Site Sponsors
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
Posted in | Nanomedicine | Nanomaterials

There is 1 related live offer.

Save 25% on magneTherm

EUREKA Concessione aiuta a progettare nanofibre-Based film polimerici sottili per il trattamento del tumore

Published on August 12, 2010 at 2:42 AM

Il Georgia Institute of Technology ha ricevuto una sovvenzione EUREKA dal National Institutes of Health (NIH) per progettare un nuovo modo di trattare i tumori cerebrali invasivi catturando la migrazione delle cellule che diffondono la malattia.

Il EUREKA - Eccezionale, la ricerca non convenzionale Abilitazione Accelerazione Conoscenza - programma aiuta i ricercatori a testare nuove idee non convenzionali o affrontare le principali sfide tecniche e metodologiche.

Il team di ricerca, guidato dal professore Coulter Dipartimento Ravi Bellamkonda, progetterà nanofibre a base di film sottili di polimeri rivestiti con spunti biochimici.

Il team di ricerca prevede di sviluppare un sistema che scavare le cellule tumorali del cervello, indirizzando loro lontano dalla loro posizione all'interno del cervello in una posizione più esterna, dove possono essere allontanati o abbattuti. Nanofibre a base di film sottili di polimeri rivestiti con spunti biochimici saranno allineati nel cervello di fornire un corridoio per le cellule tumorali da seguire per un gel a base di 'affondare' dove saranno catturati e rimosso in modo sicuro o incoraggiati a morire a causa di segnalazione chimica.

"Crediamo che questo è il primo tentativo di sfruttare il invasiva, le proprietà migrazione di tumori al cervello attraverso l'ingegneria un percorso per i tumori di allontanarsi dal sito primario in una posizione in cui il trattamento si possono verificare", ha detto il ricercatore Ravi Bellamkonda, un professore il Wallace H. Coulter Dipartimento di Ingegneria Biomedica presso il Georgia Tech e Emory University.

Collaborare con Bellamkonda su questo progetto sono Tobey MacDonald, direttore della pediatria neuro-oncologia programma presso il Cancer Center Aflac e Sangue servizio per le malattie della Sanità bambini di Atlanta e professore associato di Pediatria presso l'Emory University School of Medicine, e Barun Brahma, un neurochirurgo pediatrico a Healthcare bambini di Atlanta. La collaborazione iniziale tra i ricercatori hanno iniziato con un finanziamento di semi dal Cancer Coalition Georgia e Fondazione Amici di Ian.

Il National Cancer Institute sta fornendo più di $ 1 milione per la concessione EUREKA. Per il progetto, Bellamkonda, MacDonald e Brahma si stanno concentrando sul trattamento medulloblastomi - tumori cerebrali altamente maligno che rappresentano oltre il 20 per cento dei tumori cerebrali pediatrici.

"Il medulloblastoma è il più comune tumore maligno al cervello che vedere in bambini, ma purtroppo i tassi quinquennali di sopravvivenza per i bambini con questa gamma di cancro solo 50-70 per cento e la maggior parte dei sopravvissuti hanno una qualità della vita significativamente ridotta a seguito di tossicità legata al trattamento ", ha detto MacDonald, che è anche uno studioso Georgia Cancer Coalition Distinguished. "Un numero crescente di sopravvissuti sono anche a rischio di sviluppare tumori secondari come conseguenza del trattamento che oggi amministrano Chiaramente dobbiamo fare un lavoro migliore al trattamento di questi tumori;. Tuttavia, migliorare la sopravvivenza e riducendo gli effetti tossici del trattamento richiedono un approccio altamente innovativo. "

Trattamento medulloblastoma attualmente coinvolge la chirurgia seguita da radioterapia a tutto il cervello e la spina dorsale e fino a un anno di intensa chemioterapia endovenosa. Tuttavia, la radiazione è spesso ritardato o omesso del tutto nei bambini piccoli a causa della sua debilitanti a lungo termine effetti collaterali sul sistema nervoso centrale sviluppo.

Questi cambiamenti ai tempi di somministrazione radiazioni possono avere un impatto negativo sopravvivenza. E mentre la chirurgia è un cardine del trattamento, troppo può provocare una significativa perdita di funzioni cognitive e neurologiche a causa delle aree critiche del cervello che possono essere coinvolte dalla diffusione del tumore, ma richiedono una vasta area chirurgica per rimuovere la maggior quantità di tumore possibile.

Questa sovvenzione EUREKA si propone di affrontare l'urgente necessità di sviluppare terapie per trattare in modo sicuro medulloblastomi invasive nei bambini.

"Il nostro piano è quello di consegnare il tumore al farmaco - indirizzando le cellule tumorali di un gel appositamente progettato che può essere rimosso o progettato per uccidere le cellule - piuttosto che l'attuale strategia di fornire il farmaco per il tumore, che è problematico a causa della vascolarizzazione irregolare e diffusività poveri del tessuto tumorale ", ha spiegato Bellamkonda, che è anche uno studioso Georgia Cancer Coalition Distinguished.

I ricercatori hanno intenzione di progettare un sistema sottile film polimerico che includerà indicazioni topografiche e biochimici simili a quelli che guidano l'invasione iniziale di tumore al cervello. I film sottili sarà arrotolato e distribuito con cateteri minimamente invasive. Poiché il tessuto neurale non saranno aspirati e il film sono molto sottili, ci dovrebbe essere minimo tessuto tumorale e distruzione.

I film saranno inoltre non tossico per il paziente, perché saranno costruite con biocompatibili, polimeri stabili. In studi precedenti, i polimeri sono stati impiantati nel sistema nervoso di piccoli animali per più di 16 settimane senza reazioni tissutali avverse.

"Questa ricerca rappresenta un approccio radicale al trattamento dei tumori invasivi che si basa sulle proprietà universali e la meccanica della motilità cellulare e la caratteristica migrazione di metastasi, indipendentemente dalle origini molecolare e genetica del tumore", ha aggiunto Bellamkonda.

Se avrà successo, questo approccio potrebbe individuare un modo nuovo e innovativo per il trattamento di medulloblastomi pediatrica e ha le potenzialità per aprire una nuova strada per il trattamento di altri tumori invasivi solidi, come i tumori del tronco encefalico. Questi tumori sono incurabili perché si trovano in una regione non operabili e / o sono resistenti o inaccessibili per la consegna di agenti chemioterapici.

Fonte: http://www.gatech.edu/

Last Update: 6. October 2011 14:12

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit