Posted in | Nanofabrication

Generazione del Nanopatterns con i Virus Facendo Uso della Penna Nanolithography della Immersione

Published on December 8, 2010 at 7:38 AM

Un trattamento usato per produrre le strutture nanoscopic gradisce i sempre più piccoli circuiti integrati, biosensori ed i chip del gene è conosciuto come nanolithography della immersione-penna, in cui il nanotip di un microscopio atomico della forza è utilizzato “scrive„ un reticolo direttamente su un substrato. Nel giornale Angewandte Chemie, un gruppo di ricerca Coreano piombo da Jung-Hyurk Lim all'Università Nazionale di Chungju in Chungju ora ha introdotto un nanotip raffinato per questa tecnica.

Con il loro “nanoquill„, è possibile produrre rapido, precisamente e flessibilmente i nanopatterns complessi dalle grandi biomolecole - quali le particelle complete del virus -.

La microscopia Atomica della forza, originalmente progettata per la determinazione delle strutture nanoscopic delle superfici, da allora con molto successo è stata messa ad un altro uso: In nanolithography della immersione-penna, il nanotip è immerso come una spoletta “in un inchiostro buono„ e le molecole poi sono depositate come inchiostro su un substrato adatto per formare i nanopatterns complessi. Critico a questo trattamento è un menisco minuscolo dell'acqua che moduli fra la superficie da scrivere sopra e il nanotip; il menisco fornisce una via da cui le molecole nell'inchiostro - DNA, peptidi, o proteine - possono muoversi verso la superficie. Tuttavia, le più grandi molecole non possono diffondersi tramite il menisco e non possono essere depositate sulla superficie. Grazie ad un nanotip novello, gli scienziati Coreani ora hanno sormontato questa limitazione.

Il nuovo suggerimento è fatto del diossido di silicio che è stato ricoperto di polimero biocompatibile ben-caratterizzato. Ciò forma una rete nanoporous del polimero con i diametri del poro fra 50 e diverse centinaia nanometri.

Quando questo suggerimento è immerso in una soluzione che contiene le biomolecole, il polimero assorbe il liquido ed i rigonfiamenti in un gel. Quando “il nanoquill„ caricato entr inare contatto con un substrato ammina-rivestito, le biomolecole si diffondono dal gel sulla superficie. Poiché la diffusione dal gel sulla superficie incontra la meno resistenza che la diffusione tramite un menisco dell'acqua, è possibile depositare le biomolecole molto più grandi che nel metodo convenzionale.

Come dimostrazione, i ricercatori hanno selezionato le particelle del virus limitate ad una tintura della fluorescenza come loro inchiostro. Potevano usare questo per produrre i reticoli con più di 1000 diversi nanodots senza dovere riempire la spoletta. A Differenza della tecnica convenzionale, il tempo aumentante del contatto fra la superficie ed il suggerimento della spoletta aumenta il numero di diversi virus all'interno del punto, ma il non suo diametro. Tuttavia, i ricercatori potevano generare i punti di varie dimensioni (400, 200 e 80 nanometro) variando il diametro del suggerimento. Questa variazione può essere gestita abbastanza facilmente dalla durata della reazione di polimerizzazione.

Last Update: 11. January 2012 17:22

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit