Site Sponsors
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions

Agilent Da Collaborare con la Stanford University Per Esplorare Nuova Classe di Unità di Nanoscale

Published on October 27, 2009 at 7:54 PM

Agilent Technologies Inc. (NYSE: A) oggi ha annunciato che sta collaborando con la Stanford University in un programma di ricerca destinato per esplorare una nuova classe di unità del nanoscale facendo uso dell'combinazioni del microscopio della sonda di scansione (SPM) e del deposito atomico del livello (ALD). La ricerca permetterà al modello ed alla caratterizzazione rapidi delle unità del nanoscale con le innovazioni nel disgaggio del sottomarino 10 nanometro per una vasta gamma di applicazioni.

“I nanostructures novelli da costruzione ed in situ caratterizzato in questo prototipo unico dello strumento di SPM-ALD per rapido un'ampia varietà di unità di prossima generazione,„ ha detto Fritz Prinz, il professor ed il presidente, l'ingegneria meccanica, Stanford University. “Lo strumento di SPM-ALD ci permetterà di sviluppare le unità che approfittano degli effetti di relegazione di quantum presenti ai piccoli disgaggi di lunghezza, disgaggi di lunghezza che non potrebbero essere raggiunti con i metodi tradizionali della litografia. Queste unità possono essere sviluppate soltanto con gli strumenti di fabbricazione che possiedono la risoluzione spaziale straordinaria.„

Questo programma si concentra sull'integrazione di ALD, una tecnica di sottili pellicole capace di precisione di sotto-nanometro di spessore, con la risoluzione laterale SPM di nanometro in un'unità estendere la capacità delle tecniche della sonda di scansione fino montaggio dell'unità e di modello. Storicamente, la prestazione degli apparecchi elettronici è stata limitata con i metodi di fabbricazione tradizionali, quale la litografia del fascio di elettroni ed ottica, che non sono probabili consegnare significativamente la risoluzione della funzionalità inferiore a 20 nanometro. Tuttavia, gli effetti meccanici di quantum di relegazione dell'elettrone in unità 10 nanometro o più piccolo risultato nei fenomeni qualitativamente differenti che quelli veduti in più grandi unità. Approfittando di questa relegazione di quantum è preveduto provocare un nuovo paradigma per gli apparecchi elettronici.

“Abbiamo scelto la Stanford University per questa concessione per la competenza riconosciuta del professor Prinz e gruppo e l'allineamento vicino fra la ricerca proposta ed il futuro dell'affare dello SPM di Agilent,„ ha detto Jack Wenstrand, il Direttore di Agilent delle relazioni dell'università. Il lavoro fra Agilent e la Stanford University fa parte del Programma di Relazioni dell'Università di Agilent, che facilita le collaborazioni con le università intorno al mondo. Il lavoro scientifico di sostegni di Agilent con diretto mondiale delle università dirige le concessioni e la ricerca di collaborazione.

Last Update: 13. January 2012 14:04

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit