Innovazioni di Nanotecnologia nelle Applicazioni di Sanità E Sicurezza

Published on August 6, 2009 at 7:59 PM

L'Istituto Universitario di Scienza di Nanoscale ed Assistenza Tecnica (“CNSE„) dell'Università a Albany ha annunciato oggi che ha selezionato un medico compiuto dirigere un'iniziativa di prossima generazione di NanoHealth che metterà a fuoco su formazione, la ricerca e distribuzione dei miglioramenti permessi a nanotecnologia in professionale, pubblica e salute ambientale e la sicurezza.

Come Vicepresidente Di Aiuto di CNSE per le Iniziative di NanoHealth e l'Assistente Universitario di Nanobioscience, il Dott. Sara Brennero condurrà la ricerca avanzata puntata su sviluppando le applicazioni novelle di nanotecnologia in nanomedicine, compreso il nanotoxicology ed ambientale e la salute pubblica. Egualmente piombo le iniziative di ricerca in materia di sicurezza e di salubrità relative alle esposizioni del nanomaterial e di nanoparticella nel posto di lavoro, nel mercato del consumatore e nell'ambiente.

Il primo medico per unire la facoltà del UAlbany NanoCollege, il Dott. Brennero sta fornendo la competenza medica per le iniziative del nanomedicine di CNSE, compreso i progetti nella ricerca sul cancro e nella medicina a ricupero, quali assistenza tecnica del tessuto e gli organi artificiali; progettazione del programma primo de suo gentile di nanotoxicology; ed esplorando la creazione di un programma di formazione clinico approfondito dello scienziato in nanomedicine.

La Sua ricerca egualmente cercherà di stabilire una comprensione sistematica delle implicazioni di sanità e sicurezza e gli effetti connessi con le caratteristiche uniche delle nanoparticelle, con un fuoco sulla valutazione e rischio attenuarsi, sviluppante le strategie di riduzione per le esposizioni professionali, miglioranti il video delle nanoparticelle che possono urtare il pubblico e la salute ambientale e raccomandanti gli standard industriali di pratica per sicurezza del prodotto.

George Philip, Presidente dell'Università a Albany, ha detto, “Già riconosciuto come il leader mondiale nell'esplorazione della formazione di nanotecnologia e nel cacciagione-cambiamento la scienza del nanoscale e della ricerca tecnica, l'Istituto Universitario di Scienza di Nanoscale e l'Assistenza Tecnica ancora una volta sta rompendo un nuovo terreno importante con l'aggiunta del Dott. Brennero alla facoltà di livello internazionale di CNSE. La Sua competenza dimostrata, congiuntamente all'eccellenza ineguagliabile di CNSE, permetterà ai nuovi avanzamenti emozionanti nella sanità del XXI secolo e nella sicurezza ambientale, mentre servendo a sostenere il riconoscimento globale dell'Università come una delle università preponderanti della ricerca del mondo.„

Alain E. Kaloyeros, Ph.D., Vicepresidente Senior e Direttore Generale di CNSE, ha detto, “sono deliziato per accogliere favorevolmente il Dott. Brennero al UAlbany NanoCollege, dove piombo la creazione di un'iniziativa primo de suo gentile di NanoHealth che è come aprendo la strada poichè è importante. Noto per il suo intelletto entusiasta, l'energia contagiosa, la conoscenza completa e l'etica responsabile, Sara porta una prospettiva distintiva al campo emozionante del nanobioscience che senza cuciture è adatto al CNSE che apre la strada al paradigma interdisciplinare, specialmente per l'avanzamento delle innovazioni preventive e terapeutiche nella sanità.„

Il Professor Brennero ha detto, “sono entusiasmato per avere l'opportunità di unire la facoltà di livello internazionale all'Istituto Universitario di Scienza e di Assistenza Tecnica di Nanoscale e specialmente di avere la probabilità progettare ed applicare un programma approfondito e vitale di NanoHealth. Nell'applicazione della nanotecnologia alle zone critiche di prevenzione delle malattie, di individuazione tempestiva, del video e del trattamento, pianificazione efficacemente tradurre le innovazioni del nanoscale in soluzioni pratiche che drasticamente miglioreranno la sanità e la pubblica sicurezza del XXI secolo. Guardo in avanti all'istituzione di un'associazione integrata di scienze di salubrità con gli istituti ospedalieri di volo superiore e le agenzie pubbliche principali di sanità e sicurezza nella Regione Capitale ed attraverso lo Stato di New York.„

Il Professor Brennero ha ricevuto il suo B.S. nella genetica dall'Iowa State University, dal suo M.D. dall'Università di Istituto Universitario di Carver dello Iowa di Medicina e dal suo M.P.H dall'Università al Banco di Albany della Salute pubblica. Fra i numerosi premi e onori, ha ricevuto l'Istituto Universitario Americano del Premio Residente Preventivo del Don Gemson della Medicina; il A. Zamin Rizavi, Premio della Medicina Interna di M.D.; l'Università di Medaglione dello Iowa Hancher-Finkbine; il Premio di Direzione delle Fondamenta di American Medical Association; e l'Istituto Universitario Americano delle Guide Future della Medicina Preventiva nel Premio della Medicina Preventiva.

La Società Americana per Nanomedicine (ASNM) e gli Istituti della Sanità Nazionali (NIH) definiscono il nanomedicine come l'applicazione dei concetti del nanoscale e dei principi scientifici di assistenza tecnica alla diagnosi medica, al video ed al trattamento “al livello di singole molecole o di assembly molecolari che forniscono la struttura, il controllo, la segnalazione, l'omeostasi e la motilità in celle.„ Come tale, il nanomedicine, “una ramificazione di nanotecnologia,„ comprende “gli interventi medici altamente specifici al disgaggio molecolare per la maturazione della malattia o la riparazione dei tessuti nocivi, quali l'osso, il muscolo, o il nervo.„

Nanomedicine tiene la promessa per vero innovatore, il bordo di attacco, i trattamenti preventivi e le efficaci maturazioni. Le applicazioni Potenziali, come citate dal NIH, includono gli strumenti del nanoscale che permettono a medici “di cercare fuori e distruggere le primissime cellule tumorali che avrebbero indotto altrimenti un tumore a svilupparsi nell'organismo; „ procedure molecolare precise che possono rimuovere una parte rotta di una cella e sostituirla con un commputer biologico miniatura; e pompe la dimensione delle molecole che potrebbero essere impiantate per consegnare precisamente le medicine di salvataggio quando e di dove sono necessarie. Il NIH egualmente predice che il nanomedicine permetterà allo sviluppo “dei nuovi strumenti che funzioneranno al nanoscale e che permetteranno che gli scienziati sviluppino le unità biologiche sintetiche, quali i sensori minuscoli per scandire per la presenza di agenti infettante o di squilibri metabolici che potrebbero compitare la difficoltà per l'organismo e le unità miniatura per distruggere gli agenti infettante o da fissare hanno danneggiato le parti cellulari.„

Last Update: 3. June 2015 09:48

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit