Site Sponsors
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD

Il Nuovo Studio Fornisce le Implicazioni per la Sicurezza di Nanosilver

Published on November 1, 2012 at 7:21 AM

I Ricercatori dalla Brown University hanno indicato per la prima volta come ingerire troppo argento può causare il argyria, uno stato raro in cui l'interfaccia dei pazienti gira una tonalità notevole del blu grigiastro.

Troppa di buona cosa - Scienziati hanno conosciuto per anni il argyria - una circostanza che gira l'interfaccia blu- ha avuta qualcosa fare con argento. Gli Scienziati dalla Brown University hanno capito la chimica complessa.

“È il primo modello concettuale che dà l'intera maschera di come una sviluppa questa circostanza,„ ha detto la Ferita di Robert, il professor di assistenza tecnica a Brown e la parte del gruppo di ricerca. “Che Cosa è interessante qui è che le particelle che qualcuno ingerisce non sono le particelle che infine causino il disordine.„

Gli Scienziati hanno saputo che per anni il argyria ha avuto qualcosa fare con argento. La circostanza è stata documentata nella gente che (incauto) beva i tonici antimicrobici di salubrità che contengono le nanoparticelle d'argento e nella gente che ha avuta trattamenti medici alternativi comprendere l'argento. I campioni di Tessuto dai pazienti hanno mostrato che le particelle d'argento realmente hanno costituito in profondità nell'interfaccia, ma non era chiaro come sono arrivato.

Mentre risulta, il argyria è causato da una serie complessa di reazioni chimiche, la Ferita dice. Il Suo documento sull'oggetto, creato con i colleghi Jingyu Liu, Zhongying Wang, Frances Liu ed Agnese Kane di Brown University, è stato pubblicato più presto online questo mese nel giornale ACS Nano.

La Ferita ed il suo gruppo indicano che il nanosilver è suddiviso nello stomaco, è assorbito nella circolazione sanguigna come sale e definitivo è depositato nell'interfaccia, in cui l'esposizione ad indicatore luminoso gira il sale nuovamente dentro metallo d'argento e crea la tonalità bluastra indicatrice. Che lo stadio finale, comprende stranamente la stessa reazione fotochimica usata per sviluppare le fotografie in bianco e nero.

Da argento da salare ancora ed appoggiare

La Ferita ed il suo gruppo stanno studiando l'impatto ambientale di argento, nanoparticelle specificamente d'argento, per anni. Hanno trovato che il nanosilver tende a corrodere negli ambienti acidi, emananti gli ioni caricati - sali dell'argento - che possono essere tossici nei grandi numeri. Il dottorando della Ferita, Jingyu Liu (ora un ricercatore postdottorale al National Institute of Standards and Technology), pensiero quegli stessi ioni tossici potrebbe anche essere prodotto quando l'argento entra nell'organismo e potrebbe svolgere un ruolo in argyria.

per scoprire, i trattamenti chimici di una serie mista dei ricercatori che potrebbero simulare che cosa potrebbe sembrare argentare dentro l'organismo. L'Un trattamento ha simulato l'ambiente acido nel tratto gastrointestinale; uno ha imitato il contenuto proteico della circolazione sanguigna; e un gel del collageno ha ripiegato le membrane basse dell'interfaccia.

Hanno trovato che il nanosilver corrode in acido di stomaco più o meno allo stesso modo che fa in altri ambienti acidi. La Corrosione spoglia gli atomi d'argento degli elettroni, formanti positivamente - gli ioni d'argento caricati del sale. Quegli ioni possono essere catturati facilmente nella circolazione sanguigna attraverso i canali che assorbono altri tipi di sali. Quello è un punto cruciale, la Ferita dice. Le particelle D'argento stesse del metallo non sono terribile probabili farla dal tratto di GI al sangue, ma quando alcuni di loro sono trasformati in un sale, sono destra annunciata da parte a parte.

Da là, la Ferita ed il suo gruppo hanno indicato che gli ioni dell'argento legano facilmente con zolfo presente in proteine del sangue, che avrebbero dato loro un giro gratis attraverso la circolazione sanguigna. Alcuni di quegli ioni finalmente finirebbero nell'interfaccia, in cui sarebbero state esposte ad indicatore luminoso.

Per ricreare questa fase dell'estremità, i ricercatori hanno spleso la luce ultravioletta sul gel del collageno che contiene gli ioni d'argento. L'indicatore luminoso ha indotto gli elettroni dai materiali circostanti a saltare sugli ioni instabili, restituente li al loro metallo d'argento di stato originale. Questa reazione definitiva è infine che cosa gira l'interfaccia dei pazienti blu. Il photoreaction è simile al modo che l'argento è in bianco e nero fotografia usata. Una Volta esposto ad indicatore luminoso, argenti i sali su una pellicola fotografica diminuiscono a metallo d'argento e si scuriscono, creando un'immagine.

Implicazioni per sicurezza del nanosilver

Malgrado la sua tossicità potenziale, l'argento è stato stimato per secoli affinchè la sua capacità uccida i germi, che è perché le nanoparticelle dell'argento sono utilizzate oggi in tutto dall'imballaggio per alimenti alle fasciature. I Regolatori hanno stabilito i limiti per l'esposizione professionale ad argento, ma ci sono domande se ci dovrebbero essere limiti speciali sul modulo di nanoparticella.

Questa ricerca “sarebbe un pezzo solo di prova che potreste trattare le nanoparticelle come altri moduli di argento,„ la Ferita dice.

quello è perché il modulo bioavailable di argento - il modulo che è assorbito nella circolazione sanguigna - è il sale di argento che è fatto nello stomaco. Tutto Il metallo d'argento che è ingerito è appena la materia prima da fare che bioavailable sali. Così ingerire l'argento in tutto il modulo, sia nano o non, avrebbe basicamente lo stesso effetto, Ferito ha detto.

“La preoccupazione in questo caso è la dose totale di argento, non che modulo è dentro,„ Ha Danneggiato ha detto. “Questo studio implica che le nanoparticelle dell'argento siano meno tossiche che una quantità equivalente di sale di argento, almeno in questo scenario dell'esposizione.„

Sorgente: http://www.brown.edu

Last Update: 30. January 2013 12:38

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit