Site Sponsors
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions

Università di Uso Nanosight NTA di St Andrews Caratterizzare Exosomes

Published on May 10, 2011 at 6:53 PM

NanoSight, produttori di livello mondiale della tecnologia unica di caratterizzazione di nanoparticella riferisce che la Scuola di Medicina all'Università di St Andrews sta usando l'analisi tenente la carreggiata di nanoparticella, NTA, per caratterizzare il comportamento exosome.

Il Dott. Simon Powis ed i suoi colleghi all'Università di St Andrews sta lavorando per capire come un insieme delle molecole in questione nella difesa del sistema immunitario contro gli agenti patogeni intracellulari funziona. Queste molecole sono chiamate molecole complesse della classe (MHC) I di istocompatibilità principale e sono espresse su quasi ogni cella nell'organismo. La Loro pertinenza con medicina è conosciuta il più comunemente perché sono uno degli insiemi chiave dei geni che devono essere abbinati molto attentamente quando un trapianto di organi è fatto, altrimenti il trapianto può essere rifiutato.

Dott. Simon Powis con il suo sistema di NanoSight LM10 per studiare comportamento exosome

Ora è conosciuto che il loro ruolo preciso nel sistema immunitario normale è di legare i piccoli frammenti delle proteine virali degradate che video ai Linfociti T del sistema immunitario. Ciò permette la rilevazione specifica delle proteine “non Xeros„, cioè dagli agenti patogeni potenziali e che permette che il sistema immunitario specificamente individui ed uccida le celle infettate, mentre lasciando una cella non infetta vicina sola. Inoltre, c'è una malattia autoimmune affascinante connessa molto attentamente con un tipo particolare di molecola della classe I di MHC. Più di 90% dei pazienti con un tipo di artrite infiammatoria ha chiamato lo spondylitis ankylosing che pregiudica la spina dorsale, esprime un tipo specifico di classe di MHC I HLA-B27 chiamato molecola. Il collegamento fra questi circostanza e HLA-B27 artritici è stato conosciuto per quasi 40 anni, ma il meccanismo di malattia e come HLA-B27 è implicato deve ancora essere capito.

Mentre il gruppo di Powis stava studiando le molecole della classe I di MHC espresse sui exosomes, è stato scoperto che possono esprimere un tipo novello di struttura. La regione della coda della molecola della classe I di MHC, che si siede dentro il exosome, può formare frequentemente un legame dell'bisolfuro-obbligazione ad un'altra molecola della classe I di MHC, così portando due molecole molto attentamente insieme in una struttura dimera. Ciò non accade normalmente sulle celle perché il citoplasma ha un ambiente di diminuzione, impedicenti i legami bisolfurico formarsi. Tuttavia, nei exosomes la capacità di mantenere un ambiente di diminuzione sembra essere persa.

Il gruppo ora sta studiando se le celle del sistema immunitario vedono queste strutture dei dimeri della classe I di MHC sui exosomes e rispondono a loro. Un'Altra questione chiave è che cosa i peptidi sono trovati rilegato alle molecole della classe I di MHC sui exosomes. La via exosome di produzione non è l'itinerario normale affinchè le molecole della classe I di MHC ottenga alla superficie delle cellule, così la possibilità che i peptidi differenti sono trovati in questo sottoinsieme della classe exosomal di MHC molecole di I che è una possibilità reale. Per potere da studiare questi exosomes da varie celle immuni, è necessario da individuare la loro presenza e dimensione nelle culture. Ciò è la ragione per il gruppo che sceglie l'approccio di NanoSight NTA con il sistema LM10.

Prima del usando NanoSight, la citometria a flusso aveva provato uno strumento apprezzato nella caratterizzazione preliminare dei exosomes rilasciati dalle celle immuni. Il Dott. Powis dice che “L'approccio di NanoSight permette una determinazione più accurata della dimensione e della concentrazione relativa entrambe prima e dopo depurazione. Ciò permette che noi riflettiamo la versione dei exosomes nell'intervallo 30-150nm dopo l'attivazione con vari stimoli immuni relativi sia alle risposte immunitarie normali che aberranti in un modo non precedentemente visibile con citometria a flusso.„

Last Update: 12. January 2012 17:36

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit