Lo Studio Dimostra l'Impatto Negativo delle Nanoparticelle Rameiche dell'Ossido sulla Crescita di Impianto

Published on April 19, 2012 at 3:20 AM

Da Cameron Chai

Un gruppo dei ricercatori dall'Università di Massachusetts Amherst (UMass) ed il National Institute of Standards and Technology (NIST) ha dimostrato per la prima volta l'impatto negativo delle nanoparticelle costruite sugli impianti.

Rappresentazione Grafica che l'esposizione aumentare alle particelle ed alle nanoparticelle rameiche (BPs) alla rinfusa dell'ossido (NPs) dagli impianti di ravanello egualmente aumenta l'impatto sulla crescita con NPs che mostra il più grande impatto. Da sinistra a destra, le concentrazioni dell'esposizione sono 0; 100 parti per milione (ppm) BPs; 1.000 PPM BPs; 100 PPM NPs; e 1.000 PPM NPs (che mostra un impianto severamente arrestato). (Credito: H. Wang, Ente Per La Salvaguardia Dell'ambiente degli Stati Uniti)

Il gruppo di ricerca piombo da Bryant il C. Nelson, un chimico del NIST, ha provato che le nanoparticelle rameiche dell'ossido possono accumulare gli impianti interni e causare il danno del DNA. Queste nanoparticelle potevano raggiungere le celle di root dell'impianto negli stati del laboratorio ed hanno prodotto parecchie lesioni mutagene della base del DNA.

Questo lavoro di ricerca fa parte di uno sforzo dal NIST per classificare di sanità e sicurezza ambientali, i rischi possibili dei nanomaterials e delle tecniche della disposizione testamentaria per individuare e misurare i rischi. A questo fine, il gruppo di ricerca ha esposto esclusivamente i campioni dei ravanelli e di due logli alle particelle rameiche alla rinfusa dell'ossido, le nanoparticelle rameiche dell'ossido e gli ioni di rame semplici. Il gruppo poi ha utilizzato un paio delle tecniche spettrografiche ultrasensibili per misurare la formazione e l'accrescimento di lesioni della base del DNA e la quantità di rame consumata dagli impianti.

Il gruppo ha scoperto che il numero delle lesioni generate in ravanelli che sono stati esposti alle nanoparticelle era doppio quello dei ravanelli esposti alle particelle in serie. Inoltre, la quantità di rame presa dai ravanelli dalle nanoparticelle era considerevolmente superiore a quella dalle particelle in serie. Tuttavia, i profili di danno del DNA dei logli' erano differenti da quello dei ravanelli, significando che il danno nanoparticella-avviato del DNA è stato contato sulla concentrazione delle nanoparticelle e sulle specie dell'impianto.

Alla Fine, il gruppo di ricerca ha dimostrato che l'impatto negativo delle nanoparticelle rameiche dell'ossido era molto più alto sulla crescita di impianto. Queste nanoparticelle avevano inibito la crescita dei tiri e le root in tutti e tre gli esemplari hanno provato. Tuttavia, in questa prova, gli impianti sono stati esposti alle concentrazioni di nanoparticella che erano molto superiori all'trovati a normalmente in terreno. Il punto seguente del gruppo è di intraprendere i simili studi sull'impatto delle nanoparticelle del biossido di titanio sugli impianti di riso.

Sorgente: http://www.nist.gov

Last Update: 19. April 2012 04:42

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit