Posted in | Nanomedicine

La Guida di Nanochains Individua il Cancro della Fase iniziale

Published on September 26, 2012 at 5:37 AM

Dalla Volontà Soutter

Un gruppo pluridisciplinare alla Case Western Reserve University ha sviluppato i nanochains che mirano alle metastasi molto prima della loro trasformazione nei nuovi tessuti ed individuano i loro siti con l'aiuto di imaging a risonanza magnetica (MRI).

Secondo i ricercatori, le maschere della posizione accurata e la dimensione delle metastasi possono essere utili in ablazione o ambulatorio guidante, o nella consegna diretta delle medicine anticancro nelle celle molto prima della formazione di tumore. I risultati di studio sono comparso in ACS Nano, un giornale della Società di Prodotto Chimico Americano.

Per tracciare i micrometastases, la nuova nanotecnologia mira ai integrins, che overexpressing le molecole di superficie consegnate dalle pareti del vaso sanguigno verso il sito di sangue a seguito del collegamento delle cellule tumorali, quella informata dei ricercatori, Efstathios Karathanasis.

Per mirare all'indicatore del cancro, i ricercatori hanno progettato un nanochain connettendo le nanoparticelle uno per uno appena come pila di Legos. Lo scopo di questa progettazione è di fare l'unità nana per andare alla deriva dal flusso sanguigno verso le pareti del vaso sanguigno. Ciò non è possibile con i nanospheres poichè hanno la tendenza a muoversi con il flusso sanguigno. L'esterno dei nanochain ha siti multipli adattati all'attaccatura con i integrins. Nelle prove di portata, i nanochains hanno dimostrato una tariffa del collegamento 10 volte più superiore a quella dei nanospheres.

Per aumentare la visibilità durante il MRI, i ricercatori hanno aggiunto gli indicatori fluorescenti ed hanno fatto quattro collegamenti del nanochain con l'ossido di ferro. Poi hanno iniettato i loro nanochains nei modelli del mouse del cancro al seno ed hanno catturato le immagini facendo uso di tomografia molecolare della fluorescenza e MRI in un'ora. Che Cosa hanno trovato era appigli creati cellule tumorali di viaggio pricipalmente nella milza, nei polmoni e nel fegato. La dimensione delle metastasi individuate utilizzare i nanochains era di 0.2-2 millimetri. la rappresentazione di Alto-Ingrandimento ha dimostrato che la maggior parte di queste metastasi era presente nelle pareti del vaso sanguigno prima della loro trasformazione nei tessuti dell'organo.

Il gruppo ora sta lavorando con i radiologi clinici intestati da Vikas Gulani, Assistente Universitario della Radiologia, per calcolare l'efficacia di questa nanotecnologia nell'individuazione del cancro nuovo.

Sorgente: http://www.case.edu

Last Update: 26. September 2012 06:53

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit