Studio del Latte Materno di Innovazione Facendo Uso del Sistema del Microfluidics delle Tecnologie di Agilent

Published on August 18, 2010 at 12:26 AM

Agilent Technologies Inc. (NYSE: A) oggi ha annunciato che un gruppo di ricercatori dall'Università di California, Davis, ha fatto una scoperta significativa: il latte materno umano contiene un'abbondanza inattesa di zuccheri che ricopre il rivestimento degli intestini degli infanti, proteggente lo dai batteri nocivi. I Risultati della ricerca, che ha usato la tecnologia di Agilent, sono stati pubblicati negli Atti di questo mese dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d'America.

La tecnologia di tempo di volo LC/MS del chip (HPLC-Chip) e del quadruplo del polimero (QTOF) della cromatografia liquida a alta pressione di Agilent ha fornito ai ricercatori che una nuova visualizzazione delle strutture dell'oligosaccaride (zucchero) ha prodotto in latte materno attraverso le fasi di lattazione fra le madri umane. Gli Oligosaccaridi sono il terzo la maggior parte della componente abbondante in latte materno e prima di questo studio sono stati pensati per non avere significato biologico. La tecnologia di HPLC-Chip/MS ha permesso ai ricercatori di identificare più di 200 strutture umane differenti degli oligosaccaridi del latte, che i ricercatori hanno scoperto sono un fattore importante nella crescita sana degli infanti.

“Questo tipo di ricerca è stato eseguito e duplicato molte volte nel passato,„ ha detto il Dott. Carlito B. Lebrilla, co-author della ricerca. “Tuttavia, la nuova tecnologia sviluppata da Agilent ha permesso di identificare e quantificare gli oligosaccaridi del latte che forniscono le nuove ed osservazioni importanti che non potrebbero essere ottenute nel passato.

Agilent ha commercializzato il concetto di HPLC-Chip/MS nel 2005, combinando le colonne di HPLC del nanoflow, i capillari connettenti e un emettitore in un ri-utilizzabile, unità dello spruzzo di credito-scheda-dimensione. Ciò ha permesso i vantaggi della alto-sensibilità e del consumo del basso campione forniti da LC/MS nano per essere accessibile agli scienziati senza l'impostazione importuna che comprende il microvalve, le installazioni e la tubatura capillare di LC nano convenzionale. L'aggiunta di informazioni ad alta definizione e accurate della massa MS/MS dai ricercatori permessi a sistemi del 6500-Series Q-TOF LC/MS di Agilent per identificare con confidenza le strutture dello zucchero.

“Questo è vero uno studio notevole, fornente le risposte alle domande molti in comunità scientifica stanno ricercando per le decadi,„ ha detto Rudi Grimm, il Ph.D., Direttore di scienza e tecnologia per il Gruppo di Scienze Biologiche Di Agilent. “Come partner principale alla comunità accademica, sia siamo eccitati che soddisfatti che la nostra tecnologia abbia permesso a questa ricerca dell'innovazione.„

Last Update: 12. January 2012 03:58

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit