Posted in | Nanomedicine | Nanomaterials

Droghe di Manifestazione dei Ricercatori del MIT Unite al Tumore dell'Ossequio di Nanoparticelle Efficacemente

Published on January 11, 2011 at 4:17 AM

I Ricercatori al MIT e a Brigham e l'Ospedale delle Donne hanno indicato che possono consegnare il cisplatin della droga di cancro molto più efficacemente e sicuro in un modulo che è stato incapsulato in una nanoparticella mirata a alle celle del tumore della prostata ed è attivato una volta raggiunge il suo obiettivo.

Facendo Uso di nuove particelle, i ricercatori potevano restringere con successo i tumori in mouse, usando soltanto un terzo della quantità di cisplatin convenzionale stata necessaria per raggiungere lo stesso effetto. Quello potrebbe contribuire a diminuire gli effetti secondari potenzialmente severi dei cisplatin, che comprendono il danno del rene ed il danno del nervo.

Una rappresentazione 3-D del cisplatin.

Nel 2008, i ricercatori hanno indicato che le nanoparticelle hanno funzionato in cellule tumorali sviluppate in un piatto del laboratorio. Ora che le particelle hanno indicato la promessa in animali, il gruppo spera di passare verso le prove umane.

“In ogni fase, è possibile là sarà nuovi blocchi stradali che verranno su, ma continuate appena provare,„ dice Stephen Lippard, il Professor di Arthur gli AMO Noyes di Chimica e un autore senior del documento, che sembra negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze la settimana Del 10 gennaio.

Omid Farokhzad, professore associato alla Facoltà di Medicina di Harvard ed a Direttore del Laboratorio di Nanomedicine e Biomateriali a Brigham ed all'Ospedale delle Donne, è egualmente un autore senior del documento. Shanta Dhar, un socio postdottorale nel laboratorio di Lippard e Nagesh Kolishetti, un socio postdottorale nel laboratorio di Farokhzad, sono autori del co-cavo.

Migliore consegna

Cisplatin, che medici hanno cominciato a usando per trattare il cancro verso la fine degli anni 70, distrugge le cellule tumorali inter-collegando il loro DNA, che infine avvia la morte delle cellule. Malgrado i sui effetti secondari avversi, che egualmente comprendono il danno e la nausea del nervo, circa la metà di tutti i malati di cancro che ricevono la chemioterapia stanno catturando Cisplatin o altre droghe del platino.

Un Altro problema con il cisplatin convenzionale è la sua relativamente breve vita nella circolazione sanguigna. Soltanto circa 1 per cento della dose data ad un paziente raggiunge mai il DNA delle cellule del tumore e circa la metà di è espulso in un'ora del trattamento.

Per prolungare il tempo nella circolazione, i ricercatori hanno deciso di imballare un derivato del cisplatin in una nanoparticella (di respinta) idrofoba. In Primo Luogo, hanno modificato la droga, che è normalmente idrofila (acqua attirando), con due unità dell'acido esanoico - frammenti organici che respingono l'acqua. Quello ha permesso loro di incapsulare il profarmaco risultante - un modulo che è inattivo finché non entrasse in una cellula bersaglio - in una nanoparticella.

Facendo Uso di questo approccio, molto più della droga raggiunge il tumore, perché di meno della droga è degradato nella circolazione sanguigna. I ricercatori hanno trovato che le nanoparticelle hanno circolato nella circolazione sanguigna per circa 24 ore, almeno un cisplatin di quanto non-incapsulato di 5 volte più lungamente. Egualmente hanno trovato che non ha accumulato tanto nei reni quanto il cisplatin convenzionale.

Per aiutare le nanoparticelle raggiungono il loro obiettivo, i ricercatori egualmente li hanno ricoperti di molecole che legano a PSMA (antigene specifico della membrana della prostata), una proteina trovata sulla maggior parte delle celle di carcinoma della prostata.

Dopo la mostra della durevolezza migliore delle nanoparticelle nel sangue, i ricercatori hanno verificato la loro efficacia trattando i mouse impiantata con i tumori umani della prostata. Hanno trovato che le nanoparticelle hanno diminuito la dimensione di tumore tanto quanto il cisplatin convenzionale oltre i 30 giorni, ma con soltanto 30 per cento della dose.

“Hanno non appena efficacia migliore molto elegante indicata ma tossicità anche in diminuzione,„ dice Mansoor Amiji, presidenza delle scienze farmaceutiche all'Istituto Universitario del Bouvé dell'Università Di Nordest delle Scienze di Salubrità, che non è stato compreso nella ricerca. “Con una nanoparticella, dovreste potere entrare le dosi elevate nel paziente, in modo da potete avere un risultato e non una preoccupazione molto meglio terapeutici tanto circa gli effetti secondari.„

Questo tipo di progettazione di nanoparticella potrebbe adattarsi facilmente per portare altri tipi di droghe, o persino di più di una droga per volta, i ricercatori hanno riferito in un documento di PNAS l'ottobre scorso. Potrebbero anche essere destinati per mirare ai tumori all'infuori di carcinoma della prostata, finchè quei tumori hanno conosciuto i ricevitori che potrebbero essere mirati a. Un esempio è il ricevitore Her-2 abbondante in alcuni tipi di cancri al seno, dice Lippard.

Le particelle provate in questo documento sono basate sulla stessa progettazione come le particelle hanno elaborato dal Professor Robert Langer dell'Istituto del MIT e di Farokhzad che consegnano il docetaxel della droga di cancro. Un test clinico di Fase I per valutare quelle particelle ha cominciato la settimana scorsa, esecuzione dalle Scienze Biologiche di LEGATURA.

La sperimentazione animale Supplementare è necessaria prima che le particelle ditrasporto possano entrare in test clinici umani, dice Farokhzad. “A fine giornata, se i risultati dello sviluppo sono tutti che promettono, quindi spereremmo di mettere qualcosa di simile in esseri umani nei tre anni successivi,„ dice.

Sorgente: http://web.mit.edu/

Last Update: 11. January 2012 13:42

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit