Posted in | Nanomaterials

Nanoparticelle NanoSight è Detection Technology Assistere nella previsione precoce della pre-eclampsia.

Published on January 22, 2009 at 4:20 AM

NanoSight particella 's esclusiva dalla tecnologia delle particelle sta mostrando la promessa a rilevare le nanoparticelle nel sangue che possono rivelarsi fattori predittivi per la pre-eclampsia. Professore di Scienze della Riproduzione Ian Sargent dell'Università di Oxford, con sede presso il Centro Donna, John Radcliffe Hospital è leader di un team in cerca di previsione e diagnosi precoce della pre-eclampsia.

Il professor Ian Sargent con il suo capo ricercatore, Rebecca Dragovic, e la loro NanoSight LM10 sistema.

Professore commenti Sargent "Non c'è altra condizione in maternità che tanto minaccia sia per la madre e il bambino. Nel solo Regno Unito, la pre-eclampsia richiede l'induzione di tra 7.000 e 12.000 nascite premature ogni anno e la condizione è comune a circa il 4% delle gravidanze. La condizione si verifica in qualsiasi momento dopo la metà di gravidanza, è asintomatica nella maggior parte del suo corso ed è inesorabilmente progressivo. Inoltre, è imprevedibile ".

Il lavoro del professor Sargent, sostenuto dal Centro di Ricerca di Oxford Biomedica attraverso il finanziamento del Dipartimento di NIHR Sanità, comprende una serie di biomarcatori candidato. Oltre al ben documentato sangue a base di proteine ​​espresse sono microparticelle (100 - 1.000 nm) e esosomi (30-100nm). Si tratta di vescicole nanoscala rilasciati dalla placenta e sangue materno e le cellule endoteliali. Mentre alti livelli di queste particelle sono osservate per coincidere con l'inizio della pre-eclampsia, la loro individuazione è una sfida.

Professore Sargent ancora: "Il nostro obiettivo è quello di contare e le dimensioni e le microparticelle esosomi presenti nel sangue della madre. Ultracentrifugazione non riesce a separare il esosomi più piccoli in modo adeguato in quanto hanno densità simile al plasma sfondo. Né si può questi esosomi essere rilevato con citometria a flusso, che è essenzialmente limitato a dimensioni maggiori di 500 nm. NanoSight, tuttavia, può individuare in modo univoco e quindi le dimensioni di queste popolazioni disparate rapidamente e con particelle di particelle risoluzione ".

NanoSight il CTO, il dottor Bob Carr, commenta: "Questi primi risultati sono incoraggianti, ma c'è molto lavoro da fare per migliorare questa metodologia. Qual è gratificante per NanoSight è quello di avere un utente ci presentano una tale opportunità eccitante nuova applicazione precedentemente a noi sconosciute. Ciò è avvenuto attraverso alcune pensiero laterale da parte di terzi, in questo caso il professor Peter Dobson presso l'Università di Oxford Begbroke Science Park, che sapeva di sfide di Ian e la capacità di rilevazione di NanoSight ".

Last Update: 9. October 2011 15:25

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit