Site Sponsors
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions

Nanolane unisce International Group esperti WG1PG8

Published on March 24, 2009 at 7:10 PM

Nel quadro della sua politica di qualità totale, NANOLANE ha aderito come membro francese del gruppo di esperti internazionali WG1PG8 'di terminologia per la misurazione su scala nanometrica e strumentazione' diretto dal Dr. John Miles (Istituto Nazionale di misura, Australia).

Lo scopo di questo gruppo di progetto è di fornire parti interessate, tra cui produttori, ricercatori, tecnologi, esperti in brevetti, regolatori, ecc, con un elenco completo di termini e definizioni relative alla misura e strumentazione per l'utilizzo su scala nanometrica. La specifica tecnica futuro sarà applicabile ma non limitato ai termini utilizzati nella misurazione della chimica, le proprietà funzionali e strutturali su scala nanometrica.

Nanolane è presente anche nel Gruppo di Lavoro 1 ('Terminologia, classificazione e nomenclatura') della ISO francese di lavoro della Commissione sui primi standard ISO e CEN nel campo delle nanotecnologie. La commissione francese guidata dal Agence Française de Normalisation (www.afnor.com) ed è la struttura specchio della nanotecnologia comitato tecnico (TC 229) del Standardization Organization (www.iso.org).

A proposito di ISO TC 229 commissione:

ISO TC 229 commissione è stata costituita a metà del 2005 per il progresso di normalizzazione nel settore delle nanotecnologie. Compiti specifici che saranno intraprese dalla ISO / TC 229 sono gli standard di sviluppo per:

WG1: Terminologia, classificazione e nomenclatura
WG2: Misurazione e caratterizzazione
WG3: problemi di salute, sicurezza e ambiente
WG4: specifiche Materiali

Lo scopo della commissione è la normalizzazione nel settore delle nanotechnologiesthat comprende una o entrambe delle seguenti operazioni:

1. Comprensione e il controllo della materia e dei processi su scala nanometrica, di solito, ma non esclusivamente, inferiori a 100 nanometri in una o più dimensioni dove l'insorgenza di fenomeni dipendenti dalle dimensioni permette di solito nuove applicazioni.

2. Utilizzando le proprietà dei materiali su scala nanometrica che differiscono dalle proprietà dei singoli atomi, molecole, e la materia alla rinfusa, per creare migliori materiali, dispositivi e sistemi che sfruttano queste nuove proprietà.

Last Update: 6. October 2011 11:28

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit