Save 20% On a Jenway 7315 Spectrophotometer from Bibby Scientific

There is 1 related live offer.

20% Off Jenway Spectrophotometer

Nanotecnologia in Cosmetici

Dalla Volontà Soutter

Argomenti Coperti

Introduzione
Vantaggi dei Nanomaterials in Cosmetici
Preoccupazioni di Salubrità sopra le Nanoparticelle in Cosmetici
Conclusione
Riferimenti ed Ulteriore Lettura

Introduzione


La Figura 1. Nanoparticelle ora è utilizzata nella vasta maggioranza dei prodotti della protezione solare sul servizio come pure in molti altri prodotti cosmetici. Credito di Immagine: Photos.com.

Le Nanoparticelle ed altri materiali nanostructured hanno beni unici che non possono essere raggiunti quando lavora con il modulo in serie del materiale. Le Domande di questi beni speciali sono state suggerite in molte industrie - l'industria cosmetica è una di quelle più desiderose di fare il la maggior parte delle opportunità presentate da nanotecnologia.

I Nanomaterials sono stati usati per provare e migliorare la prestazione di una vasta gamma di prodotti, da moisturiser ed antinvecchiamento screma a cura di capelli. La Maggior Parte dei produttori principali dei cosmetici hanno almeno alcuno prodotti “nano-migliorati„ nel loro intervallo. Tuttavia, c'è ancora una certa controversia sopra la sicurezza di questi materiali novelli ed il regolamento dei nanomaterials in cosmetici è lassismo o poco chiaro in molte parti del mondo.

Vantaggi dei Nanomaterials in Cosmetici

Le due utilizzazioni principali per le nanoparticelle in prodotti cosmetici sono filtrazione e la consegna UV dei principi attivi.

L'ossido entrambi di zinco e del Biossido di titanio è utilizzato estesamente in protezioni solari per prevenire danni UV to l'interfaccia - i nanoformulations di questi materiali sono stati indicati ripetutamente per dare molta prestazione migliore che le più grandi particelle, l'indicatore luminoso visibile di riflessione e l'assorbimento UV con alta efficienza molto.

Una vasta gamma di nanostructures sono stati proposti come procedure di pubblicazione per gli ingredienti cosmetici in moisturisers, antinvecchiamento screma ed altri prodotti dello skincare - dalle nanoparticelle del lipido ai polimeri dentritici o hyperbranched. Di Nuovo, questi materiali nanostructured mostrano la consegna molto più efficiente del principio attivo alle cellule epiteliali.

Le nanoparticelle del Lipido sono particolarmente efficaci, poichè possono fondersi con il doppio strato lipidico in membrane cellulari, facilitando la consegna dei composti che non potrebbero altrimenti entrare nella cella.

I nanostructures del Lipido ed i biopolimeri dentritici, forniscono l'assegno complementare di essere completamente non tossici e biocompatibili. Ciò è contrariamente alle nanoparticelle dell'ossido di metallo e del metallo - ci sono ancora dubbi circa la loro sicurezza per uso cutaneo.

Figura 2. Questo video da Bellezza del Progetto descrive le applicazioni di nanotecnologia in prodotti cosmetici.

Preoccupazioni di Salubrità sopra le Nanoparticelle in Cosmetici

I beni dimensione-dipendenti che permettono ai nanomaterials di eseguire così tanto meglio delle loro controparti in serie possono anche potenzialmente creare gli effetti negativi - i loro beni fisici e chimici novelli possono alterare la tossicità dei materiali nei modi che ancora completamente non capiamo. Ciò ha limitato l'approvazione dei nanomaterials in molti settori industriali, malgrado la loro prestazione migliorata - questa è un'emissione particolarmente cruciale in cosmetici, poichè i prodotti sono destinati per applicarsi direttamente ad interfaccia umana.

Nel Luglio 2012, il fornitore Antaria dei materiali è venuto sotto tiro dai gruppi ambientali per la fornitura delle polveri dell'ossido di metallo che contengono le nanoparticelle per una serie di marche della protezione solare che sono state annunciate come senza nanoparticella. Ciò evidenzia l'emissione con la classificazione dei prodotti nano-migliorati - la distribuzione di dimensione delle particelle di molte polveri comprenderà alcune particelle del nanoscale e non è chiaro quanto questo pregiudica le implicazioni di salubrità dei nanomaterials.

Nanoparticella-Contenendo le protezioni solari sono rientrato recentemente nell'esame accurato. Sebbene la ricerca sull'argomento ancora sia limitata, alcuni risultati iniziali indicano che i beni UV-assorbenti di TiO2 e di ZnO2 potrebbero anche catalizzare la produzione dei radicali liberi, in grado di potenzialmente piombo al rischio aumentato di danno delle cellule e di cancro di interfaccia. Ciò rende quantificando questo effetto molto difficile, poichè il cancro di interfaccia può anche essere causato da danno UV, da cui le nanoparticelle proteggono.

Alcuni studi egualmente hanno indicato le nanoparticelle dell'ossido di metallo che passano attraverso l'interfaccia nella circolazione sanguigna - gli effetti dell'esposizione a lungo termine alle nanoparticelle nella circolazione sanguigna ancora non è stato determinato conclusivamente.

Se le protezioni solari nano-migliorate ed altri cosmetici risultano comportare un rischio sanitario significativo o non, la pubblicità negativa data a nanotecnologia come conseguenza di questa emissione è probabile pregiudicare facilmente l'accettazione da parte del consumatore dei nanomaterials per il futuro, anche quando i loro effetti sono capiti meglio - non appena in cosmetici, ma in molte altre industrie pure.

Figura 3. Questo rapporto a partire dall'Oggi Stasera montra i pericoli potenziali connessi con le nanoparticelle dell'ossido di zinco e del biossido di titanio in protezione solare.

Conclusione

Regolatore e corpi legislativi intorno al mondo stanno cominciando ad introdurre le più chiare norme circa nanotecnologia. Ciò è molto un compito difficile, tuttavia, quando la ricerca è complicata ed incompleta, poichè è per il nanotoxicology. Divide più lavoro in lotti è in corso capire meglio l'impatto più a lungo termine dei nanomaterials sulle sanità.

Nel frattempo, i produttori dei cosmetici stanno sviluppando i prodotti sempre più nanoformulated. Nanoemulsions e i nanocrystals stanno diventando sempre più popolari nei prodotti dello skincare e sono fatti solitamente dei materiali organici con molto poche emissioni tossicologiche.

Qualunque il risultato delle controversie correnti, sembra altamente probabile che i nanomaterials caratterizzino molto in futuro dell'industria cosmetica.

Riferimenti ed Ulteriore Lettura


Date Added: Sep 21, 2012 | Updated: Sep 24, 2012

Last Update: 24. September 2012 05:42

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit