Site Sponsors
  • Oxford Instruments Nanoanalysis - X-Max Large Area Analytical EDS SDD
  • Park Systems - Manufacturer of a complete range of AFM solutions
  • Strem Chemicals - Nanomaterials for R&D

La Provetta del Volume Basso Permette che il Malvern Zetasizer Nano Analizzi le Proteine

Published on September 4, 2007 at 4:44 PM

Una nuova provetta a perdere del polistirolo del volume basso per il Malvern® Zetasizer sistemi Nani di caratterizzazione della particella di ZS e di S permette alla misura di dimensione del poco quanto 40 microlitres del campione. Ciò è di meno che la metà del volume possibile con le provette a perdere precedenti ed è probabilmente la provetta a perdere del volume più basso disponibile per tutto il sistema di scattering leggero dinamico. Tali capacità del volume basso sono particolarmente importanti quando analizza i materiali biologici in cui è necessario spesso da usare la più piccola quantità di possibile materiale. L'uso dei sistemi a perdere offre sia la convenienza che la libertà da tutti i rischi di contaminazione trasversale.

Le nuove provette, fornite con i cappucci per un sigillo costante, sono adatte ad uso nell'analisi dei campioni acquosi quali le proteine in soluzione, per cui lo Zetasizer Nano si è trasformato nel sistema della scelta. Le provette sono egualmente compatibili con un intervallo degli alcool, dei chetoni, di DMF e dell'acetato di etile. I Campioni possono essere memorizzati nel congelatore a -20ºC e nelle misure effettuate a fino a 70 gradi di C, per la determinazione di punto di fusione della proteina. Per quelle istanze dove l'analisi ancora di più piccoli volumi è richiesta, provette riutilizzabili per il piccolo Nano di Zetasizer come 12 microlitres sono disponibili.

Lo Zetasizer di Malvern Nano è il sistema di scattering leggero più ampiamente usato per la misura di dimensione delle particelle e delle molecole in soluzione. Ha Progettato per incontrare il volume di campione basso, alti requisiti della sensibilità essenziali della caratterizzazione delle proteine, è di facile impiego e misura le molecole piccole quanto i 0,3 raggi idrodinamici di nanometro. Le applicazioni Stabilite comprendono la dimensione della proteina e la misura del peso molecolare, schermando per gli stati di cristallizzazione della proteina, determinando i cumuli e misurando i punti di fusione. Ancora, le tendenze di dimensione in funzione di pH o di concentrazione additiva, per esempio, possono essere automatizzate coppia al autotitrator MPT-2.

Last Update: 17. January 2012 10:50

Tell Us What You Think

Do you have a review, update or anything you would like to add to this news story?

Leave your feedback
Submit