Malvern Instruments Ltd logo.

Sistema Nano di Caratterizzazione della Particella di Zetasizer ZS da Malvern

Sistema Nano di Caratterizzazione della Particella di Zetasizer ZS da Malvern

Lo Zetasizer ZS Nano vi porta la praticità di un sistema senza manutenzione con la versatilità delle misure di multi-parametro in una singola unità compatta.

Dimensione delle Particelle

La tecnologia arretrata Non Invadente (NIBS) dello spargimento cattura la particella che gradua ai nuovi livelli di sensibilità nel 0.6nm ad un intervallo da 6 micron. Il nuovo Zetasizer ZS Nano è la scelta per l'analisi granulometrica precisa, affidabile e ripetibile delle particelle e delle molecole in soluzione.

Potenziale Zeta

Il nuovo Zetasizer ZS Nano offre mai il più alte sensibilità, accuratezza e risoluzione per la misura di potenziale Zeta. Ciò è raggiunta tramite una combinazione di Doppler del laser velocimetry e di scattering dell'indicatore luminoso dell'analisi di fase (PALS) nella tecnica brevettata del M3-PALS di Malvern. Anche i campioni di mobilità molto bassa possono essere analizzati e le loro distribuzioni di mobilità essere calcolati.

Flusso-modo di Cromatografia

Connetta lo Zetasizer Nano al vostro sistema della cromatografia per uso come rivelatore leggero assoluto di scattering. Posizioni Appena dopo l'ultimo rivelatore nel vostro sistema di SEC GPC. La dimensione e l'intensità sono tracciate in tempo reale mentre il materiale è eluito dalla colonna. Le Medie, le posizioni di punta ed i pesi molecolari di ogni picco sono calcolati automaticamente alla conclusione della misura.

Peso Molecolare

Facendo Uso dello scattering leggero statico (SLS) ed il tracciato classico di Debye, il peso molecolare dei polimeri arrotolati casuali fino ad un massimo di 5 x 105 Da come pure polimeri e proteine globulari fino ad un massimo di 2 x 107 Da può essere risoluto senza la necessità per le misure di multi-angolo.

Testimonianza del Cliente

Permettendo alle misure a temperatura controllata, lo Zetasizer ZS Nano è adatto specialmente al nostro lavoro qui a USF. Con abbiamo potuti riflettere l'effetto sull'idratazione delle proteine dagli ioni del sale in soluzione, misurante il raggio idrodinamico delle proteine giù al più/meno un decimo del diametro di una molecola di acqua. Abbiamo trovato Interessante che né gli ioni chaotropic o cosmotropic del sale hanno pregiudicato l'idratazione globale della proteina fino alle concentrazioni nel sale di 1M.

Dott. Martin Muschol, Assistente Universitario, Dipartimento di Fisica, Università di Florida Del Sud

Other Equipment by this Supplier