Site Sponsors
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D
Posted in | Nanomaterials

Lo Scienziato di Argonne Riceve il Premio della Ricerca di Humboldt

Published on June 1, 2010 at 8:24 PM

Julius Jellinek del Dipartimento Per L'Energia di Stati Uniti il Laboratorio Nazionale (DOE) del Argonne È stato eletto un destinatario del Premio prestigioso della Ricerca di Humboldt, conosciuto anche come il Premio di Humboldt, dalle Fondamenta di Alexander von Humboldt in Germania per il suo esteso lavoro approfondito nella fisica e la chimica dei sistemi di limitato-dimensione.

Julius Jellinek, uno scienziato di Argonne, ha estratto il Premio di Humboldt per fisica e chimica dei sistemi di limitato-dimensione.

Jellinek è uno Scienziato Senior nelle Scienze Chimiche e nella Divisione di Assistenza Tecnica a Argonne e un Membro Anziano all'Università di Chicago/all'Istituto Calcolo di Argonne. Utile un Diploma con Distinzione nella fisica teorica dall'Università di Uzhgorod, in ex URSS ed il dottorato nella fisica chimica dall'Istituto di Scienza, Rehovot, Israele di Weizmann.

Dopo avere speso tre anni come Collega di Weizmann all'Università di Chicago, ha unito Argonne nel 1986 come scienziato di aiuto incaricato della componente di teoria nel Gruppo di Studi del Cluster ed è aumentato all'ordine dello scienziato senior nel 1997. Dal 2000 al 2005, ha servito da guida del gruppo del Gruppo di Studi del Cluster.

Secondo le Fondamenta di Humboldt, questo premio è conferito sugli scienziati di fama internazionale nel rispetto dei successo di tutta una vita nella ricerca; quelli di cui scoperte fondamentali e le nuove teorie o comprensioni hanno avute un impatto significativo sulla loro propria disciplina e che si pensano che continuino a produrre le innovazioni di avanguardia in futuro. Le nomine devono essere fatte dai academics stabiliti in Germania.

Jellinek è un leader mondiale nell'area dei cluster atomici e molecolari, la base scientifica per il campo dei materiali del nanoscale. Ha dato molti contributi seminali al campo sviluppando i nuovi concetti fondamentali e metodologie teoriche/di calcolo e gli strumenti dell'analisi ed applicandoli ad una vasta gamma di sistemi e fenomeni.

Fra i suoi contributi più notevoli sia: Prospezioni di reattività chimica al nanoscale; indagini sull'dimensione-evoluzione dei beni strutturali, dinamici ed elettronici dei nanosystems; studi su stabilità termica, sulle fasi e sulle transizioni di fase nei sistemi di limitato-dimensione; prospezioni del fenomeno intrigante dalla della transizione indotta da dimensione alla metallicità e alla mezzo metallicità; analisi novelle di complessità dinamica; sviluppo ed applicazioni della spettroscopia elettronica di calcolo; ed altri.

Il Suo lavoro aprente la strada sui nanoalloys ha svolto un ruolo centrale nell'istituzione di questo nuovo campo di ricerca. I concetti e le metodologie che fondamentali ha introdotto hanno trovato le applicazioni in altri campi pure. È l'editore della Teoria del libro dei Cluster Atomici e Molecolari con un'Occhiata agli Esperimenti (Springer, 1999).

I Vincitori del Premio della Ricerca di Humboldt egualmente sono invitati per un periodo di fino a un anno a realizzare i progetti della loro propria scelta in Germania in collaborazione con i colleghi Tedeschi dello specialista. Jellinek pianificazione lavorare ai problemi fondamentali relativi al nanocatalysis, soprattutto con gli scienziati all'Istituto di Fritz Haber, Berlino e l'Istituto di Nanotecnologia, Università di Karlsruhe.

Last Update: 11. January 2012 22:39

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit