Site Sponsors
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions

La Teoria Liquida di Landò-Fermi di Manifestazioni di Studio Riparte al Punto Critico di Quantum

Published on April 27, 2012 at 2:40 AM

Da Cameron Chai

Un gruppo dei fisici dalla Rice University, dall'Università di California, da Los Angeles e da due Istituti di Max Planck in Germania ha scoperto che gli elettroni violano la teoria liquida di Landò-Fermi soltanto ai punti critici di quantum (QCPs) ma si comporta come spiegato dalla teoria su entrambi i lati di un QCP.

I termometri di manifestazioni di Questa immagine del microscopio (alto e basso) e un radiatore (destra) hanno connesso via 50 collegare micrometro di ampiezza dell'oro ad un rettangolo nero del disiliciuro di dirhodium dell'itterbio (centro) che è soltanto tre quarti di un millimetro ampio. Facendo Uso di questa impostazione, i ricercatori al Max Planck Institute per Fisica Chimica dei Solidi a Dresda, Germania, hanno indotto una corrente del termale installando una piccola differenza nella temperatura alle due estremità del campione. Il coefficiente della proporzionalità fra questa differenza della temperatura e la potenza termica fornita dal radiatore ha definito la conducibilità termica del campione, che è stato trovato per violare le leggi di fisica tradizionali quando il materiale è stato raffreddato “ad un punto critico di quantum.„ (CREDITO: Heike Pfau/Max Planck Institute, Dresda)

Si di Qimiao, uno dei ricercatori, indicato che gli eventi che accadono al QCP decidono l'interazione degli elettroni in un materiale. Facendo Uso della teoria liquida di Landò-Fermi, gli scienziati possono spiegare le interazioni degli elettroni in un materiale con meno variabili.

Il gruppo ha studiato il disiliciuro di dirhodium dell'itterbio, un metallo della pesante-fermione che ha molte rassomiglianze ai superconduttori ad alta temperatura ed ha organizzazione atomica accurata dei metalli di terra rara e dei metalli di transizione. Le teorie Attuali che spiegano le interazioni dell'elettrone in semiconduttori e metalli convenzionali non possono descrivere beni elettronici insoliti dei metalli della pesante-fermione'.

Durante lo studio, il gruppo di ricerca ha esplorato le varie proprietà fisiche alle temperature ultralow per dimostrare l'errore dei principi di base della teoria liquida di Landò-Fermi al QCP. Steglich Franco ha spiegato che il gruppo ha scoperto una ripartizione nella teoria calcolando il termale al rapporto di conduttività elettrica vicino al QCP.

Il veicolo del Landò per la cessazione degli atti di numerose particelle è definito come quasiparticle del `'. Un quasiparticle si comporta come una singola particella ma rappresenta il destino collettivo di parecchie particelle fisiche. Dal termale al rapporto di conduttività elettrica ha misurato, il gruppo ha scoperto che la conducibilità termica dei quasiparticles era 10% di meno che il valore preveduto. Dai risultati, il gruppo di ricerca ha dimostrato che la deviazione dal valore previsto è accaduto soltanto al QCP.

Questi risultati erano egualmente in conformità con una teoria proposta nel 2001 dal Si e dai suoi colleghi per descrivere il comportamento correlato degli elettroni al QCP. Le fluttuazioni di Quantum indotte da magnetismo al QCP sono la ragione dietro i beni elettronici insoliti dimostrati da questi metalli della pesante-fermione e sono egualmente significative in altri materiali instabili quali i superconduttori ad alta temperatura.

Secondo Stefan Kirchner, uno dei ricercatori, i risultati ha dimostrato che la ripartizione della disposizione convenzionale dell'elettrone accade al QCP.

Sorgente: http://www.rice.edu/

Last Update: 27. April 2012 06:28

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit