I Ricercatori Sviluppano la Tecnica Novella di Rilevazione di Cancro Iniziale Facendo Uso di Nanotecnologia

Published on November 2, 2012 at 5:57 AM

Può presto essere possibile esaminare una persona a cancro con appena una goccia del loro sangue e di piccolo commputer. Come componente di un progetto di ricerca Europeo, gli scienziati hanno sviluppato un'unità per la rilevazione della proteina HSP70, che sovra-è espressa in pazienti con molti tipi di cancri. L'obiettivo: per fare una diagnosi estremamente presto nel trattamento di malattia, quindi migliorante i risultati per i pazienti.

HSP70, una proteina che indica lo sforzo nel corpo umano, è un biomarcatore per la prostata, il colon, l'esofago, il polmone ed il tumore al cervello. Potere tenere la carreggiata questa proteina in pazienti, facenti le diagnosi iniziali di questi tipi di cancri molto più probabilmente, quindi sarebbe molto utile per medici. Come componente del Progetto Di Ricerca Europeo “di Spedoc„, un gruppo di EPFL sta sviluppando una piattaforma estremamente sensibile e di facile impiego di rilevazione HSP70. L'unità, che sarà non più grande di piccola valigia, si pensa che sia sul servizio nel 2014.

Come funziona?
La piattaforma di Spedoc richiede soltanto una goccia del sangue del paziente. Il sangue è inserito in un chip che contiene molti microchannels. Dentro ciascuno dei canali sono le strutture minuscole e circolari fatte da oro, con una chimica di superficie particolare “dell'anticorpo„ che è destinata “per intrappolare„ HSP70. Poichè il sangue attraversa i canali, le proteine HSP70 sono bloccate dalle strutture, di cui ci sono migliaia nella via che il sangue porta a compimento il chip.

Il punto seguente nel trattamento comprende il plasmonics avanzato, che il gruppo usa per determinare il numero delle proteine HSP70 bloccate sui nanostructures circolari. Se HSP70 in effetti sovra-è espresso nel campione di sangue, significherebbe che il paziente avrebbe richiesto ulteriori prove di individuare le cellule tumorali svilupparsi da qualche parte nell'organismo.

Rilevazione Leggera
I Due professor di EPFL hanno unito le forze sul progetto HSP70. Sébastian Maerkl è capo del Laboratorio della Caratterizzazione Biologica della Rete (LBNC), che sta sviluppando il chip che misura 1 cm2. Il chip contiene i livelli di canali microfluidic che sono non non più largamente dei capelli umani. È destinato per ripartire il campione di sangue nelle sue varie componenti.

Nanophotonics di Olivier Martin ed il Laboratorio della Metrologia (NAM) è incaricati del lato di rilevazione del trattamento di unità-progettazione: il gruppo di NAM sta sviluppando i nanostructures dell'oro come pure sta ottimizzando un trattamento per identificare la proteina HSP70. “La Nostra tecnica comprende la luce bianca brillante sui canali microfluidic,„ dice Olivier Martin. “Se una proteina è presa un nanostructure, osserveremo i piccoli cambi nella lunghezza d'onda mentre l'indicatore luminoso è rifranto, rispetto all'indicatore luminoso iniziale. Cioè ci sarà un cambiamento a colori che può essere osservato con uno spettrometro.„

Ciò è dovuto che cosa è conosciuto come risonanza di superficie del plasmon, che accade quando gli elettroni di una nanoparticella metallica oscillano insieme quando sono stimolati da indicatore luminoso. Secondo se il nanostructure ha una proteina HSP70, le oscillazioni saranno misurabile differenti, permettendo di determinare se un nanostructure dato ha intrappolato una proteina oppure no. Il fenomeno fisico di oscillazione di risonanza da cui tutto il questo dipende si presenta soltanto molto alle piccole scale. “La risonanza è così sensibile che possiamo individuare le quantità minuscole di molecola data.„

Disponibile presto al vostro ambulatorio?
Il metodo di individuazione tempestiva di Spedoc presenta molti vantaggi: veloce e non invadente, potrebbe sostituire i metodi di rilevazione costosi di biomarcatore del cancro. “Cosingo, una società Spagnola che è comportata nel progetto, già ha sviluppato un prototipo, ma parecchi miglioramenti ancora devono essere apportati,„ dice Olivier Martin, che ciò nonostante può immaginare uno scenario a lungo termine in cui una tal prova è ampiamente usata. “Medici utilizzerebbero la nostra piattaforma come prova dello screening dei tumori durante i controlli regolari dei loro pazienti, in grado di piombo alle diagnosi estremamente iniziali. “Ha Potuto questo essere l'inizio del giro di motore nel trattamento del cancro? L'oncologo dell'Ospedale Universitario di Losanna (CHUV) ed il Professor di Medicina Olivier che Michielin cattura una posizione prudente, commentante, “La prova HSP70 sembra abbastanza interessanti. Tuttavia, sarà un molto tempo prima che si trasformi in in un test di routine, sebbene questa proteina sia in effetti alta in pazienti con molti tipi di cancri. In particolare, ancora deve essere provato che la rilevazione iniziale HSP70 può realmente cambiare il modo che i pazienti sono curati e piombo ai miglioramenti reali nei risultati per i tipi specifici di cancri. “Qualunque il caso può essere per HSP70, tuttavia, la piattaforma di Spedoc certamente risulterà essere utile. “Una Volta Che abbiamo risolto il principio generale, la prova stessa può adattarsi sempre per uso su altri biomarcatori,„ nota Sebastian Maerkl.

Sorgente: http://www.epfl.ch

Last Update: 2. November 2012 06:31

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit