Site Sponsors
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
Posted in | Nanomaterials | Nanoanalysis

Lo Studio che Trova le Guide Progetta i Tag Fluorescenti di Nanoparticella alle Celle di Pista

Published on August 9, 2012 at 5:39 AM

Dalla Volontà Soutter

Un gruppo dei ricercatori Americani e Cinesi ha indicato che le nanoparticelle a forma di disco non attraversano la membrana cellulare ma rimangono fissate alla membrana.

Le immagini di microscopia di Fluorescenza mostrano le celle HeLa incubate per due ore con le nanoparticelle a forma di disco (ha andato) e con le nanoparticelle sferiche (destra). I nanodisks (punti verdi indicati con le frecce bianche) rimangono limitati alla membrana cellulare mentre i nanospheres (punti verdi) pervadono la cella. (credito: ACS Appl. Mater. Interfacce)

Secondo il gruppo, questo trovante può essere utile nella progettazione dei tag fluorescenti di nanoparticella alle celle di pista senza pregiudicarle. Gli Scienziati già avevano scoperto che l'interazione fra le nanoparticelle e le celle ottiene commovente dalla dimensione delle particelle.

Una nanoparticella deve avere una dimensione specifica, che è nè troppo grande nè troppo piccola, da passare tramite la membrana cellulare. Uno studio modellante egualmente ha suggerito che la membrana cellulare non permettesse che le nanoparticelle piane passino da parte a parte, ma permette i nanospheres.

Per confermare sperimentalmente la proposta del modello, Bing Yan dell'Università di Shandong ed i suoi collaboratori ha paragonato l'interazione delle celle alle nanoparticelle a forma di disco e sferiche che hanno lo stesso diametro di 20 nanometro. Hanno sintetizzato i nanodisks con la polimerizzazione di butylstyrene, di divinilbenzene e di stirolo ed hanno approvvigionato i nanospheres commerciali. Poi hanno aggiunto i nanospheres o i nanodisks alle cellule umane quali le celle HeLa ed analizzate facendo uso di microscopia del laser della fluorescenza e di microscopia elettronica di trasmissione. Che Cosa hanno scoperto era i nanospheres inseriti nell'interno delle cellule passando tramite la membrana cellulare, mentre i nanodisks rimangono in gran parte detenuti alla membrana.

I ricercatori ritengono che la geometria sia la ragione dietro la differenza nel comportamento delle nanoparticelle. Un nanodisk lega alla membrana cellulare stabilendo il contatto sopra una più vasta area con. D'altra parte, una particella sferica induce il endocytosis soltanto rientrando la membrana, facente la membrana per inghiottirli, Yan indicato. Poiché le nanoparticelle a forma di disco non prendparteono alla cella, possono essere usate alle cellule staminali di pista.

Gli scienziati egualmente hanno scoperto che il contrario ai nanospheres, nanodisks non ha nociuto o persino non rovesciato al ciclo cellulare. I nanodisks possono anche contribuire a svolgere lo studio della membrana cellulare se portano i contrassegni che legano ai ricevitori della membrana.

Sorgente: http://cen.acs.org

Last Update: 9. August 2012 06:29

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit