Site Sponsors
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
Posted in | Nanoanalysis | Nanobusiness

Malvern Zetasizer essenziali per gli Studi aggregazione proteica Nano all'USF

Published on April 15, 2010 at 7:58 PM

Dr. Martin Muschol, Assistant Professor presso la University of South Florida (USF), Dipartimento di Fisica e il suo team stanno portando avanti importanti ricerche per ottenere una migliore comprensione dei fenomeni di aggregazione proteica, tra cui la cristallizzazione delle proteine ​​e la crescita delle fibrille amiloidi. Utilizzando il Zetasizer Nano ZS, da Malvern Instruments (Malvern, Regno Unito) , i ricercatori USF sono stati in grado di eseguire temperatura controllata scattering di luce statica e dinamica (DLS) misurazioni di idratazione delle proteine, le proteine ​​e le interazioni cinetiche di aggregazione in vitro.

"Consentendo misure di temperatura controllata, la Zetasizer Nano ZS è particolarmente adatto per il nostro lavoro qui a USF", ha detto il dottor Muschol. "Con essa siamo stati in grado di monitorare l'effetto sul idratazione delle proteine ​​da parte degli ioni del sale in soluzione, misurando il raggio idrodinamico di proteine ​​fino a più / meno un decimo del diametro di una molecola d'acqua. Interessante abbiamo scoperto che né caotropico o cosmotropic ioni di sale colpite idratazione generale delle proteine ​​fino a concentrazioni di sale 1M ". (Ref: 'Idratazione e Interazioni idrodinamica di lisozima: effetti degli ioni caotropico contro Kosmotropic', Biofisica Journal, volume 96, pp 3781-3790)

Dopo aver pubblicato diversi nel corso dell'ultimo anno solo, i dati raccolti dal dottor Muschol e la sua squadra sarà utilizzata per sviluppare modelli per la formazione di fibrille di proteine, un comportamento pensiero per innescare malattie degenerative come il morbo di Alzheimer o il morbo di Parkinson. "Nonostante gli sforzi di ricerca intensiva, che ancora non capisco come le proteine ​​possono rimanere in soluzione in un ambiente affollato cellulare e ciò che fa scattare la loro aggregazione e successive modificazioni patologiche. Ci auguriamo che la nostra ricerca contribuirà a risolvere questi enigmi di base". (Ref: 'protofibrille amiloide Nucleato di lisozima e Grow Via Fusion Oligomero', Biofisica Journal, volume 97, pp 590-598)

Équipe del dottor Muschol ha anche avuto un successo notevole nell'uso del Nano ZS Zetasizer per studiare la nucleazione di nanoparticelle di oro (rif:... R. Jagannathan, et al J. Phys Chem C, 2009, 113, pp3478-3486). A differenza di misure di luce statica comunemente usato per rilevare eventi di nucleazione, DLS separa la dispersione di fondo da piccole specie molecolari in soles oro. Pertanto, DLS è stato in grado di rilevare nucleazione in una fase molto prima di quanto è stato possibile con altri approcci.

Il Zetasizer Nano ZS sta dimostrando di essere l'ultima soluzione di dimensionamento per gli scienziati della biotecnologia e dei materiali, offrendo una sensibilità eccezionale fino a sub-micron e scala nanometrica. La capacità del sistema di controllo della temperatura è importante quando si segue il comportamento dei polimeri e campioni di proteine. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo www.malvern.com / Zetasizer

Malvern, Malvern Instruments e Zetasizer sono marchi registrati di Malvern Instruments Ltd

Last Update: 5. October 2011 22:52

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit