Il UCLA Costruisce l'Nano-Elevatore - Nuova Tecnologia

I chimici sovramolecolari del UCLA riferiscono nella Scienza del giornale un commputer molecolare artificiale quel funzioni come un nanoelevator.

“Tali unità robot del nanoscale potrebbero trovare l'uso in delivery system ad emissione lenta della droga e nel controllo delle reazioni chimiche all'interno dei sistemi nanofluidic condotti in laboratori su un chip,„ ha detto Jovica Badjic, ricercatore postdottorale nel laboratorio di Fraser Stoddart, supporto della Presidenza di Fred Kavli nelle scienze dei nanosystems e Direttore dell'Istituto della California NanoSystems al UCLA.

Nella progettazione incrementalmente messa in scena di Badjic del nanoelevator - una costruzione del tipo di impianto di perforazione con tre lati che abbracciano una componente del tipo di piattaforma collegata, può essere fatta per muoversi fra due livelli, lui ha dovuto convincere le componenti di corrispondenza per adattarsi insieme appena perfettamente.

La sfida è simile ad una che la natura già ha risolto nella creazione delle interazioni multivalent che esistono fra le celle ai sensi di informazioni di comunicazione in tutto l'organismo.

“Il primo punto nella sintesi può essere paragonato ad imparare come mettere un guanto sulla sua mano bendata i occhi. Farete gli errori innumerevoli ma finalmente voi scoprire per approssimazioni successive come ottenere la destra della corrispondenza appena. Quello è come il multivalency ottiene espresso durante la mia sintesi modello-diretta,„ Badjic ha detto.

per dimostrare il funzionamento dell'elevatore, i chimici del UCLA inseriti in collaborazione con un gruppo Italiano all'Università di Bologna: il professor Vincenzo Balzani, assistente universitario Alberto Credi e dottorando Serena Silvi.

L'elevatore è circa 3,5 nanometri di diametro e 2,5 nanometri dell'altezza. Ogni lato dell'impianto di perforazione ha due stazioni - una, forte, che conta sui legami idrogeni ed altra molto più debole. I forti legami idrogeni fra l'impianto di perforazione e la piattaforma possono distruggersi catturando un protone a partire da ogni lato uno alla volta con la base. Il risultato è un movimento graduale della piattaforma giù alle stazioni preferite now più in basso giù l'impianto di perforazione. Intraprendendo le azione uno alla volta, l'elevatore è più rievocativo di un animale fornito di gambe che è di un elevatore del passeggero. La piattaforma può essere restituita al livello superiore tramite l'aggiunta di acido. L'elevatore è stato fatto per andare su e giù 10 volte tramite l'aggiunta consecutiva di acido e della base, rispettivamente.

Sebbene sia stato commentato nell'articolo che la distanza ha viaggiato dalla piattaforma sia appena un poco di meno di un nanometro, 1.000 volte più piccoli dello spessore dei capelli umani e che la forza generata potrebbero essere fino a 200 picoNewtons, Stoddart ha sollecitato l'avvertenza riguardo a questo reclamo, in base ai calcoli effettuati a Bologna, fino a farla un backup dagli esperimenti ed anche da una teoria onnicomprensiva.

23 marzo 2004 Inviatord

Date Added: Mar 26, 2004 | Updated: Jun 11, 2013

Last Update: 12. June 2013 15:41

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this article?

Leave your feedback
Submit