Site Sponsors
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
Posted in | Nanomaterials

I Ricercatori di ORNL Scoprono il Mistero Dietro Comportamento di Fase del Diossido del Vanadio

Published on November 24, 2010 at 5:58 AM

Uno studio sistematico sui cambiamenti di fase in diossido del vanadio ha risolto un mistero che ha imbarazzato gli scienziati per le decadi, secondo i ricercatori al Dipartimento Per L'Energia il Laboratorio Nazionale di Oak Ridge.

Gli Scienziati hanno saputo che il diossido del vanadio esibisce parecchie fasi in competizione in cui funge da isolante alle temperature più insufficienti. Tuttavia, la natura esatta del comportamento di fase non è stata capita da quando la ricerca ha cominciato sul diossido del vanadio nell'inizio degli anni 60.

Alexander Tselev, un socio di ricerca dall'Università di Tennessee-Knoxville che lavora con il Centro di ORNL per le Scienze dei Materiali di Nanophase, in collaborazione con Igor Luk'yanchuk dall'Università di Piccardia in Francia ha usato una teoria condensata di fisica della materia per spiegare i comportamenti osservati di fase del diossido del vanadio, di un materiale di interesse tecnologico significativo per l'ottica e di un'elettronica.

“Abbiamo scoperto che la concorrenza fra parecchie fasi puramente è determinata dalla simmetria della grata,„ Tselev abbiamo detto. “Abbiamo capito che la grata metallica di fase dell'ossido del vanadio potesse “profilatura„ nei modi diversi mentre raffreddandosi, in modo da che gente osservata erano i tipi differenti di sue piegature.„

Il diossido del Vanadio è più noto nel mondo dei materiali per la sua transizione di fase veloce e brusca che essenzialmente trasforma il materiale da un metallo ad un isolante. Il cambiamento di fase ha luogo Centigrado a circa 68 gradi.

“Queste funzionalità di conduttività elettrica rendono a diossido del vanadio un candidato eccellente per le numerose applicazioni in ottico, unità elettroniche ed optoelettroniche,„ Tselev ha detto.

Le Unità che potrebbero approfittare dei beni insoliti di VO2 includono i laser, i rivelatori di moto ed i rivelatori di pressione, in grado di trarre giovamento dalla sensibilità aumentata fornita dai cambiamenti dei beni del diossido del vanadio. Il materiale già è utilizzato nelle tecnologie quali i sensori infrarossi.

I Ricercatori hanno detto che il loro lavoro teorico potrebbe aiutare la ricerca sperimentale futura della guida in diossido del vanadio ed infine aiutare lo sviluppo delle nuove tecnologie basate su VO2.

“Nella fisica, volete sempre capire come il materiale ticchetta,„ avete detto Sergei Kalinin, uno scienziato senior al CNMS. “La teoria termodinamica permetterà che prediciate come il materiale si comporterà nelle circostanze esterne differenti.„

I risultati sono stati pubblicati nelle Lettere Nane della Società di Prodotto Chimico Americano. Il gruppo di ricerca egualmente ha incluso gli Ossi iliaci Ivanov, John Budai e Jonathan Tischler a ORNL e Evgheni Strelcov e Andrei Kolmakov alla Southern Illinois University.

La ricerca teorica del gruppo si espande sopra gli studi sperimentali precedenti di ORNL con la rappresentazione di microonda che ha dimostrato come lo sforzo ed i cambiamenti della simmetria del reticolo cristallino possono produrre i collegare conduttivi sottili nei campioni del diossido del vanadio del nanoscale.

Sorgente: http://www.ornl.gov/

Last Update: 11. January 2012 18:30

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit