I Ricercatori Sviluppano la Prima alla Singola Sorgente Annunziata Basata a silicio del Fotone

Published on June 30, 2012 at 9:22 AM

Da G.P. Thomas

In uno sviluppo che è sollecitato per essere un'innovazione nell'elaborazione delle informazioni di quantum, ricercatori all'Università di California a San Diego, il National Institute of Standards and Technology (NIST) ed i Di Milano di Politecnico a Milano, l'Italia, ha dimostrato la prima alla singola sorgente annunziata basata a silicio del fotone.

Produzione di coppie del Fotone (Credito: Srinivasan, Davanco/NIST)

L'unità misura 0,5 millimetri x 0,05 millimetri nella dimensione. È compatibile con la tecnologia attuale a causa della sua capacità di funzionare alla temperatura ambiente per produrre i fotoni di una lunghezza d'onda di 1550 nanometro che allineano con i sistemi di comunicazione attuali. Può anche essere costruita facendo uso dei metodi standard di montaggio poichè è silicio basato. La sorgente annunziata ha potuto formare un circuito completo di quantum con altri due a sviluppi basati a silicio recenti, il singolo rivelatore del fotone e l'interferometro per gestire ingranare dei fotoni.

Il gruppo ha basato il loro studio su una tecnica attuale chiamata produzione di coppie del fotone del silicio in cui i fotoni sono pompati per mezzo del raggio laser in un materiale quel risultati nella generazione di altre paia dei fotoni frequenza-spostati. È difficile da determinare il periodo della generazione del fotone. Tuttavia, la rilevazione di un fotone annuncia l'esistenza dell'altro fotone. Ciò è essenzialmente il concetto dei fotoni annunziati. Il fotone che è individuato è chiamato il fotone dell'araldo ed il fotone di cui l'esistenza quindi è arguita è chiamato il fotone annunziato. L'unità non è ancora pronta per le applicazioni pratiche poichè la singola sorgente non è abbastanza luminosa. Ciò ha potuto essere risolta impiegando le unità multiple con gli elementi complementari corrispondenti su un singolo chip. Le paia Annunziate hanno potuto servire da media di memorizzazione dei dati nella computazione di quantum.

Sorgente: http://www.nist.gov

Last Update: 12. December 2013 16:48

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit