Nuovo studio Principali grave carenza nella singola domanda Indagini sulla nanotecnologia o biocarburanti

Published on January 20, 2011 at 6:14 AM

Un nuovo studio condotto dai ricercatori dell'Arizona State University, North Carolina State University e University of Wisconsin mette in luce una falla importante nel tentativo di utilizzare una sola domanda sondaggio per valutare l'opinione pubblica sui temi della scienza.

Lo studio, pubblicato di recente da Public Understanding of Science, ha scoperto che le persone che dicono che i rischi derivanti dai campi nuova scienza superano i benefici spesso in realtà percepiscono più benefici che rischi quando domande più dettagliate.

Un nuovo studio mette in luce una falla importante nel tentativo di utilizzare una sola domanda sondaggio per valutare l'opinione pubblica sui temi della scienza.

"L'obiettivo dello studio è stato quello di esplorare se avremmo potuto usare una domanda del sondaggio per misurare con precisione l'opinione pubblica sulle questioni scientifiche e tecnologiche", ha detto Elizabeth Corley, co-Principal Investigator con il Center for Nanotechnology in Society presso l'Arizona State University (CNS- ASU) e co-autore dello studio. "Ma abbiamo scoperto che queste questioni scientifiche complesse hanno bisogno di più domande del sondaggio sui rischi e benefici per misurare con precisione l'opinione pubblica su di loro."

Lo studio, "Misurare il rischio / beneficio percezione delle tecnologie emergenti e il loro potenziale impatto sulla comunicazione della pubblica opinione verso la scienza", è stato condotto da Andrew Binder, assistente professore di comunicazione della North Carolina State, e co-autore di Corley, Lincoln Professore of Public Policy, Etica e le Tecnologie Emergenti in ASU; Dietram Scheufele, co-Principal Investigator con Corley a CNS-ASU e John E. Ross Professore di Comunicazione Scienze della Vita presso l'Università del Wisconsin, Michael Cacciatore, dell'Università del Wisconsin studente di dottorato; e Bret Shaw, anche professore presso la University of Wisconsin.

Per valutare la natura problematica di singolo questione sondaggi, i ricercatori hanno sviluppato due indagini, una focalizzata sulle nanotecnologie e l'altro sui biocarburanti. In ciascuna indagine, gli intervistati è stato chiesto una questione generale: I rischi connessi con le nanotecnologie / biocarburanti superano i benefici, non i benefici superano i rischi, o sono i rischi ei benefici circa la stessa? I ricercatori hanno poi chiesto ai partecipanti al sondaggio di una serie di domande su specifici rischi e benefici connessi con le nanotecnologie o biocarburanti.

I ricercatori hanno poi confrontato la risposta di un partecipante alla domanda principale, con le sue risposte alle domande specifiche al fine di vedere se la questione generale in modo adeguato l'opinione del rispondente individuali.

Hanno trovato un problema.

"C'è stato un notevole divario tra le persone che hanno risposto alla domanda principale che i rischi della scienza emergenti superato i benefici rispetto ai loro risposte alle domande sui rischi specifici e benefici", afferma Binder. "Vale a dire, quelle stesse persone realmente percepito più benefici che rischi quando la possibilità di valutare questi attributi separatamente.

Per esempio, nel sondaggio delle nanotecnologie, il 50 per cento degli intervistati che ha dichiarato rischi superavano i benefici delle nanotecnologie in realtà una valutazione positiva da l'altra parte del sondaggio. Infatti, solo il 35,4 per cento degli intervistati che pensa rischi superavano i benefici effettivamente calcolato più rischi che benefici nella specifica sezione del sondaggio. I ricercatori hanno trovato simile, anche se meno pronunciato, i risultati del sondaggio biocarburanti.

Lo studio ha anche mostrato che le persone che ha dichiarato che i benefici superavano i rischi, in risposta alla domanda principale costantemente percepito più benefici che rischi nella sezione specifica questione delle indagini.

Al di là delle implicazioni metodologiche, questa analisi suggerisce diversi motivi per cui i ricercatori nel campo della atteggiamenti del pubblico verso la scienza deve rivisitare nozioni di misura al fine di informare correttamente il pubblico, politici, scienziati e giornalisti circa le tendenze dell'opinione pubblica verso le tecnologie emergenti.

"La linea di fondo è che gli scienziati sociali e giornalisti devono essere molto attenti quando basandosi su dati provenienti da un unico domanda del sondaggio globale", afferma Binder. "Queste domande semplificato può portare a dati sondaggio fuorvianti e creare problemi per i politici che basano le loro decisioni in merito. Possono anche essere problematico, perché possono contribuire a diversi sondaggi che mostrano risultati molto differenti, che indebolisce la fiducia dell'opinione pubblica nei sondaggi in generale. "

Scheufele e il lavoro Corley sullo studio fa parte della loro attenzione al sistema nervoso centrale-ASU per monitorare, sia tra il pubblico e gli scienziati, la comprensione e valori relativi alla scienza su nanoscala e ingegneria e le loro potenziali risultati della società, e per monitorare queste variabili nel tempo . CNS-ASU è finanziato dalla National Science Foundation. Lo studio è stato finanziato anche dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.

Fonte: http://www.asu.edu/

Last Update: 9. October 2011 01:26

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit