Newsletters

Analizzatore del Termale di Netzsch STA 449 F1 Giove

Analizzatore del Termale di Netzsch STA 449 F1 Giove

La flessibilità di configurazione illimitata delle nuove associazioni® di STA 449 F1 Giove e la prestazione ineguagliata in appena uno strumento.

Le caratteristiche fondamentali di STA 449 F1 Giove® includono:

  • Stabilità Termica, comportamento di decomposizione, composizione, transizioni di fase, trattamenti di fusione da analizzare completamente e rapidamente
  • per usare facilmente il sistema di superiore caricamento con risoluzione particolarmente alta del bilanciamento (una risoluzione di 25 NG ad un campo di pesatura di 5g) e più alta stabilità a lungo termine
  • Sensori Intercambiabili per le misure di DSC con il più alta sensibilità e la migliore riproducibilità per reazione/le temperature e le entalpie di transizione come pure per le misure di calore specifico
  • Vari potenziamenti di sistema facoltativi per adattamento di sistema ideale alle applicazioni definite dall'utente
  • Varie fornaci, facilmente intercambiabili dall'utente, disponibile (facoltativo una doppia unità di sollevamento girante per due fornaci)
  • Porta-campioni Pluggable (TG, TG-DSC, TG-DTA, Ecc.)
  • Commutatore Automatico del Campione (ASC) per fino a 20 campioni
  • Evacuazione Automatica e riempire (Autovac)
  • Abbondanza degli accessori, per esempio crogioli del campione nel più vario dei moduli e dei materiali
  • Unico per STA: temperatura-modulato DSC (TM-DSC)
  • Il modello di STA per i gas corrosivi e gli accessori per le atmosfere umide sono disponibili

Dall'FTIR-accoppiamento supplementare di MS-and/or ancor più completo analizza sono possibile.

Tutte queste funzionalità fanno il nuovo STA 449 F1 Giove sviluppato® allo strumento ideale per l'analisi termica dei materiali nei campi di ricerca, gli sviluppi e l'assicurazione di qualità.

Dati Tecnici Chiave

  • Gamma di Temperature: -150°C a 2400°C
  • Fornace del Tungsteno (RT a 2400°C)
  • Fornace Ad Alta Velocità (RT a 1250°C)
  • Riscaldando e tariffe di raffreddamento: 0,001 K/min a 50 K/min (dipendenti dalla fornace)
  • Campo di pesatura: 5000 mg
  • Risoluzione di TGA: 0,025 µg
  • Risoluzione di DSC: < 1 µW (dipendente dal sensore)
  • Atmosfere: inerte, ossidarsi, diminuente, elettricità statica, dinamica, vuoto
  • Regolatore Integrato di portata in peso per 2 gas della purga e 1 gas protettivo
  • assembly Vuoto-Stretto fino a 10-4 mbar (PA 10-2)

Tipo Gamma di Temperature Sistema di raffreddamento
Fornace D'argento -120°C a 675°C Azoto Liquido
Altoforno -150°C a 1000°C Azoto Liquido
Fornace del Platino RT a 1500°C ad aria forzata
Forno a carburo del Silicio RT a 1600°C ad aria forzata
Fornace del Rodio RT a 1650°C ad aria forzata
Fornace della Grafite RT a 2000°C Rubinetto o acqua fredda
Fornace del vapore acqueo RT a 1250°C ad aria forzata
Fornace Ad Alta Velocità RT a 1250°C ad aria forzata
Fornace del Tungsteno RT a 2400°C Rubinetto o acqua fredda

Ceramica - Materiali Da Costruzione

Il Cemento, i mattoni ed altri materiali da costruzione sono conosciuti per essere campi dell'applicazione standard per l'analisi termica combinata con la spettroscopia di massa. Le materie prime del Cemento in gran parte contengono il carbonato di calcio, il gesso ed altre miscele complesse delle componenti ceramiche, ma possono anche consistere delle componenti organiche. La combinazione di spettroscopia di massa e di analisi termica aiuta nell'analizzare e nella misurazione delle componenti differenti della materia prima ed egualmente viene con uno strumento a simulare il processo di produzione del materiale da costruzione successivo.

Strumentazione e Condizioni di Prova

Lo strumento utilizzato era lo STA 449 C Giove® - QMS 403 Aëolos®. Le condizioni di prova sono elencate qui sotto:

Gamma di Temperature RT… 1500°C
Tariffe di raffreddamento/di Riscaldamento 10 K/min
Atmosfera Synth. aria a 70 ml/min
La massa del Campione 16,06 mg
Crogiolo Pinta con il coperchio penetrante
Sensore Tipo S di TG-DSC

Risultati

Una materia prima del cemento è stata analizzata facendo uso di una combinazione di spettroscopia di massa, di calorimetria di a scansione differenziale (DSC) e di termogravimetria (tG). Una Volta riscaldati a 1500°C, i punti di massa-perdita e gli effetti exothermal ed endothermal sono stati veduti insieme. I segnali dallo spettrometro di massa aiutano nella rilevazione i gas mutevoli come pure delle miscele della materia prima del cemento. Il Gesso probabilmente rilascia UFF2 alle basse temperature ed al Ca (OH)2 ad approssimativamente 480°C.

Le componenti Organiche parzialmente sono state decomposte e bruciato state fra la temperatura 300°C e 400°C. Ciò può essere conclusa dai segnali ottenuti dallo spettrometro di massa ed anche dai picchi exothermal di DSC. Ad approssimativamente 800°C, l'evoluzione del CO2 implica la decomposizione di CaCO3 mentre l'evoluzione di COSÌ2 implica la decomposizione di CaS04 alle temperature di misurazione di massimo.

Other Equipment by this Supplier