Site Sponsors
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
Posted in | Nanomaterials

Uso Malvern Zetasizer dei Ricercatori Nano Riflettere Produzione di Nanolatexes

Published on July 6, 2011 at 11:25 PM

Prof. Steven Armes ed il suo gruppo di ricerca nel Dipartimento di Chimica, All'Università di Sheffield nel REGNO UNITO, sta usando uno Zetasizer Nano dagli Strumenti di Malvern per riflettere la produzione rapida ed efficiente dei nanolatexes. Questo singolo strumento può determinare sia la distribuzione di dimensione delle particelle che egualmente riflette il potenziale Zeta, rendentegli uno strumento ideale di caratterizzazione per quanto segue la sintesi in situ di molti tipi di colloidi del polimero, quali i lattici, i microgels o le particelle colloidali del nanocomposite.

“Lo Zetasizer Nano è così di facile impiego,„ il Professor spiegato Armes. “Tutti Gli miei studenti possono rendersi familiare molto rapidamente. Di conseguenza, stiamo approvvigionando un secondo strumento per assicurarci che abbiamo abbastanza capacità per il nostro programma di ricerca espandenteci in questa area.„

Immagine di Microscopia Elettronica Di Trasmissione delle particelle del nanolatex pronte tramite polimerizzazione della dispersione acquosa. Cortesia di Immagine di Prof. Steve Armes dell'Università di Sheffield, barra del Disgaggio = 200 nanometro

“Stiamo facendo i nanolatexes del copolimero di blocco direttamente in acqua facendo uso molto di un versatile e formulazione efficiente di polimerizzazione della dispersione acquosa,„ ha detto Prof. Armes. “Mirando ad una composizione appropriata nel blocco, possiamo preparare le nanoparticelle sferiche del diametro predeterminato all'interno dei 25 tecnologicamente importanti all'intervallo di grandezza di 100 nanometro alle concentrazioni relativamente alte della particella. Recentemente, abbiamo esteso la nostra formulazione per preparare le particelle del tipo di verme del polimero e le particelle vuote conosciute come le vescicole.„

Ulteriormente, il comportamento elecrophoretic dei nanolatexes del gruppo di Sheffield dipende forte dalla natura chimica dello stabilizzatore polimerico che è selezionato. Se i polielettroliti cationici o anionici sono usati, questo ha un effetto profondo sul potenziale Zeta del nanolatex, come confermato facendo uso dello strumento Nano di Zetasizer.

Il gruppo di ricerca di Prof. Armes all'Università di Sheffield egualmente studia i nanocomposites colloidali, le particelle di conduzione del polimero, i microgels stimolo-rispondenti, le emulsioni di Pickering e l'auto-assembly del copolimero di blocco nella soluzione acquosa. L'Ulteriore informazione e una lista delle pubblicazioni recenti possono essere trovate a: http://bit.ly/ARMES

Sistemi Nani di caratterizzazione della particella di Zetasizer dalla dimensione delle particelle di misura degli Strumenti di Malvern, dal potenziale Zeta e dal peso molecolare. Intervallo di Applicazioni dalla caratterizzazione i colloidi e delle nanoparticelle di alta concentrazione, da parte a parte alla misura delle proteine e delle macromolecole diluite nel loro stato indigeno, richiedente così piccolo quanto 12 microlitres del campione. www.malvern.com/zetasizer

Last Update: 12. January 2012 11:25

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit