assicurare un rapporto segnale-rumore sufficiente alto (SNR).

Questi modulazione e blocco dell'elaborazione dei dati è destinata per analizzare ed inviare al lettore esterno i livelli che individua. Due approcci differenti sono definiti: una domanda amperometrica generica del biosensore e un biosensore di impedenza, di sistemi contrassegni contrassegno, in base ad un analogo integrato blocco-in amplificatore, che procederà a trattamento analogico sul sensore per rilevazione e la trasmissione. Per l'implementazione futura, questo modulo sarà progettato in moda da poterlo modificare.

Per convalidare la prima proposta (amperometrica), una dogana IC completa è stata destinata compreso parecchi moduli dell'architettura e di un'antenna del PWB-radar a risposta (30mm x 15mm), sintonizzati a 13.56MHz, per fornire il collegamento di comunicazione e di potenza. La progettazione egualmente comprende un analogo integrato blocco-in amplificatore nel caso di rilevazione dell'impedenza.

La proposta di architettura impiantabile generica è presentata nella Fig. 2. Comprende un nanobiosensor, un'antenna ed i moduli elettronici.

Fig.2. Architettura a fine frontale impiantabile generica Proposta.

il nanobiosensor o il nanosensor è definito generalmente come sistema di misura del disgaggio di dimensione di nanometro che comprendono nel fratempo una sonda con un elemento biologico sensibile del riconoscimento, o bioreceptor, una componente fisico-chimica del rivelatore e un trasduttore. Due tipi di nanosensors con le applicazioni mediche potenziali sono sensori a mensola di schiera e sensori e nanobiosensors di nanotube/nanowire, che possono essere usati per provare i nanolitres o di meno di sangue a una vasta gamma di biomarcatori. Nel nostro lavoro, un nanobiosensor con tre elettrodi è stato selezionato per spiegare e mettere a punto il sistema. La Sua topologia può adattarsi prontamente per qualunque genere di sensore. I tre elettrodi che compongono il sensore sono: la a) l'elettrodo funzionante (w), che servisce da superficie sopra con la reazione elettrochimica ha luogo; b) l'elettrodo di riferimento (r), che misura il potenziale all'elettrodo di W e c) il controelettrodo ausiliario o (A/C), che fornisce la corrente ha richiesto per la reazione elettrochimica all'elettrodo di W.

Il sistema è progettato come Tag dell'attivo alimentato wireless RFID29,30 in cui il collegamento induttivo coppia, generato dall'antenna impiantabile ed esterna, può assicurare abbastanza energia per alimentare l'intero sistema e per fornire la comunicazione bidirezionale wireless attraverso l'interfaccia umana. Così può trasmettere le informazioni ottenute dal nanobiosensor e ricevere i dati dal lettore esterno che a loro volta può configurare l'elettronica impiantata e leggere i dati acquistati.

La Scelta del Nanobiosensor

La soluzione di promessa per un efficace nanobiosensor comprende usando la tecnica elettrochimica della spettroscopia (EIS) dell'impedenza. L'UVB rappresenta un metodo più efficace per il sondaggio dei beni interfacciali dell'elettrodo modificato misurando il cambiamento nella resistenza del trasferimento di elettroni alla superficie dell'elettrodo dovuto l'adsorbimento ed il dissorbimento delle molecole chimiche o biologiche. Parecchi studi sono stati pubblicati a questo proposito. L'approccio classico è il Test ELISA31, in base all'uso dei polimeri semiconduttori ed all'uso della tecnica dell'UVB, mentre il polistirolo (PS) è il polimero d'isolamento tipico utilizzato nella ricerca biomedica.

Un'applicazione ampiamente riferita è il biosensore del glucosio32,33,34, che è basato sul trasferimento di elettroni che si presenta durante la riduzione enzimatica di glucosio. Negli ultimi anni, parecchi studi sono stati pubblicati in materia, compreso Patel et al.35 chi presente un sensore elettrotipia-enzimatico del glucosio. Altri studi interessanti sono forniti da Huang et al. (2009), che presentano un sensore di affinità capacitively basato di MEMS per i monitoraggi delle applicazioni continui del glucosio; Teymoori, MIR Majid et al., che descrive un MEMS per glucosio ed altri sensori generici con le applicazioni mediche; e Rodrigues et al.36, che ha sviluppato nuovo ad un biochip basato a cella ha dedicato al video in tempo reale dei deflussi transitori di glucosio e di ossigeno, facendo uso delle schiere dei microsensors amperometrici integrati nell'entrata e nello sbocco di una camera delle cellule di PDMS. Una progettazione completa è fornita da Rahman et al.37, che presenta la progettazione, la microfabbricazione, l'imballaggio, il functionalization di superficie ed il collaudo in vitro di un cella-su-un-chip elettrochimico completo (CEE) per il video amperometrico continuo del glucosio, eseguente la voltametria ciclica, la spettroscopia elettrotecnica dell'impedenza (EIS) e l'esame al microscopio.

I Vari esempi dello sviluppo dei nanosensors per l'applicazione in materia sono riferiti da Usman Ali et al38. Qui ZnO Nanowires è usato per un'applicazione di GCM direttamente connessa al portone di un MOSFET standard della basso soglia. Progettazione di Lee39 et al. un micro-sensore senza enzima flessibile del glucosio con un elettrodo funzionante del platino nanoporous su una pellicola biocompatibile dell'ANIMALE DOMESTICO. Goud et al.40 introduce un sistema-su-pacchetto nanobioelectronic (SOP) con un sensore integrato del glucosio basato sugli elettrodi funzionanti del carbonio-nanotube. Jining Xie et al.41 suggerisce i nanotubes nanoparticella-rivestiti del carbonio del platino per glucosio amperometrico che biosensing; e Ekanayake et al.42 descrive la lavorazione e la caratterizzazione di elettrodo nano-poroso novello (PPy) del polypyrrole e di sua applicazione in biosensori amperometrici, con le caratteristiche migliorate per la percezione del glucosio.

Nanobiotecnologia e Nanomedicine

Criteri Scientifici ed Investimento Globale

La disponibilità delle unità biomediche in vivo, come quella descritta precedentemente, è collegata molto attentamente agli sviluppi della nanobiotecnologia. La Nanotecnologia si pensa che abbia un impatto rapido sulla società43: creando gli scenari economici futuri, produttività e competitività di stimolazione, tecnologie convergenti e promuovere nuova formazione e sviluppo umano. La Prova di questo impatto rapido di nanotecnologia può essere veduta nella le figure di investimento di governo per le attività di nanotecnologia R+D, gli impianti e l'addestramento della mano d'opera. La richiesta Nazionale del bilancio di Iniziativa di Nanotecnologia dei 2008 STATI UNITI per nanotecnologia R+D attraverso il Governo Federale era sopra US$1.44 miliardo (NNI, 2007). in Europa, il Programma Quadro Di VIIth (FP) contribuirà circa €600 milione all'anno a ricerca in nanotecnologia fino al 2013, con un importo supplementare e simile che è fornito per i paesi individuali. Ciò dà ad Europa una più grande spesa annuale per nanotecnologia che gli Stati Uniti o il Giappone44.

Nel contesto di criterio Europeo, N&N è un'area chiave per la Commissione Europea: il VIIth il FP (2007-2013) fornisce un programma specifico per i nanosciences, le nanotecnologie, i materiali e le nuove tecnologie di produzione un bilancio di €3,475 milione (10,72% del bilancio di totale di VIIth FP). Inoltre, parecchi programmi specifici sono compresi nella ricerca del nanoscale ed il bilancio totale investito in nanoactivities sarà aumentato così da parecchie migliaia di €millions (Meur) che vengono dai seguenti programmi: Salubrità (6 100 Meur); Alimento, agricoltura e biotecnologia (1 935 Meur); TIC (9 050 Meur) ed Energia (2 350 Meur)

Documenti In relazione con nana e Brevetti

Parecchi generalità e studi comparativi sull'espansione mondiale dei nanopublications e dei nanopatents sono disponibili45,46,47. Gli Articoli scientifici ed i brevetti nel settore di nanotecnologia si sono sviluppati esponenzialmente durante le ultime due decadi. La crescita relativa nella quantità “dei nano-titolo-documenti„ in vari database bibliografici, cioè l'aumento nel numero “dei nano-titolo-documenti„ come proporzione di tutti i documenti è stata drammatica: se catturiamo l'Indice delle Citazioni di Scienza come essendo rappresentante di tutte le scienze (anche se quella chimica è in qualche modo sottorappresentata), la proporzione “di nano-titolo-documenti„ si è sviluppata dal 1985 a mid-2003 entro circa 1,2% ad un tasso di crescita annuale medio di circa 34%, che il mezzo ha raddoppiato ogni 2,35 anni. Dalla metà del 1990 s che la sensibilità ha rallentato piuttosto ad un tasso di crescita annuale di circa 25% (raddoppiando ogni 3,1 anni).48

Nel 2007 oltre il nanoscience 15.000 ed i documenti in relazione con la nanotecnologia sono stati pubblicati ed ora c'è attività intensa per quanto riguarda la proprietà intellettuale (IP) - la proprietà delle innovazioni, delle invenzioni, delle idee e della creatività - nel campo del nanoscale. La Nanotecnologia sta aumentando lo spostamento verso ad un'economia orientata a conoscenza ed in modo dalla proprietà intellettuale è in una posizione per aumentare la creazione di ricchezza, crescita e sviluppo attraverso il mondo49. Parecchi rapporti hanno cercato di mappare i brevetti in relazione con nana50e le figure per il IP in relazione con la nanotecnologia sono sensazionali. Nell'Ufficio europeo dei brevetti un il gruppo di lavoro di nanotecnologia (NTWG) è stato creato nel 2003 e 90.000 brevetti sono stati etichettati per classificare Y01N. La proporzione di nanotecnologia brevetta più di quanto raddoppiato fra il metà degli anni '90 e il mid-2000s (U.S.A. 40%, Giappone 19% e Germania 10%). Il Compendio di dati internazionalmente comparabili51 2007 dei rovides di Statistiche P di Brevetto sui brevetti.

Prima del 1980, 250 brevetti in relazione con la nanotecnologia sono stati accordati annualmente alle università universalmente, ma da ora al 2003 questo numero aveva aumentato la volta 16 a 3.993 brevetti, che file per le particelle elementari, i materiali e gli strumenti fondamentali richiesti per sviluppare questa tecnologia. L'ufficio brevetti degli STATI UNITI ha ricevuto le applicazioni per quanto riguarda la composizione della materia, unità, apparato, sistemi e controllo di nanomaterial ed unità e metodi. i reclami di brevetto dell'Inter-Industria stanno facendi per le singole innovazioni del nanoscale che possono avere diverse applicazioni. Quindi, le applicazioni sono state identificate nelle classi importanti quale l'elettricità, le necessità umane, chimica e metallurgia di brevetto, realizzanti le operazioni e trasportare, l'ingegneria meccanica, fisica, costruzione fissa, fabbricati e documento. Per analizzare l'impatto sul settore industriale, l'OCSE ha categorizzato i brevetti di nanotecnologia in sei campi dell'applicazione: Elettronica, Optoelettronica, Medicina e biotecnologia, Misure e fabbricazione, Ambiente ed energia e Nanomaterials.

Poichè la ricerca di Miyazakia52 ha rivelato, le università rappresentano una condivisione particolarmente grande della ricerca in nanotecnologie (che rappresentano 70,45% di ricerca in relazione con nanotech universalmente). In questo sono complementate dagli istituti di ricerca pubblici (chi rappresentano 22,22% degli articoli). Quindi, è stimato che le università ora tengano 70% dei brevetti chiave di nanotecnologia. Il settore privato svolge un ruolo più limitato (7,33% degli articoli globalmente), ma è un giocatore più prominente negli STATI UNITI (12,41%). In Asia, il Giappone detiene una forte azione (12,30%) nel settore privato, mentre la Corea del Sud (8,25%) ed in misura inferiore l'India (3,52%) fa concorrenza al Giappone. In futuro, lo sviluppo di nanotecnologia è probabile spostarsi dalle grandi organizzazioni pubblicamente costituite un fondo per e dalle università ai piccoli start-up che cercano di sfruttare gli sforzi di ricerca pubblicamente costituiti un fondo per più iniziali per generare le prime applicazioni commerciali, in un simile modo a cui abbiamo testimoniato nelle industrie di biotecnologia.

Sfide di Ricerca per le Nanobiotecnologie

La Nanobiotecnologia è un'area rapido di sviluppo dell'opportunità scientifica e tecnologica che fornisce gli avanzamenti nell'industria alimentare, nell'energia, nell'ambiente e nella medicina. In nanomedicine, ci sono una vasta gamma di tecnologie che possono applicarsi agli apparecchi medici, ai materiali, alle procedure ed alle modalità del trattamento. Uno sguardo più attento al nanomedicine identifica tali tecniche nanomedical emergenti come il nanosurgery, l'assistenza tecnica del tessuto, i sistemi diagnostici nanoparticella-permessi a e la consegna mirata a della droga. Secondo un gruppo di esperti dell'Agenzia di Valutazione di Medicine Europea (EMEA), la maggior parte delle applicazioni commerciali correnti di nanotecnologia a medicina è votata drogare la consegna. Le applicazioni Più novelle di nanotecnologia comprendono l'intervento plastico, il trasporto attraverso le barriere biologiche, il telecomando dei nanoprobes, i sistemi nanoelectronic sensoriali impiantabili integrati e le strutture chimiche multifunzionali per l'ottimizzazione della malattia. Quindi, la nanobiotecnologia può fornire non appena la miniaturizzazione delle unità biomediche impiantabili (microfluidics, microelettronica, ecc) ma anche delle schiere multifunzionali affidabili per rilevazione di malattia. Non c'è probabilmente migliore esempio della convergenza tecnologica (progettazione e creazione di nuove strutture funzionali) delle strategie dall'alto in basso (miniaturizzazione) e dal basso, che cercano il punto di equilibrio dove i progressi tecnologici e le domande del mercato potrebbero incontrarsi.

Per Concludere, si è argomentato che la ricerca corrente del nanoscale non rivela reticoli di particolare e gradi di interdisciplinarietà e che il suo multidisciplinarity evidente consiste dei campi differenti e in gran parte monodisciplinari che sono l'un l'altro abbastanza indipendenti e che hanno poco più in comune del prefisso “nano„ 48. A questo punto, la discussione per quanto riguarda la natura discontinua o incrementale di nanotecnologia ha potuto sorgere nel trattamento del trasferimento di tecnologia e dell'innovazione. Sulla Base dei risultati empirici dell'indagine eseguita da Nikulainen e da Palmberg53, sembra che, dal momento che, non c'è esigenza delle iniziative riferite trasferimento di tecnologia nano-specifico. Questa conclusione può ciò nonostante dovere essere rivisitato se la nanotecnologia diventa più radicale e discontinua. Oggi, i chimici che sviluppano le droghe, i reattori ed i catalizzatori stanno lavorando al nanoscale, come hanno per molti anni, anche se si riferiscono semplicemente al loro lavoro come chimica. Certamente, i responsabili della politica devono considerare di sanità e sicurezza ambientali, le emissioni pertinenti fissando gli standard ed i regolamenti applicanti per facilitare la diffusione di nanotecnologia.

Conclusioni e Raccomandazioni Definitive

In questo documento, la progettazione di un'unità biomedica impiantabile in vivo generica capace di rilevazione dei valori di soglia per le concentrazioni mirate a (cioè rilevazione di livelli del glucosio) è stata presentata. Dato la sensibilità con cui il diabete può spargersi ed i miglioramenti che sono possibili nella sua diagnosi e gestire se i sistemi agi di stampa ago di stampa sono disponibili, l'apparecchio medico introdotto in questo documento è destinato per raggiungere un servizio enorme nel corso di prossimi anni. Inoltre, quando l'intera catena di valori è costituita un fondo per pubblicamente, questo significa che gli scopi di trasferimento di tecnologia dall'università all'industria ed ai rendimenti sociali sull'investimento pubblico completamente sono stati realizzati. Quindi, un riuscito modello per la ricerca, l'innovazione ed il trasferimento di tecnologia può essere introdotto ad uno scenario particolare caratterizzato dalla convergenza delle tecnologie e delle discipline come pure dalla convergenza di vari consegnatari che combinano i rappresentanti dai centri di ricerca, dagli ospedali, dal servizio, dai centri di criterio e dai cittadini pure.

La generalità completa fornita qui della catena di valori dei trattamenti del trasferimento di tecnologia e della ricerca evidenzia l'importanza di una struttura comune in cui i gruppi pluridisciplinari e le organizzazioni possono lavorare diretto insieme dalla direzione scientifica risoluta. In questo caso specifico, il Dipartimento di Elettronica all'Università di Barcellona ha avuto tassa globale delle attività di commercializzazione e della ricerca. L'unità biomedica risultante nano-è permessa a in un senso doppio: nel miniaturizzare il sistema (autonomia elettronica e di energia di fluidics,) e quando le nuove strutture funzionali sono incluse (nanobiosensors sviluppati dal IBEC). Il CIBER-DEM unisce la catena di valori quando la ricerca e la commercializzazione cliniche sono considerate. Ancora una tecnologia di emergenza, il futuro ASIC funzionerà con una schiera dei nanobiosensors con differenti obiettivi e definirà la configurazione del metodo di misura. Ogni schiera sarà usata per individuare un tipo specifico di obiettivo ed il sistema multiplexato sarà usato per analizzare ogni messa a fuoco di schiera su un obiettivo particolare. Poi, la cima giù si avvicina a facendo uso del nanoengineering e la nanofabbricazione ed il fondo sugli approcci facendo uso di chimica sovramolecolare possono produrre i sistemi diagnostici novelli che sempre più metteranno a fuoco sulla consegna della soluzione personale basata sull'analisi dei dati di schiera in tempo reale e se del caso, applicante questa decisione per consegnare una terapia automatizzata (theranostics).

In conclusione, malgrado la disponibilità piuttosto limitata di informazioni che discute la sicurezza dei nanomaterials medici, gli antecedenti presentati in questo documento sono una chiara dimostrazione di come rinforzare le obbligazioni fra la comunità di scienza, gli ospedali e l'industria. Il trattamento descritto offre un metodo efficiente per l'esecuzione degli esperimenti alla grande prova ed agli impianti clinici, nel quadro innovatore che approfitta di nuovi strumenti scientifici e delle scoperte. Le unità Biomediche rappresentano un gioco strategico per il futuro delle aree scientifiche e tecnologiche della Spagna di criterio mentre cercano lo sviluppo economico accelerato all'interno della società basata sulla conoscenza. In questo modo, le regioni del paese possono rinforzare i collegamenti di rete fra i loro agenti di R & S - parchi scientifici di scienza e tecnologia, istituti e centri di ricerca, ospedali, piattaforme di tecnologia ed incubatrici - come esplorano e confrontano le nuove sfide del mercato e scientifiche presentate dalle scienze biologiche del nanotech.


Riferimenti

  1. Fuji-Keizai U.S.A., 2007. Ricerca di Mercato Mondiale: Outlook Opportunità-Corrente & Futuro di Affari ed a Mercato del Prodotto Basato a nanotecnologia.
  2. E.Ghafar-Zadeh, E., M.Sawan, M., 2008. Verso il CMOS Completamente Integrato Ha Basato il Sensore Capacitivo per le Applicazioni del Laboratorio-su-Chip. Workshop Internazionale sulle Misure e sulle Applicazioni Mediche. 9 (10), 77-80.
  3. Barretino, D., 2006. Progetti le considerazioni e gli avanzamenti recenti nei microsistemi CMOS basati per i sistemi diagnostici clinici di punto-de-cura. Atti del Congresso Internazionale di IEEE sui Circuiti e sui Sistemi, 4362-4365.
  4. Visiongain Srl, 2010. http://www.visiongain.com/Report/453/World-Diabetes-Market-Analysis-2010-2025 (aderito a: 4-14-2010)
  5. Mansfield, E., 1991. Innovazione Accademica di industriale e di ricerca. Politica della Ricerca 20, 1-12.
  6. Sadik, O.A., Aluoch, A O., Zhou, A., 2009. Stato di riconoscimento biomolecolare facendo uso delle tecniche elettrochimiche. Biosensori e Bioelettronica 24, 2749-2765.
  7. Nim Choi, H., Hoon Han, J., Sosta, A., MI Lee, J., Estrarre-Yong, L., 2007. Biosensore Amperometrico del Glucosio Basato sull'Ossidasi di Glucosio Incapsulata in Pellicola Composita della Nanotube-Titania-Nafion del Carbonio sull'Elettrodo Vetroso Platinato del Carbonio. Elettroanalisi 19 (17), 1757-1763.
  8. Erdem, A., Karadeniz, H., Caliskan, A., 2009. Elettrodi di Grafite Modificati Nanotubes Unico Murati del Carbonio per il Video Elettrochimico degli Acidi di Nucleis e delle Interazioni Biomolecolari. Elettroanalisi 21 (3-5), 461-471.
  9. Wang, J., 2008. In vivo video del glucosio: Verso “i sistemi sanitari individualizzati„ feedback-ciclo„ di Legge e di Senso, Talanta 75, 636-641.
  10. Sfregamento, A., Rahman, A., Justin, G., Guiseppi-Elie, A., 2009. Verso un biochip impiantabile per il video del lattato e del glucosio facendo uso degli stendiment elettrodici del microdisco (MDEAs). Biomed Microdevices 11, 75-85. DOI 10.1007/s10544-008-9211-6
  11. Steeves, C.A., Giovane, Y L., Liu, Z., Bapat, A., Bhalerao, K., Soboyejo, A.B.O., Soboyejo, W.O., 2007. Progettazione di spessore della Membrana di bio--MEMS sensori impiantabili per il video in situ del sangue Flor. Il Giornale di Scienza dei Materiali: Materiali nella Medicina 18, 25-37. DOI 10.1007/s10856-006-0659-8
  12. Hassibi, A., Lee, T.H., 2006. Un Microarray Elettrochimico Programmabile del Sensore di 0.18-µm CMOS per Rilevazione Biomolecolare. Giornale dei Sensori di IEEE 6 (6), 1380-1388.
  13. Spiaggia, R.D., Conlan, R.W., Godwin, M.C., Moussy, F., 2005. Verso In vivo un Sistema Di Controllo Impiantabile Miniatura di Telemetria Dinamicamente Configurabile come Potentiostat o un Galvanostat per Due ed i Biosensori dell'Tre-Elettrodo. IEEE Tran. Su Strumentazione e sulla Misura 54 (1), 61-72.
  14. Gosselin, B., Sawan, M., 2008. Un rivelatore ultra a bassa potenza di potenziale d'azione di CMOS. Atti del Congresso Internazionale di IEEE sui Circuiti e sui Sistemi, 2733-2736.
  15. Zierhofer, C.M., Hachmair, E.S., 1996. Approccio Geometrico per il potenziamento di coppia delle spirali magneticamente coppia. IEEE Tran. Su Assistenza Tecnica Biomedica 43, 708-714.
  16. Sawan, M., Yamu, H., Coulombe, J., 2005. Innesti astuti Wireless dedicati al video e al microstimulation multicanali. Caricatore 5, 21-39 dei Circuiti e dei Sistemi di IEEE.
  17. Sauer, C., Stanacevic, M., Cauwenberhs, G., Thakor, N., 2005. Raccolta e telemetria di Potenza nel CMOS per le unità impiantate. IEEE Transl. sui Circuiti e sui Sistemi 52 (12), 2605-2613.
  18. Li, Y., Liu, J., 2005. Un radar a risposta di 13.56MHz RFID a fine frontale con modulazione fusa del caricamento ed i circuiti di raddrizzatore dipressione di tensione. Congresso Internazionale di IEEE sui Circuiti e sui Sistemi, 5095-5098.
  19. Myny, K., Van Winckel, S., Steudel, S., Vicca, P., De Jonge, S., Beenhakkers, M.J., Sele, C.W., van Aerle, N A.J.M., Gelink, G.H., Genoe, J., Heremans, P., 2008. Un tag organico induttivo-accoppiato di 64b RFID che Funziona a 13,56MHz con una tariffa di dati della Conferenza Semi conduttrice Internazionale dei Circuiti di 787b/s. IEEE, 290-614.
  20. Gore, A., Chakrabartty, S., Amico, S., Alocilja, E., 2006. Una schiera conduttometrica di femtoampere-sensibilità multicanale per le applicazioni biosensing. ventottesimi Assistenza Tecnica di IEEE nella Conferenza di Scienza di Biologia e della Medicina, 6489-6492.
  21. Haider, M.R., Islam, S.K., Zhang, M., 2007. Un'unità di elaborazione a bassa potenza per in vivo il video e la trasmissione dei segnali del sensore. Sensori & Giornale dei Trasduttori 84 (10), 1625-1632.
  22. Wolpert, H.A., 2007. Uso del video continuo del glucosio nella rilevazione e nella prevenzione dell'ipoglicemia. Giornale di Scienza e Tecnologia del Diabete 11 (1), 146-150.
  23. Newman, J.D., Turner, A.P.F., 2005. Biosensori Domestici del glucosio di sangue: una prospettiva commerciale. Biosensori e Bioelectronic 20, 2435-2453.
  24. Frost, M., Meyerhoff, M.E., 2006. Sensori In vivo Chimici: Affrontare Biocompatibilità. Chimica Analitica 78 (21), 7370-7377.
  25. Jung, M.W., Kim, D.W., Jeong, R.A., Kim, H.C., 2004. Schiera Ago di stampa Tipa dell'Multi-Elettrodo Da Costruzione da Tecnologia di MEMS per il Sistema Di Controllo Continuo Ipodermico del Glucosio. Atti della Conferenza Internazionale di EMBS, 1987-1989.
  26. Zimmermann, S., Fienbork, D., Stoeber, B., Passere, A.W., Liepmann, D., 2003. Ad un video basato microneedle del glucosio: montaggio su un livello del wafer facendo uso di immobilizzazione degli enzimi dell'in-unità. Conferenza di Proc.Internatioal sui Sensori, sugli Azionatori e sui Microsistemi Semi Conduttori, 99-102.
  27. Kim, Y.T., Kim, Y. - Y., Giugno, C. - H., 1999. sensore Ago di stampa Ago di stampa del glucosio con l'elettrodo della multi-cella da costruzione dal micromachining di superficie. Proc. SPEZIA, Progettazione, prova e Microfabbricazione di MEMS e di MOEMS 3680, 924-930.
  28. Lin Tan, E., Pereles, B.D., Horton, B., Shao, R., Zourob, M., ONG del Ghi, K., 2008. Biosensori Impiantabili per il Video In Tempo Reale di Pressione e di Sforzo. Sensori 8, .6396-6406.
  29. Lin, Y., Unione Sovietica, M., Chen, S., Wang, S., Lin, C., Chen, H., 2007. Uno studio del video onnipresente con il RFID in una casa di cura anziana. Conferenza Internazionale di IEEE sulle Multimedia e sull'Assistenza Tecnica Onnipresenta.
  30. Tesoriero, R., Gallus, J.A., Lozano, M., Penichet, V.M.R., 2008. Facendo Uso di tecnologia attiva e passiva di RFID per supportare sistema posizione-informato dell'interno. IEEE Transl. su Prodotti Elettronici di Consumo 54 (2), 578-583.
  31. Cantarero, L.A., Butler, J.E., Osborne, J.W., 1980. Le caratteristiche adsorbitive di proteine per il polistirolo e loro importanza nei immunoassays in fase solida. Anale. Biochimica. 105, 375-382.
  32. Hiller, M., Kranz, C., Huber, J., Bauerle, P., Schuhmann, W., 1996. Biosensori Amperometrici prodotti tramite immobilizzazione degli enzimi redox alle superfici polythiophene-modificate dell'elettrodo. Adv. Mater. 8, 219-222.
  33. Kros, A., Van Hovell, W.F.M., Sommerdijk, N.A.J.M., Nolte, R.J.M., 2001. Poli (3, thylenedioxythiophene 4) biosensori basati del glucosio. Adv. Mater. 13, 1555-1557.
  34. Fiorito, P.A., De Torresi, S.I.C., 2001. Biosensore amperometrico del Glucosio basato sull'co-immobilizzazione dell'ossidasi di glucosio (Gox) e del ferrocene in poli (pirrolo) generato dalle miscele acqua/dell'etanolo. J. Braz. Soc 12, 729-733 di Chim.
  35. Patel, J.N., Kaminska, B., Gray, B., Portoni, B.D., 2007. Sensore Elettrotipia-Enzimatico del Glucosio Facendo Uso del Trattamento Ibrido di Montaggio del Polimero. Elettronica, Circuiti e Sistemi, Conferenza Internazionale di ICECS 2007-quattordicesimo IEEE, 403-406.
  36. Rodrigues, N.P., Kimura, H., Sakai, Y., Fujii, T., 2007. A Biochip Basato a cella di Microfluidic per il Video In tempo reale Elettrochimico del Glucosio ed Ossigeno, Conferenza Semi conduttrice dei Sensori, degli Azionatori e di Microsistemi, 843-846.
  37. Rahman, A.R.A., Justin, G., Guiseppi-Wilson, A., Guiseppi-Elie, A., 2009. Montaggio ed Imballaggio di un Biotransducer Elettrochimico di Percezione Doppio per Glucosio ed il Lattato Utili nel Video Fisiologico Intramuscolare di Stato. I Sensori Imperniano, Volume 9 (12), 1856-1863 di IEEE.
  38. Usman Ali, S.M., Nur, O., Willander, M., Danielsson, B., 2009. Rilevazione del Glucosio con un MOSFET Commerciale facendo uso di un Portone Esteso di ZnO Nanowires. Transazioni di IEEE su Nanotecnologia 8 (6), 678-683.
  39. Lee, Y.J., Kim, J.D., Sosta, J.Y., 2009. Micro-sensore libero del glucosio degli enzimi Flessibili per i monitoraggi delle applicazioni continui. Conferenza-TRASDUTTORI Semi conduttori dei Sensori, degli Azionatori e di Microsistemi 2009, 1806-1809.
  40. Goud, J.D., Raj, P.M., Jin Liu, Narayan, R., Iyer, M., Tummala, R., 2007. Biosensori Elettrochimici e Microfluidics nella Tecnologia Organica del Sistema-su-Pacchetto. Atti dei Componenti Elettronici e della Tecnologia Conference-ECTC2007, 1550-1555.
  41. Jining Xie, Shouyan Wang, Aryasomayajula, L., Varadan, V.K., 2007. Studi Materiali ed elettrochimici sui nanotubes nanoparticella-rivestiti del carbonio del platino per biosensing. Nanotecnologia, 2007. IEEE-NANO2007, 1077-1080.
  42. Ekanayake, E.M.I., Preethichandra, D.M.G., Kaneto, K., 2007. Montaggio e caratterizzazione degli elettrodi di conduzione nano-strutturati del polimero per le applicazioni del biosensore del glucosio. Industriale ed Informazioni Systems-ICIIS2007, 63 - 66.
  43. Roco M.C., Bainbridge W.S., 2005. Implicazioni Sociali del nanoscience e della nanotecnologia: Elevazione del vantaggio umano. Giornale di Ricerca 7, 1-13 di Nanoparticella.
  44. Swarup A., 2007. Come Prezzo di Nanotech in Europa?. http://sciencecareers. sciencemag.org/career_development/previous_issues/articles/2007_09_21/caredit_a0700136
  45. Heinze, T., 2004. Nanoscience e Nanotecnologia in Europa: Analisi delle Pubblicazioni e delle Richieste di Brevetto compreso i Confronti con gli Stati Uniti. Legge di Nanotecnologia & Affare 1 (4), articolo 10.
  46. Braun, T. Schubert, A., Zsindely, S., 1997. Nanoscience e nanotecnologia sul bilanciamento. Scientometrics 38 (2), 321.
  47. Hullmann, A., Meyer, M., 2003. Pubblicazioni e Brevetti in Nanotecnologia: Una Generalità degli Studi Precedenti e dello Stato dell'Arte. Scientometrics 58, 507.
  48. Schummer, J., 2004. Multidisciplinarity, interdisciplinarietà e reticoli di collaborazione di ricerca in nanoscience e nanotecnologia. Scientometrics 59 (3), 425-465.
  49. Aditeya, Singh K., 2007. Proprietà Intellettuale nell'Economia di Nanotecnologia: tendenze, paesaggio di brevetto e le sfide. Istituto di Nanotecnologia, REGNO UNITO.
  50. Scheu, M. Veefkind, V., Verbandt, Y., Molina Galan, E., Absaloma, R., Förster, W., 2006. Mappatura dei brevetti di nanotecnologia: L'approccio di EPO. Informazioni Sui Brevetti Del Mondo 28 (3), 204-211, doi: 10.1016/j.wpi.2006.03.005
  51. Dernis, H., 2007. Compendio di Statistiche 2007 di Brevetto. STI OCSE Parigi, www.oecd.org/sti/ipr-statistics
  52. Miyazaki, K., Islam, N., 2007. Sistemi di Nanotecnologia di analisi dell'innovazione-Un delle attività di ricerca dell'accademia e di industria. Technovation 27 (11), 661-675.
  53. Nikulainen T., Palmberg C., 2010. Il Trasferimento delle tecnologie a carattere scientifico industria-nanotecnologia fa una differenza?. Technovation 30, 3-11.

Copyright AZoNano.com, MANCEF.org

Date Added: Dec 8, 2010 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 14. June 2013 04:16

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit