Site Sponsors
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
Posted in | Nanoenergy

Nuovo Sviluppo dell'Aiuto di Risultati delle Pile Solari Più Efficienti

Published on October 8, 2010 at 5:02 AM

Un gruppo dei ricercatori dalla North Carolina State University e dal Regno Unito ha trovato che l'a tariffa ridotta della conversione di energia nella tecnologia a cellule solari del tutto polimero è causato dalla struttura delle pile solari stesse. Sperano che i loro risultati piombo alla creazione delle pile solari più efficienti.

Le pile solari Polimeriche sono fatte degli strati sottili delle strutture compenetranti da due plastiche di conduzione differenti e sono sempre più popolari perché sono entrambe potenzialmente più economiche fare che quell'corrente in uso e possono “essere dipinte„ o essere stampate su varie superfici, compreso le pellicole flessibili fatte dallo stesso materiale della maggior parte delle bottiglie di soda. Tuttavia, queste pile solari non sono ancora redditizie fare perché hanno soltanto una tariffa di trasformazione dell'energia di circa tre per cento, rispetto alla tariffa di 15 - 20 per cento nella tecnologia solare esistente.

“Le pile Solari devono dovere simultaneamente abbastanza densamente assorbire i fotoni dal sole, ma hanno strutture abbastanza piccole per quella energia catturata - conosciuta come un eccitone - da potere viaggiare al sito della separazione di carica e conversione nell'elettricità che usiamo,„ dice il Dott. Harald Ade, il professor di fisica ed uno degli autori di un documento che descrive la ricerca. “Le pile solari catturano i fotoni, ma l'eccitone ha troppo lontano viaggiare, l'interfaccia fra le due plastiche differenti usate è troppo ruvida per la separazione di carica efficiente e la sua energia si perde.„

I risultati dei ricercatori compaiono online nei Materiali Funzionali Avanzati e nelle Lettere Nane.

In modo che la pila solare sia la maggior parte del efficiente, Ade dice, il livello che assorbe i fotoni dovrebbe essere intorno 150-200 nanometri densamente. (Il nanometro di A è migliaia di periodi più piccoli della larghezza dei capelli umani.) L'eccitone risultante, tuttavia, dovrebbe dovere soltanto viaggiare una distanza di 10 nanometri prima della separazione di carica. Il modo che le pile solari polimeriche corrente sono strutturate impedisce questo trattamento.

Ade continua, “Nel sistema esaminatore, la distanza minima del tutto polimero che l'eccitone deve viaggiare è 80 nanometri, la dimensione delle strutture formate dentro la pellicola sottile. Ulteriormente, le unità di modo sono corrente fabbricate, l'interfaccia fra le strutture non è definita marcato, in modo da significa che gli eccitoni, o le spese, ottengono intrappolati. I Nuovi metodi di montaggio che forniscono le più piccole strutture e le interfacce più marcate devono essere trovati.„

Ade ed il suo gruppo pianificazione esaminare i tipi differenti adi pile solari basate a polimero per vedere se i loro bassi rendimenti sono dovuto questo stesso problema strutturale. Sperano che i loro dati piombo i chimici ed i produttori esaminare i modi diversi di un queste celle per aumentare il risparmio di temi.

“Ora che sappiamo perché la tecnologia attuale non funziona bene come potrebbe, i nostri punti seguenti saranno nell'esame trattamenti fisici e chimici che correggeranno quei problemi. Una Volta Che otteniamo un riferimento di risparmio di temi, possiamo riorientare gli sforzi di fabbricazione e della ricerca.„

Sorgente: http://www.ncsu.edu/

Last Update: 12. January 2012 06:04

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit