Posted in | Nanomaterials | Graphene

Le Guide di Studio di Graphene Nanowiggle Sviluppano la Nuova Era di Nanoelectronics

Published on January 7, 2012 at 1:02 AM

Da Cameron Chai

Un gruppo di ricerca piombo dal Meunier di Vincent dal Rensselaer Polytechnic Institute ha scoperto i beni unici dei nanowiggles del graphene, un nuovo tipo di materiale del graphene, utilizzante le capacità del Centro di Rensselaer per le Innovazioni di Nanotecnologia (CCNI).

Ciò è un'immagine di un nanowiggle. Credito: Rensselaer Polytechnic Institute.

Secondo il gruppo di ricerca, i nanowiggles sono strutture di superficie segmentate dei nanoribbons grafitici. Ogni nanowiggle dimostra i diversi beni conduttivi e magnetici. Questi risultati aprono la strada ai ricercatori sviluppare un nanostructure su misura del graphene per un'unità o un compito specifica.

I nanowiggles di Graphene possono essere prodotti ed alterati facilmente per dimostrare i beni conduttivi elettrici eccezionali. Il gruppo di ricerca ha studiato le varie strutture del nanowiggle facendo uso dell'analisi di calcolo per capire dettagliatamente il nanomaterial per le applicazioni future potenziali.

Sulla Base della forma delle barriere dei nanostructures, sono state classificate come lo zigzag, la poltrona, lo zigzag/poltrona e la poltrona/zigzag e sono state nominate come nanowiggles. Il modulo wiggly può essere trovato nelle barriere di tutte strutture del nanoribbon.

Il gruppo di ricerca ha scoperto che ogni nanowiggle ha intervalli di banda altamente differenti, che sono una misura del livello della conduttività elettrica di un materiale. Un Altro risultato sorprendente era che i nanowiggles differenti hanno dimostrato fino a cinque beni magnetici notevolmente differenti.

Secondo il Meunier, questi risultati aiuteranno i ricercatori a manipolare i beni magnetici e il bandgap di un nanowiggle per un'applicazione specifica. Il Meunier ha specificato che questi risultati approfonditi aprono la strada a sviluppare i nanomaterials su misura per le applicazioni quali i semiconduttori, il photovoltaics e particolarmente lo spintronics.

Sorgente: http://www.rpi.edu

Last Update: 11. January 2012 04:22

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit